Differenza tra umidificatore e deumidificatore

0

Ne hai spesso sentito parlare e sei curioso di conoscere la differenza tra umidificatore e deumidificatore?

Sei nel posto giusto, con la nostra guida scoprirai le caratteristiche di questi due utilissimi oggetti e poi potrai acquistare quello che fa al caso tuo.

Vivere in un ambiente sano, che sia la casa o che sia l’ufficio, è molto importante.

Lo stile di vita sano, infatti, non riguarda soltanto il regime alimentare o l’attività sportiva.

L’aria che si respira merita le stesse attenzioni e se all’esterno siamo quasi costretti a subire sporco e smog, in casa possiamo fare tanto.

Uno dei parametri per definirla sana riguarda il grado di umidità che dovrebbe idealmente oscillare tra il 40% ed il 60%.

Lo strumento apposito per misurarla si chiama igrometro ed è spesso integrato nei termometri da esterni.

Ma cosa fare quando la percentuale di umidità si discosta da quella ideale? Si utilizza un umidificatore o un deumidificatore, a seconda che l’aria sia troppo secca o troppo umida.

Consiste proprio in questo la differenza tra umidificatore e deumidificatore.

Quando usare l’umidificatore

L’umidificatore è un piccolo elettrodomestico che si utilizza quando in casa c’è una percentuale di umidità inferiore al 40% e dunque l’aria è troppo secca.

Quando ciò accade possono verificarsi situazioni come il peggioramento dei sintomi delle allergie respiratorie o la pelle del corpo e del viso può apparire secca e spenta.

Per quanto possa essere fastidiosa, si tratta comunque di una condizione facilmente risolvibile posizionando nelle stanze un umidificatore.

In commercio ci sono tanti modelli.

Ci sono quelli basilari da utilizzare in inverno perché l’acqua evapora proprio grazie al calore dei termosifoni e quelli più tecnologici e completi che invece funzionano tramite corrente.

In ogni caso, si tratta di un funzionamento tanto semplice quanto efficace: l’acqua viene riscaldata ed il vapore acqueo finisce nella stanza, andando così ad aumentare la percentuale di umidità.

Una volta chiarito questo meccanismo, sarà semplice spiegare la differenza tra umidificatore e deumidificatore.

C’è anche da dire che spesso gli umidificatori più tecnologici integrano diverse funzioni tra cui quella di diffusore di essenze profumate e di purificatore dell’aria, talvolta presentano anche delle luci colorate regolabili.

Per scoprire i migliori modelli guarda la nostra selezione di migliori umidificatori.

Quando usare il deumidificatore

Il tuo igrometro segna una percentuale di umidità nell’aria superiore al 60%? O la struttura del bagno non ti permette di ventilarlo come vorresti, soprattutto dopo un bagno caldo?

Acquista un deumidificatore, qui puoi trovare i migliori deumidificatori di quest’anno!

Questo apparecchio funziona in maniera contraria rispetto all’umidificatore, agisce rendendo l’aria più secca.

Quando c’è troppa umidità, l’aria può diventare troppo pesante e può causare mal di testa, cattivo umore, disturbi del sonno ed anche i mobili e le pareti della casa possono danneggiarsi.

La differenza tra l’umidificatore ed il deumidificatore consiste nel fatto che quest’ultimo assorbe il vapore acqueo in eccesso, rilasciando nell’ambiente aria deumidificata appunto.

In commercio è possibile trovare sia dispositivi portatili, perfetti soprattutto se si desidera deumidificare ambienti piccoli di tanto in tanto, e sia dispositivi fissi indicati per ambienti unici o se il problema è importante.

Ora non devi fare altro che scegliere la soluzione idonea al tuo problema e procedere all’acquisto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui