Skip to main content

Miglior barbecue a gas: offerte, recensioni e prezzi (2019)

Qual è il miglior barbecue a gas? Vediamolo insieme in questa guida…  Se, dopo aver letto la nostra guida sui migliori barbecue, la tua attenzione si è focalizzata sui barbecue a gas .. questa è la guida che fa per te!

Se le serate tra amici sono sinonimo di carne alla brace e verdure grigliate, non puoi esimerti dalla lettura di questo post. Soprattutto nei mesi più caldi è diventato un must la cucina all’aperto e, in modo particolare, su griglia: stare in compagnia divertendosi nel preparare succulenti prelibatezze è il modo più divertente di trascorrere le lunghe giornate estive.

I barbecue a gas, rispetto a quelli a legna o carbone, hanno la caratteristica essenziale della portabilità: infatti tutti o quasi i modelli attualmente in commercio possono essere facilmente trasportabili.

  • Avete il barbecue nel vostro giardino, ma la cena è stata rimandata per pioggia nell’abitazione del vostro amico? Nessuna paura.. un po’ di forza, e le ruote vi permetteranno facilmente di spostare l’attrezzatura dove preferite. Pronti per una nuova cena tra amici!

Miglior barbecue a gas: come scegliere?

Quali sono le caratteristiche che discriminano una scelta? Perché se è vero che avete optato per l’attrezzo culinario a gas, è anche vero che di modelli sul mercato ce ne sono a iosa. Quindi è bene capire quali elementi predominano per una scelta più consapevole.

  • Niente resi e niente elettrodomestici lasciati all’angolino a riempirsi di polvere: il nostro compito è quello di farvi acquistare il barbecue più adatto alle vostre esigenze e del quale non potrete più fare a meno. Pronti per iniziare questo viaggio?

STRUTTURA. Come accennato in precedenza, tanti sono i modelli attualmente in commercio. Essi differenziano soprattutto nella struttura e nella loro versatilità. Infatti nell’acquisto occorre tener conto soprattutto di tre fattori: lo spazio a disposizione, la grandezza della famiglia o comunque il numero di commensali e la comodità di trasporto.

Facendo riferimento a quest’ultima opzione possiamo sottolineare come vi siano due grandi macro categorie di barbecue a gas: quelli ad incasso, in muratura, e quelli trasportabili, che vagamente ricordano la forma di un carrello. Una cucina che cammina, in sintesi. Ed è proprio su questi ultimi che noi oggi ci concentreremo.

In base alla loro grandezza, i barbecue a gas si dividono in:

  • Barbecue grandi: sono quelli, così come suggerito dal nome stesso, hanno una dimensione notevole. L’ideale per cucine professionali o per cenoni di condominio, sono infatti dotati di una piastra notevolmente capiente.
    • Con quattro ruote piuttosto robuste, sono trasportabili solo in parte: magari all’interno del proprio giardino, vista la massa corposa. Notoriamente i prezzi sono piuttosto alti.
  • Barbecue medi: sono i più richiesti sul mercato e, senza ombra di dubbio, i più presenti nelle nostre case. Anch’essi godono di una trasportabilità ridotta e presentano due o quattro ruote a seconda dei modelli.
    • La superficie di cottura è doppia rispetto ai modelli di cui parleremo nei prossimi punti, quindi offre lo spazio necessario anche per le cene più ricche e opulente.
  • Barbecue piccoli e mini: sono quelli più piccoli, facilmente trasportabili da un’abitazione ad un’altra. L’ideale per chi vuole spendere poco e non ha grandi pretese, avendo già ben chiaro in mente che dovrà cucinare a più riprese nel caso non fosse single.

SUPERFICIE DI COTTURA.  Naturalmente subito dopo lo spazio a disposizione nella propria abitazione, l’elemento discriminante fondamentale è la superficie indicata alla cottura degli alimenti e, di conseguenza, la tipologia della griglia in dotazione. Scopriamo, quindi, quali sono queste caratteristiche:

  • la superficie: la domanda da porsi in questo caso è quanti cibo vorreste cuocere in una volta. Un paio di salsicce ogni tanto o un barbecue doc con tutti i vostri amici?
    • E’ la riposta a questa domanda a far la differenza. Ci sono barbecue a gas con la capacità di cucinare in contemporanea 10 salsicce alla volta, 20 alla volta o 30. Insomma la decisione spetta soltanto a voi.
  • la griglia: essenzialmente ce ne sono di tue tipologie e la scelta dipende anche dalla manutenzione delle stesse.
    • Infatti quelle in ghisa, notoriamente utilizzate per la loro capacità di mantenere maggiormente il calore, hanno bisogno di una pulizia giornaliera, dopo ogni utilizzo.
    • Le griglie in acciaio, invece, sono sì più costose, ma la loro manutenzione è pressoché nulla.
  • accessori per la cottura: nonostante la classica griglia basti alla cottura delle più grandi grigliate, alcuni modelli di barbecue sono dotati di una doppia griglia rialzata (ideale per la cottura di quei cibi  a cottura lenta che non hanno bisogno del contatto diretto con la fiamma); o di una piastra per permettere la cottura di tutti quei cibi troppo piccoli per la piastra o troppo molli (come ad esempio i formaggi).

FUNZIONI. Dopo aver parlato delle dimensioni dell’attrezzo, è giunto il momento di descrivere le funzioni che questo tipo di barbecue mette a disposizione degli acquirenti al fine di agevolare il proprio utilizzo. E’ ovvio che maggiori sono le funzioni, tanto più alto è il prezzo di vendita. Ma se il lume vale la candela …

  • temperatura regolabile: per ottener una cottura perfetta, è consigliabile scegliere la temperatura più adatta per ogni alimento. Numerosi modelli offrono questo optional.
  • doppio allaccio: se la stragrande maggiorante dei barbecue in questione sono dotati di una bombola di gas che viene allacciata allo stesso, su alcuni modelli è presente il doppio allaccio, per eventualmente utilizzare il metano della rete domestica.
  • indicatore della bombola: è ancora piena o bisogna comprarne una nuova per la prossima grigliata? Con questo accessorio non resterete mai a secco.

I modelli più completi, poi, hanno degli accessori aggiuntivi che permettono le più svariate cotture: si va dalla friggitrice al vano per tostare il pane, dal girarrosto alla pietra lavica per cotture senza aggiunta di grassi. I top di gamma sono dotati anche di frigorifero e/o di congelatore.

TECNOLOGIA E PRATICITA’. Questo paragrafo, naturalmente, è riferito a barbecue di un certo livello, di ultima generazione e che hanno un costo non proprio irrisorio.

  • piani di appoggio: utilissimi durante la cottura, permettono di poggiare alimenti cotti o crudi senza dover fare il cosiddetto andirivieni tra giardino e cucina.
  • luci LED: se è tardi e non avete illuminazione a disposizione, non potete fare a meno di questo accessorio glam. Comandi retroilluminati con LED o lucine sopra la superficie destinata alla griglia vi permetteranno di ottenere il massimo anche in condizioni visive precarie.
  • pulizia: questa caratteristica renderà felici soprattutto le donne che, a fine serata, dovranno pulire l’apparecchio dai residui di grasso prima di coricarsi. Ebbene, i modelli più recenti sono dotati di cassetti totalmente estraibili che raccolgono il grasso in eccesso e che sono, quindi, facilmente lavabili.

 

Miglior barbecue a gas – Ideale per qualità ed affidabilità

CampinGaz Adelaide 3

Miglior barbecue a gas - CampinGaz Adelaide 3 

CARATTERISTICHE. I prodotti CampinGaz sono da 65 anni sinonimo di professionalità e cura per il cliente, ed anche in questo caso non sono stati da meno. Queste le caratteristiche essenziali:

  • Dimensioni superficie di cottura: 60 x 46 cm
  • 3 Bruciatori in Ghisa da 14 kW
  • Superficie di cottura: Griglia (45 x 30 cm) e Piastra in ghisa (45 x 30 cm)
  • Consumo gas: 830 g/h
  • Altezza di cottura: 83 cm
  • Dimensioni (LxPxH): 128 x 59 x 89 cm
  • Peso: 34 kg

L’abbinamento legno di acacia e acciaio rendono questo barbecue l’ideale per chi mete al primo posto il design e le prestazioni di cottura.

Ben tre bruciatori in ghisa e doppia superficie di cottura: griglia e piastra per un’esperienza culinaria completa. Le piastre sono removibili ed intercambiabili.  Da non sottovalutare il buon rapporto qualità/prezzo.

 

Miglior barbecue a gas – Il meglio del meglio

Miglior barbecue a gas - Sochef G20512
Sochef G20512 Saporillo

CARATTERISTICHE. Nonostante il prezzo ridotto, questo modello vi permetterà di cucinare con sistema di cottura a pietra lavica per una cottura più genuina e sana. Ecco le caratteristiche in breve:

  • Superficie di cottura: 50,6 x 35,6 cm
  • 2 Bruciatori in Acciaio inox da 7,2 kW
  • Ripiano laterale pieghevole
  • Griglia di cottura smaltata
  • Camere di combustione con smalto porcellanato – Easy clean
  • Accensione con piezo elettrico
  • Pietra lavica in dotazione

Premendo il pulsante di accensione e regolando la temperatura con le apposite manopole, potete immediatamente stupire i vostri ospiti grigliando carne, pesce o verdure.

E se volete accompagnare la cena con un primo, niente paura: a disposizione avete un fornello laterale per trasformare la vostra cucina all’aperto.

 

Miglior barbecue a gas –  Il più costoso e versatile

Weber Q 1200 

Miglior barbecue a gas - Weber Q 1200 

CARATTERISTICHE. Grazie al suo design, è possibile utilizzarlo praticamente ovunque: dal giardino di casa al campeggio, passando per le famose gite fuori porta.

Facilmente trasportabile, è un must per chi cerca versatilità e sicurezza. Ecco le sue caratteristiche:

  • Potenza 2,6 Kw
  • Braciere in ghisa di alluminio
  • Coperchio in ghisa di alluminio
  • Termometro integrato
  • Ampia maniglia termoisolante
  • 2 griglie di cottura 
  • bruciatore inox
  • manopola di regolazione della temperatura
  • vaschetta per la raccolta dei grassi

Weber è un marchio decisamente affidabile in termini di sicurezza e gusto. Non è propriamente indicato per chi ha un budget ridotto.

 

Miglior barbecue a gas – Il più economico

VidaXL 40219 

Miglior barbecue a gas - VidaXL 40219 - 

CARATTERISTICHE. Se il vostro conto in banca non vi permette una spesa esagerata, potete sempre far affidamento sull’ingegno di questo barbecue a gas economico, ma non scarto. Ecco le sue caratteristiche:

  • Dimensioni: 109 x 51 x 99 cm. (l x p x h)
  • Misure della griglia: 49 x 33 cm.
  • Potenza dei bruciatori: 2 x 9500 BTU = 5,5 Kw.
  • Numero di bruciatori: 2

Non è dotato di pietra lavica e nemmeno di vaschetta raccogli grasso, ma è comunque un buon prodotto anche se di fascia bassa.

L’ideale se dovete ancora prenderci la mano.

 

Conclusioni

Spero con questa guida di avervi regalato un quadro generale sui miglior barbecue a gas, e di avervi avvicinato ad una scelta più consapevole.

Se avete domande o richieste in merito, potete utilizzare il form qui sotto. Vi risponderemo appena possibile.

Miglior decespugliatore: offerte, prezzi e recensioni (2019)

Come scegliere il miglior decespugliatore? Chi ha un tagliaerba in genere associa l’uso di un decespugliatore; questo infatti risulta più maneggevole, grazie anche alle sue ridotte dimensioni.

Bisogna sapere che esistono diversi modelli: da quelli elettrici, a batteria oppure con motore a scoppio. Come scegliere quello più adatto alle nostre esigenze?

Ecco perchè è bene scegliere il modello con la giusta potenza, con i giusti accessori; inoltre conta la marca? Vediamo tutto questo nella nostra guida al miglior decespugliatore.

Miglior decespugliatore: che cos’è?

Un decespugliatore è costituito da un sistema rotante che permette il taglio principalmente di: erba, arbusti alla base oppure dei semplici cespugli.

Il taglio avviene grazie ad un filo che gira molto velocemente; il filo non è di un materiale speciale, anzi il loro costo è molto contenuto essendo di nylon.  Com’è facile intuire questo consumandosi durante il taglio, deve essere periodicamente sostituito; al contrario l’uso efficace del decespugliatore viene meno.

Il sistema di alimentazione di un decespugliatore è l’elemento discriminante che ci permette di distinguere tra diverse tipologie; infatti abbiamo:

  • Decespugliatore con motore a scoppio: sono i modelli più indicati nel caso si abbia un grande giardino da curare; non solo questi sono i modelli con la maggiore potenza.  Questo inoltre permette di tagliare erba folta o spessa senza nessuna difficoltà.
    • Com’è logico immaginare questo genere di decespugliatore è alimentato a combustibile; motivo per il quale è equipaggiato da un serbatoio più o meno capiente.
  • Decespugliatore elettrico: adatto per giardini o spazi meno ampi rispetto ad un decespugliatore con motore a scoppio. Allo stesso tempo questa tipologia risulta essere molto più silenzioso e meno pesante. A loro volta i decespugliatori elettrici possono essere distinti a seconda dei diversi sistemi di alimentazione:
    • con cavo: il vantaggio di certo è quello di non dover procurarsi serbatoi per la benzina, infatti l’erogazione di potenza può essere anche all’infinito. Allo stesso tempo l’uso di un cavo può essere uno svantaggio:
      • è necessario disporre nelle vicinanze di una presa elettrica;
      • bisogna considerare la lunghezza del cavo.
    • a batteria: com’è logico immaginare il tempo di utilizzo dipende dalla carica della batteria, ma allo stesso tempo questa tipologia di decespugliatori garantisce una maggiore libertà di utilizzo (vista la non presenza di un cavo).

Miglior decespugliatore: come scegliere?

In commercio esistono molteplici modelli di decespugliatore, come scegliere quello più adatto alle nostre esigenze?

  • Potenza: vuoi un decespugliatore molto potente oppure no? Questo certamente dipende dalle dimensioni dello spazio da curare ed anche dalla tipologia di erba o arbusti da tagliare (spessi? oppure semplice erba da giardino?). Di conseguenza bisogna decidere tra:
    • decespugliatori potenti, quindi con potenza tra 1200 e 1400 W
    • decespugliatori poco potenti, quindi con potenza al di sotto dei 1000 W
  • Struttura: questa va ad incidere sulla comodità e sull’ergonomia del decespugliatore. Questo fattore dipende dalla forma e dal peso: bisogna infatti ricordare che, in alcuni casi, l’utilizzo del decespugliatore è prolungato. Quindi un modello con peso ridotto e struttura ergonomica sarebbe da preferire.
    • Come detto in precedenza, un decespugliatore con motore a scoppio ha un peso più elevato rispetto ad un modello elettrico (sia con batteria che con cavo).
  • Marca: il nostro consiglio è di affidarsi a marchi conosciuti; questo infatti permette:
    • di avere un decespugliatore con materiali resistenti e duraturi nel tempo;
    • nel caso ce ne fosse bisogno, ottenere l’assistenza necessaria per eventuali malfunzionamenti.

Vediamo ora, in dettaglio, quali sono i miglior decespugliatori in commercio; ogni prodotto sarà diviso a seconda della fascia di prezzo.

Miglior decespugliatore – Da 200 euro in su

AL-KO BC 4535 II Premium

Miglior decespugliatore - AL-KO BC 4535 II PremiumCARATTERISTICHE. AL-KO BC 4535 II Premium è senza dubbio il migliore in assoluto nella vasta gamma di decespugliatori non professionali che si trovano oggi sul mercato.

Un prodotto che non delude da nessun punto di vista: ottimo taglio, buona la struttura e la praticità d’uso. Gli utenti lo apprezzano soprattutto per la sua maneggevolezza (nonostante il suo peso abbastanza eccessivo che arriva a 9 kg) e per la prova di taglio, davvero eccellente anche con erbe alte e robuste.

Un dispositivo che è si fa notare per la sua solidità, per l’alta qualità dei materiali e per essere uno strumento che non richiede esosi consumi, davvero poca benzina e miscela per un’ora di lavoro.

I consumi ovviamente saranno maggiori se ne verrà fatto un utilizzo piuttosto aggressivo della macchina. Nella norma questo non dovrebbe succedere data la sua potenza .

POTENZA. Anche il fattore potenza, come anticipato, è soddisfacente: per questo il voto è molto buono. Questo modello infatti può essere considerato come un prodotto alquanto potente tra la gamma di attrezzi non professionali.

  • Adatto per questo ad ambienti molto grandi e con una vegetazione alta, robusta e abbastanza folta senza avere problemi. Potrete quindi operare con estrema tranquillità anche in ambienti che non siano dei veri e propri giardini.

TAGLIO. Questa possibilità è sorretta anche dall’ottima capacità di taglio. Lo contraddistinguono dati tecnici di alto livello: un buona ampiezza di taglio che arriva a coprire ben 41 cm di terreno in un breve arco di tempo.

  • Di qualità anche lo spessore della testina che lavora con fili in nylon molto spessi (diametro di 2,5 mm) che permettono di recidere in modo facile e rapido anche l’erba più difficile.
  • Inoltre c’è la possibilità di inserire delle lame ampie 25 cm per lavorare su arbusti e sterpaglie.
  • Da non sottovalutare la velocità del motore che arriva 7500 giri/min che, insieme agli altri dati tecnici di livelli appena citati, incide sull’ottima riuscita del lavoro.

STRUTTURA. Punto di ancoraggio di tutta la macchina la sua asta in alluminio che garantisce una duplice funzione del prodotto: dona robustezza interna e, nello stesso tempo, un elevata facilità di utilizzo.

  • In dotazione anche un’impugnatura di tipo “bike”: un manubrio proprio come quello delle biciclette, che se usato insieme alle cinture, consente di reggere il decespugliatore in modo verticale, oltre che orientarlo con estrema facilità.

ALIMENTAZIONE. Essendo un decespugliatore A SCOPPIO, dispone di un affidabile motore a 2 tempi con iniezione elettronica e carburatore con primer.  Un altro punto a favore è che nella confezione c’è un comodo flacone graduato di miscelazione per la preparazione del carburante.

ALPINA B 32 Decespugliatore

ALPINA B 32 DecespugliatoreCARATTERISTICHE. ALPINA B 32 Decespugliatore è un modello davvero eccellente. 

Possiamo dire tranquillamente che supera la prova in ogni singolo aspetto: taglio, durabilità, efficienza, praticità.

Dotato di un’impugnatura singola che agevola di gran lunga il suo utilizzo, è molto resistente grazie al suo corpo realizzato completamente in metallo.

Ha un peso di 8 kg che, tuttavia, non è nemmeno così eccessivo se guardiamo gli altri modelli nel mercato.

POTENZA. Per quanto riguarda il discorso potenza ecco che il ALPINA B 32 Decespugliatore ha un motore a scoppio a due tempi di 900 watt

Per queste sue caratteristiche è perfetto anche per una vegetazione molto folta.

TAGLIO. Eccoci ora al parametro più importante, ovvero il taglio vero e proprio che questo decespugliatore offre. L’ampiezza del taglio è di ben 43 cm e nella confezione è incluso:

  • lama a tre denti in metallo
  • testina a doppio filo Tap&Go
  • bretella
  • tanica in plastica

Il numero di giri del motore arriva a 11.000 al minuto.

STRUTTURA. Ha una struttura compatta e molto solida racchiusa in soli 8 kg di peso. La singola impugnatura ergonomica facilita moltissimo il suo utilizzo. Ottima anche la presenza di una bretella per agevolare diversi lavori di taglio.

ALIMENTAZIONE. Come abbiamo già accennato, ALPINA B 32 Decespugliatore ha un motore a scoppio a due tempi. Il tutto viene alimentato, ovviamente, con il carburante. La tanica inclusa nella confezione aiuta a preparare e versare all’interno il tutto.

Miglior decespugliatore – Tra 200 e 100 euro

Bosch AMW 10 RT

Miglior decespugliatore - Bosch AMW 10 RTCARATTERISTICHE. Accessorio da giardino indispensabile per  ami l’ordine e la pulizia e voglia fare del buon giardinaggio fai da te. Questo modello della Bosch si distingue tra i suoi concorrenti per essere il migliore prodotto per il rapporto qualità/prezzo.

  • Caratteristica fondamentale del Bosch AMW 10 RT è la sua versatilità nelle possibilità di taglio.

Premiato, infatti, per essere comodo sia per operare in piccoli spazi verdi, come giardini ed aiuole, ma anche in zone un po’ più difficili riuscendo a tagliare anche rami di diverso spessore, cespugli, sterpaglie ed erbacce più difficili.

  • Ottimo quindi per chi voglia apportare rifiniture a proprio giardino, pulendo in modo soddisfacente anche i bordi del prato, l’erba alta degli angoli poco accessibili ad un tagliaerba normale.

STRUTTURA. Tutto questo è possibile grazie a due caratteristiche peculiari del Bosch AMW 10 RT.

  • Da una parte la sua caratteristica di essere orientabile contemporaneamente sul piano orizzontale e verticale, e questo lo rende quindi più agile di un normale tagliaerba.
  • Dall’altra i particolari fili che questo decespugliatore monta: diametro tra i più robusti e resistenti sul mercato, con i ben 3,5 mm possono quasi essere considerati una categoria a parte, ed in gergo vengono definiti baffi. Questa particolarità e efficienza soprattutto è leggermente più costosa rispetto alla media dei fili, ma la comodità si paga, si sa.

TAGLIO. Il Bosch AMW 10 RT è un decespugliatore che riesce ad effettuare un taglio con un’ampiezza massima di 36 cm, un valore non eccellente ma nella media dei prodotti non professionali, quindi indicato soprattutto per lavori piccoli e veloci.

  • Per una grande forza, anche un punto a sfavore:la velocità.
  • Non dà buttare ma certamente ci sono macchine in commercio che raggiungono livelli superiori ai 3800 g/min di questo modello. Ma non si può voler tutto da un prodotto di fascia media.

Lo consigliamo quindi a chi predilige una versatilità di taglio e non cerca un dispositivo che sia velocissimo.

ALIMENTAZIONE. L’alimentazione del decespugliatore funziona VIA CAVO: può essere utilizzato quindi in situazioni che possono risultare difficili e per un uso prolungato, senza interruzioni o cali di potenza.

  • Risulta avere chiari vantaggi rispetto ai modelli a batteria e a benzina che richiedono un’organizzazione precisa del lavoro.
  • Unica pecca quello di essere leggermente scomodo per via del raggio d’azione limitato, in quanto il cavo di alimentazione risulta abbastanza corto. Per compensare questo limite, però, basta munirsi di una prolunga.

Miglior decespugliatore – Sotto i 100 euro

Black & Decker ST5530

Miglior decespugliatore - Black & Decker ST5530CARATTERISTICHE. Con il Black & Decker ST5530 passiamo nei prodotti di fascia bassa, con un prezzo davvero accessibile a tutti, ma tra i decespugliatori di fascia economica risulta essere tra i migliori e davvero apprezzato dagli utenti per il suo prezzo contenuto ma con un’ottima funzionalità, praticità e comodità.

Tutti d’accordo sul taglio: preciso e abbastanza buono, sicuramente ottimo per i lavori di precisione: una pratica rotella permette di eseguire dei tagli precisi e regolari senza commettere errori nella linea di taglio da seguire, per questo il Black & Decker ST5530 risulta essere molto adeguato per definire e regolare le bordature.

La sua peculiarità e il suo punto di forza è proprio questo: rifinire in modo ordinato le zone d’erba in prossimità di angoli o ostacoli.

POTENZA. Questo modello, infatti, è dotato di un sistema che riesce a regolare automaticamente la velocità di taglio in base al tipo di lavoro che si sta eseguendo.

  • Proprio per questa capacità di erogare meno potenza nel momento della bordatura favorendo un migliore controllo della macchina, si il Black & Decker ST5530 inserisce bene in quella gamma di prodotti che vengono definiti tagliabordi.

Allo stesso modo, questo decespugliatore riesce ad erogare una potenza diversa in base alle fasi di taglio in atto arrivando ad un massimo di potenza davvero elevato, ben 7500 giri/min, un valore di gran lunga sopra la media dei comuni prodotti presenti sul mercato.

TAGLIO. Un prodotto progettato per lavori minuziosi e di precisione: l’ampiezza del taglio, che arriva ad un massimo di 30 cm, non è eccessiva, a dimostrazione del fatto che la macchina non risulta essere di certo molto versatile negli ambienti ampi.

La si può comunque usare ma senza pretendere una grande velocità, ma d’altra parte le sue caratteristiche sono sufficienti ed adeguate per lavori ben diversi come appena spiegato.

  • E lo si capisce bene dando anche un’occhiata alle specifiche dei fili di nylon: spessori non considerevoli, con un diametro di soli 1,6 mm.
  • I fili montati sul Black & Decker ST5530 non sono affatto adeguati a lavori pesanti per la pulizia delle erbacce e sugli arbusti più ostinati.

STRUTTURA. Buona anche la maneggevolezza per via del peso ridotto e per l’impugnatura praticabile sia da destra che da sinistra. Nessun problema quindi per i mancini.

  • La presa non è di tipo bike (quasi a guidare un manubrio di una bici) ma si riesce abbastanza bene ad orientare il taglio. A questo si associa l’altezza regolabile della macchina che dà maggior facilità di manovra e una buona postura.

ALIMENTAZIONE. Il modello è a cavo, ottimo perché non comporta problemi di interruzioni o cali di potenza rispetto a quei modelli a batteria e a benzina dove c’è il rischio che il lavoro si possa interrompere da un momento all’altro. Certamente però il raggio d’azione è limitato ma utilizzando una pratica prolunga l’ostacolo è ben presto aggirato.

  • Un po’ di delusione, invece, per vi della rumorosità del prodotto. Alcuni utenti, infatti, lo descrivono come una macchina abbastanza fastidiosa e rumorosa nonostante la bassa potenza.

OPINIONE. In definitiva il decespugliatore Black & Decker ST5530 è un prodotto economico e un modello a cavo, indicato per chi non ricerca un prodotto sofisticato ma vuole un dispositivo leggero, pratico e maneggevole.

  • Sconsigliato, invece, per chi ha l’esigenza di pulire un grande terreno con erbacce difficili da tagliare.

Conclusione

La nostra guida al miglior decespugliatore è giunta a termine; hai trovato il modello adatto alle tue esigenze? Se hai altre domande scrivi qui sotto nella sezione commenti; nel più breve tempo possibile il team di Coseperlacasa ti fornirà una risposta.