Miglior deumidificatore: guida all’acquisto con prezzi e consigli (2020)

3

Una guida dedicata alla ricerca del miglior deumidificatore, quello perfetto e adatto per la nostra casa, le nostre esigenze e gli ambienti dove lo andremo ad installare.

Rispetto a climatizzatore e stufe, l’obiettivo di questo strumento è quello di contrastare l’umidità ovvero la presenza di vapore acqueo derivante da condensa, infiltrazioni o fattori atmosferici.

  • Spesso non ci rendiamo conto di quanta umidità abbiamo nelle nostre case o nei nostri uffici, i segnali ce li invia il nostro corpo. Questo tramite vie respiratorie congestionate e le ossa con dolori articolari tra spalle, schiena e collo che assorbono gli effetti nel lungo tempo di colpi di vento, temperature basse e l’umidità.

Quest’ultima per alcune patologie è un’aggravante, pensiamo alla cervicale o a chi soffre sia di dolori articolari che a fisioterapia, medicina e ginnastica dovrà aggiungere una buona climatizzazione. Questo dovrà “seccare” l’aria oltre che scaldarla e raffreddarla delle stanze o degli uffici.

Descriviamo nei dettagli i deumidificatori partendo dal loro funzionamento e dai loro componenti.

Miglior deumidificatore: differenze tra deumidificatore e condizionatore

Deumidificatori, condizionatori, climatizzatori e condizionatori sono elettrodomestici e il loro compito è quello di rendere piacevole le temperature quando gelo, caldo e umidità si fanno sentire nelle nostre case.

Il deumidificatore ha la sola funzione di assorbire o seccare l’umidità in eccesso in una stanza o in un ambiente.

  • Questa funzione può essere eseguita anche da condizionatori e climatizzatori definiti “macchine termiche” con lo scopo di regolare la temperatura o l’umidità attraverso diversi strumenti:
    • ventilatori interni, strutture refrigeranti, pompe di calore, filtri con raccoglimento d’acqua e impurità.

All’interno di un deumidificatore troviamo questi ultimi elementi, quindi:

  • una ventola di assorbimento con filtro, un contenitore d’acqua interno, sistemi liquidi che seccano l’aria per renderla più asciutta, aspetti che approfondiremo meglio nel prossimo paragrafo.

Qui ricordiamo che l’umidità non aggredisce solo ossa e vie respiratorie ma purtroppo anche le pareti di casa favorendo muffa, annerimento delle fughe tra le mattonelle, comparsa di aloni e macchie. Ciò è dovuto all’infiltrazione di vapore acqueo dei palazzi in generale oppure da giornate di pioggia eccessiva che non permette l’assorbimento rapido e naturale del vapore di condensa creato anche dai termosifoni accesi.

A livello commerciale, negli ultimi anni si sono diffusi i deumidificatori mobili, leggeri e dal design elegante possono essere trasportati con facilità in qualunque stanza.

  • Bagni, box e cantine possono soffrire di eccessiva umidità per questo in qualche caso si scelgono deumidificatori fissi in grado di assorbire e raccogliere nel contenitore interno, una grande quantità di acqua.

Deumidificatore: le diverse tipologie

La nostra guida dedicata ai miglior deumidificatori entra nel dettaglio del funzionamento e delle tipologie di modello, informazioni utili che orienteranno nella scelta e nell’acquisto. I deumidificatori si possono suddividere in diversi modi.

Iniziamo dalla tipologia di funzionamento e descriviamo tre modelli

  1. Deumidificatore essicativo o passivo, l’aria viene seccata grazie ad un materiale che annienta il vapore acqueo assorbendolo o condensandolo nei suoi pori. I deumidicatori passivi o esiccativi sono di media e piccola dimensione, raccolgono l’acqua dentro un serbatoio e hanno una durata energetica molto alta grazie alla capacità del gel o del materiale essiccativo di trattenere il vapore assorbito. Periodicamente il gel va sostituito o rinnovato e il serbatoio svuotato.
  2. Deumidificatore meccanico refrigerante, l’essiccazione dell’aria avviene all’interno del macchinario grazie all’azione congiunta di una ventola, una serpentina di raffreddamento, dei gel o fluidi refrigeranti.
    • L’aria che viene assorbita circola all’interno del deumidificatore e viene pulita dal vapore acqueo che viene raccolto in un serbatoio.
    • I deumidificatori meccanico refrigeranti possono essere mobili o fissi, di diverse grandezze segnalate per capienza o litri giornalieri assorbiti, sono i modelli più venduti perché facili da usare. Quando il serbatoio dell’acqua è pieno il deumidificatore lo segnala con una spia e smette di funzionare.
  3. altre guide inseriscono i condizionatori che però noi nella nostra guida abbiamo inserito nella lista delle macchine termiche che includono anche l’assorbimento dell’umidità, con una guida specifica al miglior condizionatore portatile

Miglior deumidificatore: modelli portatili, ad incasso, da tavolo o angolo

Continuiamo con la tipologia per grandezza e modalità di installazione, descriviamo questi modelli

  • Deumidificatori Portatili, non hanno necessità di un installatore ma solo la lettura corretta del libretto di istruzioni che spesso contengono informazioni anche sulla sua buona manutenzione.
    • Sono di grandezza media, possono essere spostati da una parte all’altra della casa, utili soprattutto in bagno, cucina e nelle stanze da letto nelle ore notturne per contrastare l’umidità serale.
  • Deumidificatori di incasso e a parete: necessitano di un installatore, la loro dimensione può essere media o grande quanto i condizionatori.
    • Si installano in un punto fisso, negli angoli si coprono in genere con dei cancelletti grigliati a vista mentre se sollevati dal pavimento vanno contenuti da basi metalliche robuste, le stesse che si usano per scaldabagno o caldaie in cucina.
  • Mini deumidificatori o deumidificatori passivi: si possono appoggiare su un tavolo o su un piano lavoro, alcuni più grandi non raggiungono la grandezza di tavolino da divano.
    • Il loro scopo è immediato e non fisso, assorbono l’umidità in piccoli spazi come angoli, zone lavoro, bagni piccoli, cucinotti, zone per bucato e lavatrice. Raccolgono l’acqua in un piccolo contenitore oppure asciugano l’umidità con il sistema di refrigerazione a secco/passivo.

Deumidificatore: che cosa considerare per l’acquisto?

Come per l’acquisto di molti altri elettrodomestici, bisogna considerare alcuni importanti fattori. Innanzitutto la variabile principale è certamente il prezzo; infatti spesso la scelta del budget a disposizione sancisce quale fascia di prodotti acquistare.

Nella nostra guida al miglior deumidificatore, quindi non potevamo farvi mancare un preciso elenco di alcuni fattori da tenere in considerazione prima dell’acquisto. Tra cui:

Funzionalità

Le funzionalità in aggiunta a quelle tradizionali possono essere molteplici. Alcune necessarie, altre invece non così strettamente utili.

Alcuni deumidificatori per esempio dispongono del timer, per fare in modo che questo si accenda ad un determinato orario; è molto comodo per chi non riesce ad essere a casa molto spesso.

Dal punto di vista della facilità d’uso e del trasporto (da una stanza all’altra) del deumidificatore sono importanti le maniglie e rotelle. Da non sottovalutare anche il suo peso complessivo.

Se consideriamo invece le funzionalità da un punto di vista tecnologico, è apprezzabile che i deumidificatori dispongano di un display LCD ed anche di un telecomando. Più avanzata è invece la possibilità di avere un deumidificatore wireless.

Rumorosità

Un aspetto molto importante e da non tralasciare, soprattutto se si abita in spazi non troppo ampi. In genere la rumorosità della maggior parte dei deumidificatori ha una rumorosità attorno ai 40-50 dB.

Alcuni modelli inoltre dispongono della possibilità di attivare la funzione che permette di abbassare la rumorosità dello stesso. La più o meno rumorosità dipende in gran parte dalla qualità dei materiali con cui il deumidificatore è stato costruito; ma non solo, molto importante è anche la qualità della pompa e del motore.

Capacità

La scelta di un giusto deumidificatore non può certamente prescindere dal considerare l’ambiente in cui questo viene posizionato. Per esempio, si tratta di una stanza grande o piccola?

Tutti i produttori per aiutare i consumatori nella scelta del giusto deumidificatore tengono in considerazione un’unità di misura: il metro quadrato. Formalmente è così, ma volendo essere pignoli è facile intuire che le dimensioni di una stanza non sono l’unica variabile.

Basti pensare che una stanza (pur avendo le stesse dimensioni) può avere un’umidità diversa rispetto ad un’altra. Questo dipende dall’esposizione al sole oppure da come la casa è stata costruita (quindi si potrebbe fare riferimento alla classe energetica della stessa).

  • Non solo: ci può essere anche una notevole differenza rispetto all’umidità che ha un attico oppure una cantina.

E’ facile intuire che un deumidificatore più potente (che quindi soddisfa le esigenze di una stanza grande) consuma di più, occupa maggiore spazio ed anche il suo peso è maggiore.

Giungendo quindi ad una sintesi, i produttori di deumidificatori nelle schede tecniche descrivono quanti litri di umidità ogni 24 ore (quindi un giorno) riescono ad estrarre.

  • Per esempio, i più costosi sono quelli che riescono ad estrarre fino a 50L ogni 24 ore

Miglior deumidificatore – Fascia di prezzo 200-400 euro

De’Longhi DD230P (IL MIGLIORE)

Miglior deumidificatore - De'Longhi DD230P
De’Longhi DD230P

Questo deumidificatore De’Longhi è tra i più venduti e con un ottimo rapporto qualità/prezzo. E’ in grado di rimuovere fino a 30 L di acqua al giorno; l’acqua viene poi raccolta in una tanica trasparente e potrà poi essere scaricata attraverso un tubo lungo circa 5 metri.

  • Questo è possibile attraverso il sistema Heavy Duty Pump che permette di eliminare in continuazione l’acqua.

Molto funzionale anche dal punto di vista tecnologico grazie ad un apposito display LCD. De’Longhi ha equipaggiato questo deumidificatore anche di un timer, da cui è possibile scegliere l’orario di partenza dello stesso.

Infine, ad agevolare lo spostamento sono state predisposte delle apposite maniglie e ruote; risulta quindi più semplice spostarlo da una stanza all’altra.

Alcuni dati tecnici specifici:

  • Dimensioni del deumidificatore: 610x308x380
  • Peso (Kg): 19
  • Temperatura d’esercizio (°C): 2-30 (può quindi funzionare anche con basse temperature).

Mitsubishi Electric, tre modelli fascia 200-400 euro

La linea di deumidificatori Mitsubishi Eletric (fissi o da incasso) è composta da tre modelli diversi.

  • Oltre alla capienza del serbatoio si distinguono per silenziosità e basso consumo, possono essere installati in bagno o cucina, in salone ma anche nelle camere da letto o dei bambini per assicurare un ambiente privo di umidità.

I deumidificatori Mitsubishi Eletric di colore bianco e con design differenti sono accomunati da display LCD, funzioni Intelligent per bucato, controllo a distanza. Ecco i tre modelli:

  • Mitsubishi MJ-E12CH-S1: capacità 3.8 litri (12 litri giornalieri), peso 11,7 KG, dimensione prodotto 38,4 x 18,3 x 57 cm. Prezzo: 251, 99 euro
  • Mitsubishi Eletric MJ-E14CG-S1: colore bianco/blu, capacità 3 litri (14 litri giornalieri), dimensioni 11,7 kg, rumorosità 37 dc, dotato di indicatore livello acqua e interruttore integrato. Costo: 329 euro
  • Mitsubishi Eletric MJ-E21BG-S1: capacità 21 litri giornalieri, display LCD a controllo elettronico, diverse funzioni Intelligent.

Tutti e tre i modelli di deumidificatore integrano segnalazione di serbatoio pieno, funzioni base per l’asciugatura del bucato, selezione Mode per scegliere diverse attivazioni anti umidità. Ecco l’elenco completo delle caratteristiche tecniche.

  • Funzione Easy/Auto: controllo dell’umidità in base alla temperatura registrata (per tutti e tre).
  • Auto Umidostato, non presente nel primo modello, si seleziona il livello di umidità da mantenere.
  • Deumidificazione rapida, alta e istantanea: selezionabile solo nell’ultimo modello da 21 litri.
  • Deumidificazione bassa, silenziosa e a risparmio energetico: presente in tutti e tre.
  • Funzione Mildew Guard contro muffe e danni da umidità: non presente nel primo modello da 12 litri giornalieri.
  • Funzione base di asciugatura bucato, Easy Inside con auto-essiccazione interna e contrasto cattivi odori, presente in tutti e tre i modelli.
  • Asciugatura bucato Intelligent, funzione elevata di riconoscimento umidità e grado di asciugatura del bucato, funzione presente solo negli ultimi due modelli.
  • Sistema sicurezza per bambini con tastiera inibita: presente solo nel secondo modello da 14 litri.

Miglior deumidificatore – Fascia di prezzo 100/150 euro

I deumidificatori portatili riescono ad assorbire molta umidità giornaliera, versatili e leggeri possono essere spostati facilmente nella casa. Per questa categoria, presentiamo un modello e una linea caratterizzati dal leggerezza, alte prestazioni, design moderno ed elegante.

Puremate PM 412

Miglior deumidificatore - Puremate PM 412

Puremate PM 412 è un deumidificatore portatile da 12 litri giornalieri con effetto ionizzatore. Si tratta di un processo chimico molecolare naturale che migliora la qualità dell’aria, quindi oltre ad essere priva di umidità risulterà più fresca e pulita.

PureMate ha diverse funzioni, contrasta la muffa, la condensa e la crescita di batteri, un valido aiuto nell’asciugatura veloce e igienica della lavanderia.

Non è rumoroso ed è dotato di spegnimento automatico, controllo calore interno, funzione timer.

  • Il serbatoio da 1.5 litri è in grado di assorbire fino a 12 litri di acqua, al posto del serbatoio è possibile installare il tubo continuo da 60 cm (incluso nella confezione) per lo scarico continuo.

Il modello costa 129 euro su Amazon e pesa 10,6 kg.

Argo Dry Evo: 11, 14, 17 litri

Argo Dry Evo è una linea di deumidificatori portatili composta da tre modelli diversi molto apprezzati e stellati, per ordine di capienza e prezzo sono:

Miglior deumidificatore: Argo Dry Evo

PRIMO MODELLO. Argo BabyDry Evo da 11 litri, color bianco, adatto per stanze dei bambini sia dove dormono che dove giocano.

Assorbe 11 litri giornalieri in spazi fino a 15 mq utilizzando un gas refrigerante ecologico che oltre ad assorbire l’umidità pulisce anche l’aria dalle impurità. Il costo è di 138,99.

SECONDO MODELLO. Argo Dry Digit Evo da 13 litri, color bianco, è il secondo modello di deumidificatore.

  • utilizza gas refrigerante per assorbire umidità e pulire l’aria,
  • è dotato di timer on/off regolabile dalle due alle quattro ore,
  • funziona anche a temperature basse fino a 5 gradi,
  • per trasportarlo si usano le ruote pluridirezionali e le maniglie di trasporto di cui è dotato.
Miglior deumidificatore: Argo Dry Evo
Argo Dry Digit Evo, Design modelli 13 e 17 litri

E’ ad alta precisione con funzioni umidostato, display Led che segnala il limite di acqua massima, possibilità di inserire scarico continuo. Il costo è 148,99 euro

TERZO MODELLO. Argo Dry Digit Evo da 17 litri color bianco, ha le stesse caratteristiche del modello da 13 litri ma raddoppiate.

Riesce ad assorbire l’umidità in uno spazio da 20 metri quadri, 13 litri in 24 ore anche a basse temperature. Il costo è 158,99 euro

Miglior deumidificatore: per bagni, cantine, box – Fascia prezzo meno 100 euro

Continuiamo la nostra guida “miglior deumidificatore” con una linea di modelli portatili adatti a luoghi di alta umidità, non solo bagno e cucina ma anche box, cantina, camper/roulotte e altri ambienti fortemente esposti.

Hysure si è specializzata nella produzione di mini deumidificatori che possono essere usati sia in ambienti domestici che non domestici; riescono ad essere eleganti, piacevoli e tecnologicamente perfetti.

Linea Hysure deumidificatori elettrici

Miglior deumidificatore: linea Hysure
Design e griglia Hysure deumidificatori elettrici

La linea Hysure Deumidificatori elettrici raccoglie due modelli: uno da 69,99 euro colore bianco o nero, il modello da 39,99 euro sempre colore bianco o nero.

I serbatoi dell’acqua sono da 2 litri e 700 ml, possono essere installati in camere da letto, armadi, cucine, bagni, seminterrati, camper o roulotte.

Riescono ad assorbire dai 2 ai 3 litri di umidità giornaliera anche in condizioni estreme o basse temperature.

  • Servono a contrastare il vapore acqueo di momenti particolari come la notte, un viaggio oppure quando si deve usare cantina o box per diverso tempo con una temperatura accettabile.

I deumidificatori elettrici della Hysure sono silenziosi e a basso consumo, riescono a contrastare muffa, polvere e aloni. Questo grazie ad una tecnologia chiamata Peltier, potente nell’assorbimento ma senza uso di compressore.

  • Tutti i modelli sono dotati di indicatore Led e spegnimento automatico.

Modelli Hysure Mini Easly Removable

Miglior deumidificatore: modelli Hysure
Easly Removable Water Tank

Separato da questa linea, inseriamo anche il modello Hysure Mini Deumidificatore da 600ML Easly Removable Water Tank.

E’ un modello leggero e portatile per ambienti diversi, di forma rotonda ha il pulsante led di accensione e spegnimento posto in alto circondato dalla griglia di areazione e assorbimento.

Questo Mini Deumidificatore della Hysure è dotato di tecnologia ultra silenziosa, alta definizione, elegante luce Led di segnalazione, capacità fino a 300 ML di umidità giornaliera.

Adatto soprattutto per i piccoli spazi l’acquisto viene supportato da assistenza post vendita fino a due anni. Il prezzo del macchinario è: 43,99 euro

Miglior deumidificatore: per armadi, librerie e cassetti – Fascia di prezzo bassa

Concludiamo la nostra guida con recensione inserendo alcuni mini deumidificatori per armadi e altre zone chiuse critiche. Sono modelli più piccoli di un ferro da stiro dal costo molto contenuto, tra i 15 e i 30 euro.

Miglior deumidificatore: modello Aseok
Aseok, mini deumidificatore design decorativo

Aseok ha creato una linea di mini deumidificatori elettrici, prezzo unico di 25,99 euro per tre colori differenti: bianco, blu marino, verde/celeste.

Se ne possono acquistare diversi in un unico ordine. I mini deumidificatori Aseok sono sileziosi e a risparmio energetico, riescono ad assorbire fino a 250 ML per ciclo.

Funziona a ricarica elettrica grazie ad una batteria interna, riesce ad eliminare grazie ai cristalli liquidi interni muffa, polvere, odori forti.

I mini deumidificatori per armadi o zona appendi abiti hanno una forma e un colore piacevole alla vista, dei piccoli soprammobili con una funzione importante:

  • assorbire l’umidità soprattutto di vestiti e abiti all’interno degli armadi o della zona lavanderia, nella zona appendi abiti dove di solito riponiamo cappotti e ombrelli.

Altri punti critici della casa per l’umidità sono: le librerie o gli archivi cartacei dove fogli e libri possono subire danni dall’umidità in eccesso, cassetti, scrivanie.

Miglior deumidificatore: quale marca scegliere?

Nella nostra guida al miglior deumidificatore abbiamo visto che ne esistono di diverse marche; le più conosciute sono De’Longhi, Argo Clima, Mitsubishi, Trotec.

Deumidificatore Delonghi

De’Longhi è un marchio italiano e nel settore dei condizionatori portatili e deumidificatori è tra i più conosciuti. Ricordiamo comunque che non produce solo questa tipologia di elettrodomestici, ma anche piccoli prodotti come: macchine da caffè, friggitrici, tostapane ecc.

Tutti i deumidificatori prodotti da De’Longhi fanno parte della serie Tasciugo. Le caratteristiche di questi variano a seconda dell’acqua assorbita ogni 24 ore. Per esempio il modello, prima recensito, De’Longhi DD230P dispone di una capacità di ben 50 L ogni 24 ore.

Il De’Longhi DD230P è il modello più performante, ma dal punto di vista del prezzo è il più caro; esistono comunque anche modelli molto più economici. Per esempio:

  • De’Longhi DNS 65: ad un prezzo di poco superiore ai 200 euro, è in grado di rimuovere fino a 6 L ogni giorno. Gli utenti apprezzano molto la sua estrema silenziosità ed anche la possibilità di utilizzare le alette regolabili.

Deumidificatore Argo

Argo Clima è anch’esso un marchio italiano, specializzato nella produzione di climatizzatori (portatili e fissi) ed anche di deumidificatori. Acquistare un deumidificatore Argo, significa inoltre poter contare su oltre 500 centri di assistenza sparsi su tutto il territorio nazionale.

L’offerta commerciale di Argo per quanto concerne i deumidificatori si concentra su due linee di prodotto: la linea Dry e la linea Platinum. La differenza tra le due sta nella fascia di prezzo di riferimento.

I primi infatti arrivano a prezzi poco superiore ai 200 euro e si tratta di macchine semplici; ottime però sono le caratteristiche di questi prodotti. Per esempio:

  • L’ARGO Dry Digit Evo è disponibile in diverse versioni; dispongono di un apposito timer di accensione/spegnimento, possono rimuovere acqua fino a 17 L al giorno. Il prezzo è di poco superiore ai 150 euro.

Conclusione

Speriamo che la nostra guida al miglior deumidificatore possa aver soddisfatto le tue aspettative. Per qualsiasi informazione/consiglio, qui sotto troverai un’apposita area commenti. Appena possibile il team di Coseperlacasa.com ti risponderà.

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui