Skip to main content
miglior forno a microonde

Miglior forno a microonde | Offerte e Prezzi | Consigli e guida 2019

Come scegliere il miglior forno a microonde? Il forno a microonde fa parte dei piccoli elettrodomestici di uso comune per un numero sempre maggiore di italiani. Se la praticità del microonde è un dato di fatto, oggettivo e riconosciuto, è anche vero però che non tutti i forni sono uguali. In particolare, non tutti potrebbero fare al caso nostro o rappresentare la soluzione più indicata per le nostre esigenze.

  • Scegliere il miglior forno a microonde significa acquistare un prodotto che saprà accompagnarci nel tempo, consentendoci di scaldare con prontezza ed efficienza i nostri piatti preferiti.

Esistono numerose funzioni aggiuntive che i migliori forni a microonde possono vantare, come la possibilità di scongelare i cibi surgelati anche con il vapore, o particolari sistemi “a prova di bambino”. Questi aspetti vanno tenuti in considerazione nell’acquisto, per una scelta oculata e consapevole.

Ma come destreggiarsi fra i vari modelli e dove acquistare al miglior prezzo? Quali sono le caratteristiche di un forno a microonde di qualità? E a quali specifiche dovremmo prestare maggiormente attenzione, specie se siamo nei neofiti e abbiamo cucinato sempre e solo con il forno tradizionale?

Cose Per La Casa vi fornirà le linee guide per orientarvi senza difficoltà e senza perdere la bussola. Nei paragrafi seguenti troverete molti suggerimenti utili per scegliere il miglior forno a microonde. E grazie alle nostre recensioni, potrete valutare subito qual è il modello che fa al caso vostro e confrontare i prezzi su Amazon. Come vedrete, non è poi così difficile!

Dove posso acquistare il miglior forno a microonde?

Se abbiamo intenzione di acquistare un forno a microonde per la nostra casa, oppure per regalarlo, una delle domande più frequenti che ci porremo è; dove acquistare?

  • Precisiamo subito che ci sono molte possibilità. Tutto dipende dalle nostre esigenze, dal tipo di forno che ci occorre e, soprattutto, dal nostro budget!

DISCOUNT. In questo senso la soluzione più conveniente sono i negozi discount o le grandi catene dedicate all’elettronica, anche di consumo. Infatti non solo avremo a disposizione centinaia di modelli diversi fra cui scegliere, ma quasi sempre potremo usufruire di sconti sostanziali, saldi o promozioni.

  • Spesso, inoltre, in questi negozi è possibile richiedere la consegna a domicilio, e contattarli in qualunque momento se il nostro nuovo dispositivo avesse qualche problema di funzionamento.

SUPERMERCATI. Anche i grandi supermercati negli ultimi anni si sono aperti sempre più all’elettronica e ai prodotti per la casa. Se cerchiamo un forno a microonde che non costi molto e disponga di tutte le funzioni basilari, potremmo trovare sicuramente qualcosa che fa al caso nostro.

  • Ricordiamo, però, che in questo caso spetterà a noi contattare direttamente la ditta produttrice se dovessimo incorrere in guasti o malfunzionamenti.

ONLINE. Infine, l’acquisto su Internet o e-commerce è una soluzione su cui sempre più utenti ripiegano volentieri. I vantaggi di comprare il miglior forno a microonde direttamente sul Web sono molteplici.

  • Dal sito delle aziende produttrici, per esempio, potremmo avere accesso a tutti i materiali aggiuntivi; libretto di istruzioni, guide tecniche e domande frequenti.
  • Per esempio, possiamo acquistare il nostro nuovo miglior forno a microonde su Amazon. Il noto portale di e-commerce ci permette di confrontare i prezzi, valutando le offerte più convenienti. E grazie alle recensioni degli utenti, sapremo subito se il prodotto ha qualche “magagna” o non è intuitivo come pensavamo.
  • Anche su siti di aste online, come Ebay, o di annunci, come Subito.it, è possibile fare dei buoni affari. Su queste piattaforme si trovano sia prodotti nuovi e originali che di seconda mano. Ricordiamo, tuttavia, che è importante valutare l’affidabilità del venditore, prima di acquistare.

Come? Semplicemente esaminando i feedback che gli altri acquirenti hanno lasciato.

La forza della Rete sta proprio nella possibilità di comunicare istantamente con centinaia di persone in tutto il mondo. Quindi, approfittiamone per scegliere il miglior forno a microonde fra i tanti modelli in commercio!

Il miglior forno a microonde, guida all’acquisto

Quali caratteristiche deve avere il miglior forno a microonde? E come possiamo essere sicuri che il modello che ci ha interessati sia proprio quello che fa per noi?

Prima di procedere con l’acquisto è importante valutare alcuni aspetti del dispositivo, che per vostra comodità elenchiamo di seguito. Sarà, così, molto più facile orientarsi nella scelta.

  • DIMENSIONI. La prima cosa di cui occorre tener conto, anche più del prezzo o della portata del forno a microonde, sono le dimensioni del modello. Può sembrare un punto non così straordinariamente importante, e invece è fondamentale.
    • Immaginate di aver acquistato il vostro nuovo forno a microonde, dotato di mille funzionalità, capiente ed economico, solo per accorgervi una volta a casa che sul tavolo o sul piano cucina non c’è abbastanza spazio!
    • Sapere in anticipo quale sarà la collocazione del nostro forno a microonde ci aiuterà a prendere le misure con facilità; avremo così la certezza che il prodotto che acquisteremo non sia eccessivamente spazioso.
  • CONSUMI E POTENZA. Un altro aspetto molto importante nella scelta del miglior forno a microonde per le nostre esigenze riguarda la potenza e i consumi. Il microonde, in media, “pesa” sulla bolletta molto meno di un forno elettrico, ma tutto dipende dalle caratteristiche che avrà il nostro modello; tanto più sarà potente il forno più, di conseguenza, aumenteranno i suoi consumi.
    • Molte ditte produttrici tuttavia forniscono i loro modelli di funzioni “green” o “ecosostenibili”, che spengono il dispositivo in automatico quando non si autilizza, o comunque ne riducono l’impatto sui consumi elettrici.
  • CAPIENZA. La capienza, come le dimensioni del forno a microonde, va presa in considerazione soprattutto alla luce dell’uso che intendiamo farne.
    • Tanto più grande sarà il forno, quante più pietanze potremo cuocere in esso… ma ricordiamo che un forno più grande consuma anche di più.
    • Quindi valutiamo attentamente l’uso che andremo a farne; se ci serve un forno a microonde solo per scongelare i surgelati e non ne consumiamo in quantità industriale, forse, può bastare un modello più piccolo.
  • FUNZIONI AGGIUNTIVE. Anche le funzioni aggiuntive sono un parametro che non bisogna trascurare. Abbiamo visto che il forno a microonde può essere usato per scongelare i surgelati, ma esistono anche microonde che cuociono il cibo da crudo, proprio come farebbe un normale forno elettrico.
    • Inoltre, alcuni modelli dispongono di grill. Questi ultimi sono particolarmente indicati se intendiamo usare il microonde per cuocere, per esempio, piatti a base di carne o di pesce.
    • Ma un microonde di ultima generazione potrebbe avere molte altre funzionalità di cui non sospettiamo l’esistenza. Ci sono microonde che consentono di cuocere con il vapore e altri ideali per riscaldare rapidamente gli avanzi.
  • ACCESSORI. Anche gli accessori fanno la differenza e vi aiuteranno a scegliere il miglior forno a microonde.
    • Per esempio, i piatti girevoli o rotanti permettono di ottenere una cottura omogenea da tutti i lati.
    • Se il forno è dotato di grill, non potrà mancare neanche l’apposita griglia, mentre i modelli che consentono la cottura ventilata necessiteranno di una vaporiera.
    • Infine, i forni a microonde più avanzati comprendono anche un bollitore per la pasta, che vi consente di cuocere primi eccezionali direttamente nel forno.
  • COSTO. Infine, il costo è un aspetto da non trascurare soprattutto se abbiamo un budget non altissimo. Ricordiamo che i forni a microonde con molteplici funzionalità e particolarmente grandi hanno un costo superiore. 
    • Quindi, prima di lasciarci “incantare” da un determinato modello, valutiamo se fa al caso nostro. Se siamo al primo microonde ci occorrono davvero tante specifiche tecniche?
    • Magari potremmo partire con un forno a microonde dalle funzioni basilari e, una volta che ci saremo impratichiti, sostituirlo dopo qualche anno con un modello più nuovo e performante.

Miglior forno a microonde – Offerte forno a microonde, prezzi e opinioni

Abbiamo visto quali sono le caratteristiche principali dei migliori forni a microonde. Anche così, però, i modelli in commercio sono costantemente in aumento. Per questo può essere utile avere a disposizione un punto di partenza che ci aiuti a orientarci.

Cose Per La Casa ha raccolto per voi le recensioni dei migliori forni a microonde di tutte le marche di punta. In questo modo, sarà davvero semplice scegliere il miglior forno a microonde per casa vostra.

Candy CMW2070DW Microwave

Candy CMW2070DW
Il Candy CMW2070DW è il miglior forno a microonde per chi cerca un prodotto di livello e con buone funzionalità

Il Candy CMW2070DW Microwave è uno dei migliori, se non il miglior forno a microonde per chi cerca la qualità e non vuole privarsi degli ultimi ritrovati della tecnologia, ma senza spendere cifre esorbitanti.

Infatti su Amazon potete acquistarlo quasi alla metà di quello che è il suo prezzo di listino. E, considerate le caratteristiche e l’efficienza di questo modello, riteniamo che si tratti davvero di un affare vantaggioso!

Il Candy CMW2070DW Microwave ha a suo favore diversi aspetti interessanti. Il primo è sicuramente il suo innovativo programma Defrost per scongelare i surgelati. Questo forno a microonde, infatti, semplificherà enormemente il processo di preparazione e cottura del cibo.

Vi basta indicare il peso dell’alimento e il Candy CMW2070DW si regolerà automaticamente per scongelarlo nel modo migliore. Il risultato sarà superiore alle vostre aspettative; i cibi risulteranno riscaldati perfettamente e in modo omogeneo.

Per chi desidera dei piatti particolarmente fumanti, poi, c’è la funzione Start Express che prolunga di 30 secondi la cottura. Non dovrete far altro che premere un pulsante e il Candy CMW2070DW si attiverà alla massima temperatura, per garantirvi un livello di cottura sempre insuperabile.

Inoltre, il forno a microonde dispone di diversi programmi di cottura preinstallati. Ce ne sono ben 13 fra cui scegliere; preparare banchetti sontuosi non è mai stato così semplice. E per gli amanti della griglia, è possibile aggiungere l’esclusiva Grill Grid opzionale. Carne, pesce e verdure saranno sempre grigliati alla perfezione, grazie al Candy CMW2070DW.

  • Dimensioni: 50 x 36 x 29cm
  • Capacità: 20 litri
  • Consumo: 700 watt.
  • Ventilato: No.
  • Altre funzioni: Piatto girevole, funzione Start Express (30 secondi di cottura al massimo della temperatura), Grill Grid opzionale, Programma Defrost, Blocco bambini.

Samsung MG23F302TAK

Samsung MG23F302TAK
Il Samsung MG23F302TAK è il miglior forno a microonde di fascia alta per chi non vuole rinunciare al grill e alla possibilità di cucinare tanti piatti originali

E’ probabilmente il miglior forno a microonde che unisca le funzionalità di un forno combinato al grill.

Fra i prodotti di fascia alta di casa Samsung, questo gioiello è fra i più meritevoli. Ideale per chi cerca un forno a micronde di qualità superiore, è dotato di tutti i comfort e con qualche accorgimento vi permette perfino di ottenere dei piatti “crisp”, ovvero croccanti.

Viste le molte funzioni di cui dispone e la sua capacità (ben 23 litri), non sorprende che l’unico punto dolente di questo modello siano i consumi. Questi ultimi sono però compensati al meglio dalla versatilità di questo forno a microonde.

Con il Samsung MG23F302TAK potrete cuocere alimenti crudi, grigliarli oppure riscaldare avanzi o scongelare i surgelati con il semplice tocco di un pulsante.

Il design è infatti molto curato e intuitivo; i tasti sono spaziosi, comodi da raggiungere e consentono di gestire con facilità il nostro forno a microonde. Inoltre l’estetica raffinata ben si sposa a un arredamento moderno, conferendo eleganza a qualsiasi cucina.

Tra le funzioni più interessanti di cui dispone il Samsung MG23F302TAK è dotato, non si può non citare il Triple Distribution System. Di cosa si tratta? Semplicemente di un innovativo sistema di posizionamento delle microonde attraverso tre fessure nel  vano cottura.

In questo modo, il calore viene distribuito in maniera uniforme da qualunque angolazione. I nostri piatti saranno sempre perfetti, fumanti e pronti in pochi minuti. In più, possiamo usufruire del grill, o combinarlo con il microonde per un effeto “crisp” croccante e impareggiabile. Ma la versatilità del Samsung MG23F302TAK si rivela anche nella sua capacità di sfornare pranzi luculliani partendo da ingredienti freschi. In definitiva, molto più di un “semplice” forno a microonde.

  • Dimensioni: 39,2 x 48,7 x 27,5 cm
  • Capacità: 23 litri
  • Consumo: 800 watt.
  • Ventilato: No.
  • Altre funzioni: Piatto girevole, Grill, Triple Distribution System per una cottura veloce e ottimale, sistema Power Defrost, 20 modalità di cottura per preparare qualsiasi piatto partendo da ingredienti freschi e genuini.

Daewoo KOG-6F27

Il Daewoo KOG-6F27 è un forno microonde semplice, funzionale ed adatto per tutte le esigenze
Il Daewoo KOG-6F27 è un forno microonde semplice, funzionale ed adatto per tutte le esigenze

Se siete alla ricerca di un forno a microonde estremamente sobrio, semplice da usare e che si limiti alla funzione per cui è stato concepito (ossia scaldare i surgelati), senza impazzire dietro a tantissime funzionalità e programmi di cottura diversi, non potete perdervelo.

Il Daewoo KOG6F27 è il miglior forno a microonde di fascia bassa per gli amanti della semplicità e dell’essenziale. Lineare fin dal design, che utilizza tre pratiche e larghe manopole, è anche molto compatto. Le sue dimensioni contenute lo rendono ideale a qualsiasi cucina o piano di lavoro.

La semplicità e l’efficienza sono il vero piatto forte di questo modello. Scordatevi interfacce complicate, timer digitali o programmi preinstallati da provare.

Il Daewoo KOG6F27 si propone solamente di semplificarvi la vita quando dovete scaldare i surgelati, oppure gli avanzi dal frigorifero. Pur essendo così piccolo e maneggevole, la sua resa è ottimale, pari a quella dei forni a microonde più blasonati. Il merito è anche del sistema onda doppio, che “tempesta” i cibi con micro onde di altissima potenza (fino a 700 watt). I consumi potrebbero in effetti essere l’unico svantaggio di questo modello, ma vista la sua affidabilità e il livello delle sue performance, riteniamo che non sia una lacuna insormontabile!

Infatti con il suo sistema di auto scongelamento rapido e il Dual Speed Timer, il forno a microonde Daewoo KOG6F27 vi permetterà di ottimizzare i tempi di riscaldamento. I vostri piatti preferiti saranno pronti nel giro di pochi minuti, fumanti e bollenti come appena cotti. Ideale per chi cerca un forno a microonde straordinariamente economico, ma di qualità.

  • Dimensioni: 45 x 26 x 34 cm
  • Capacità: 20 litri
  • Consumo: 700 watt.
  • Ventilato: No.
  • Altre funzioni: Funzione riscalda, Funzione scongelamento, Grill, Piatto girevole

Klarstein Luminance

forno a microonde Klarstein Luminance

Ma per chi ama il microonde e vuole cimentarsi in tutti i campi della cucina, sfruttando le potenzialità di questo strumento, Klarstein Luminance è decisamente il modello perfetto.

Questo modello ha davvero moltissimi programmi. Ad esempio consente di riscaldare i surgelati nel giro di pochi minuti, rendendoli dorati a puntino e conferendo un gusto intenso a ogni alimento. Vi sono poi programmi specifici per la carne , il pesce, i pop corn, patate e molto altro ancora.

Se il nostro debole sono le grigliate, poi, il Klarstein Luminance darà il meglio di sé. Questo forno è infatti dotato di un grill perfetto per gratinare e grigliare. E se vogliamo cucinare come in un normale forno ventilato, no problem.

Un forno a microonde davvero versatile che vi permette di ottenere una cottura ventilata di qualità superiore. E come se non bastasse, per un dispositivo così potente, consuma relativamente poco; soli 900 watt, pari ai forni a microonde di fascia bassa.

  • Dimensioni: 54 x 30 x 44.
  • Capacità: 28 litri
  • Consumo: 900 watt.
  • Ventilato: Sì.
  • Altre funzioni: sistema Jet DeFrost, grill, funzione Crisp per cibi dorati e croccanti, cottura ventilata, moltissimi programmi specifici.

Sharp R642BKW

Sharp R642BKW
Lo Sharp R642BKW è il miglior forno a microonde per chi cerca un prodotto versatile, funzionale e a basso costo. Peccato solo per i consumi, molto alti.

Lo Sharp R642BKW è il miglior forno a microonde per chi cerca un dispositivo non troppo costoso ma dotato comunque di funzionalità avanzate.

L’aspetto senz’altro più interessante è che questo modello, pur non essendo una macchina da guerra, dispone di un avanzatissimo grill al quarzo.

Basteranno pochi minuti per ottenere gratinature sempre perfette e cuocere carne, pesce e verdure alla griglia. Considerando he in genere forni di questa fascia di prezzo non hanno neppure il grill, lo riteniamo quindi davvero conveniente.

Anche la potenza di questo forno a microonde non ha nulla da invidiare a modelli più blasonati. E non lasciatevi ingannare dalla velocità di cottura; la potenza delle sue microonde e del grill è davvero straordinaria. Gli alimenti, qualunque sia il tipo di cottura prescelto, si presenteranno sempre impeccabili, fumanti e ben dorati.

Se lo Sharp R642BKW è il miglior forno a microonde di fascia medio-bassa, infatti, il merito è anche della sua versatilità. Dispone di ben 11 funzioni per la cottura, che vi consentiranno di gestire al meglio i vostri pasti. In più, gli 8 programmi automatici di cottura e scongelamento sono l’ideale se non volete perdere tempo ai fornelli.

Basterà selezionare il programma che desideriamo tramite l’interfaccia a pulsanti. Quest’ultima è davvero strepitosa; intuitiva e facile da usare, grazie ai pulsanti touch a sfioramento. Il forno a microonde Sharp R642BKW vi semplificherà moltissimo la vita ai fornelli; una volta acquistato, non potrete più farne a meno.

L’unico problema potrebbe essere rappresentato dalle dimensioni. Lo Sharp R642KBW è infatti un forno a microonde spazioso, ideale per chi necessita di scaldare o cuocere grandi quantità di alimenti. Le sue dimensioni e la straordinaria potenza del grill, purtroppo, si ripercuotono anche sui consumi.

Quando è in funzione, lo Sharp R642KBW infatti arriva a consumare fino a 2200 watt, molto più di forni a microonde di portata e dimensioni inferiori.

Il costo relativamente basso non ammortizza completamente i consumi, e se cercate qualcosa di poco dispendioso, forse, potreste orientarvi su un altro modello. Viceversa, se utilizzate molto il microonde e volete sfruttarne al pieno le funzionalità, lo Sharp R642KBW non vi deluderà di certo.

  • Dimensioni: 65 x 80 x 80.
  • Capacità: 2o litri
  • Consumo: 22000 watt.
  • Ventilato: No.
  • Altre funzioni: Griglia rotonda, grill al quarzo, pannello comandi Touch control a sfioramento, 11 livelli di potenza del microonde, 6 programmi automatici di cottura, 2 programmi automatici di scongelamento, possibilità di cuocere fino a 2 portate in sequenza.

Daewoo KOR-6LBM

Daewoo KOR-6LBM
Il Daewoo KOR-6LBM è il miglior forno a microonde per chi ha un budget limitato ma vuole ugualmente acquistare un prodotto efficiente e che non ha paura di osare, nemmeno nel design

Se cercate un  microonde davvero economico, ma efficiente, pratico e soprattutto inconfondibile, noi di Cose Per La Casa non abbiamo dubbi. Il miglior forno a microonde che fa al caso vostro è senz’altro il Daewoo KOR-6LBM.

La Daewoo ha progettato numerosi elettrodomestici di grido e vanta anche una buona scelta di forni per tutte le necessità. Questo modello, però, unisce alle funzioni basilari (che vi semplificheranno la vita in cucina e nello stesso tempo vi consentiranno di sperimentare la sua versatilità) anche un design assolutamente unico nel suo genere.

Se lo stile country e il vintage vi fanno impazzire, infatti, non potrete resistere al fascino senza tempo del Daewoo KOR-6LBM.

Con i suoi bordi arrotondati e la pratica interfaccia a pulsanti, oltre al vetro anteriore largo e confortevole e a un ampio display digitale, è il perfetto connubio fra novità e tradizioni.

Daewoo ha concepito un design essenziale, ma anche fortemente decorativo. La cifra caratteristica del Daewoo KOR-6LBM, tuttavia, è la semplicità di utilizzo. I suoi pulsanti azionabili con un tocco, la comoda maniglia frontale e il display semplificano al massimo la preparazione degli alimenti.

Inoltre, è disponibile in tre diverse colorazioni. Potrete scegliere quella che preferite; verde menta, bianca oppure rossa, regalando un tocco di stile retrò alla vostra cucina. E come se non bastasse è davvero compatto e pratico da usare, nonostante la sua portata (ben 20 litri).

Una funzionalità esteriore che è coadiuvata anche da una grande efficienza. Il Daewoo KOR-6LBM è infatti un forno a microonde robusto e affidabile. Naturalmente si tratta pur sempre di un modello base; non troverete programmi di cucina complicati o mille combinazioni tra cui destreggiarvi.

Tuttavia, fa egregiamente il suo dovere, semplificando le operazioni di cottura e scongelamento. Anche i consumi non sono elevatissimi per un forno di questo livello. Il Daewoo KOR-6LBM non supera gli 800 watt; considerando il costo davvero irrisorio, lo riteniamo uno fra i modelli più convenienti in commercio.

I programmi automatici sono limitati (solo 4) ma vi consentono di gestire facilmente sia lo scongelamento che la cottura. Manca il grill ma, se non siete appassionati di grigliate, è una lacuna di poco conto. Grazie ai dieci livelli di potenza, potrete regolare il Daewoo KOR-6LBM in modo da sfornare sempre piatti perfetti, che rispecchino in pieno i vostri gusti.

  • Dimensioni: 44 x 32,3 x 27.
  • Capacità: 2o litri
  • Consumo: 800 watt.
  • Ventilato: No.
  • Altre funzioni: 10 livelli di potenza, griglia tonda, 4 programmi automatici, piatto girevole in vetro, design retro disponibile in tre colorazioni (menta, rosso, bianco), funzione eco per risparmiare sui consumi.

Candy EGO-G25DCO

Candy EGO-G25DCO
Il miglior forno a microonde per chi vuole distinguersi e cerca un prodotto unico e versatile? Il Candy EGO-G25DCO

E’ il miglior forno a microonde per chi, pur non volendo spendere cifre astronomiche, cerca un prodotto veramente innovativo, unico e in grado di differenziarsi dalla massa.

Parliamo del Candy EGO-G25DCO, senz’altro uno dei microonde di ultima generazione che ha saputo rinnovare l’offerta Candy senza rinunciare alle caratteristiche di praticità, convenienza e funzionalità.

Il Candy EGO-G25DCO si presenta innovativo fin dal design, grazie a una serie di modelli coloratissimi e che non passano inosservati. Verde, arancio, bianco, cromato o silver; qualunque sia lo stile della vostra cucina, questo microonde saprà ravvivarlo. Il merito va anche alle sue linee, moderne e di tendenza. Il vetro anteriore è particolarmente largo e confortevole. In più, l’interfaccia ultramoderna vi conquisterà a prima vista.

Questo modello dispone di tutte le caratteristiche che Candy ha brevettato per i suoi microonde. La funzione Start Express, che lo accomuna al Candy CMW2070DW recensito in precedenza, permette di attivare il forno alla massima potenza per 30 secondi.

Al termine, basta premere nuovamente il pulsante per prolungare la cottura di altri 30 secondi. In questo modo non sarà necessario destreggiarsi fra combinazioni astruse e programmi di difficile gestione. Anzi, il Candy EGO-G25DCO permette di scegliere fra ben tredici funzioni preinstallate.

Non dovremo preoccuparci di nulla, penserà in automatico il forno ad adattarsi a qualunque alimento vorremo preparare. E la qualità della cottura sarà sempre eccellente.

Ma il Candy EGO-G25DCO dispone anche di molte altre funzionalità particolarmente utili. Fra queste ricordiamo il Blocco bambini, indispensabile se abbiamo dei figli piccoli e temiamo che possano attivare il forno per sbaglio.

Basterà attivare la funzione per mettere al riparo il nostro Candy EGO-G25DCO da accensioni occasionali o maldestre. E a quel punto solo un adulto potrà disattivarla, rendendo così nuovamente operativo il forno a microonde. Come se non bastasse, il Candy EGO-G25DCO dispone di un’apposita teglia per gli amanti del cibo “crisp”.

Nonostante non sia fornito di tale funzione, infatti, basterà combinare microonde e grill per ottenere cibi dalla doratura sempre perfetta e croccante. Provare per credere!

  • Dimensioni: 44 x 32,3 x 27.
  • Capacità: 2o litri
  • Consumo: 800 watt.
  • Ventilato: No.
  • Altre funzioni: 10 livelli di potenza, griglia tonda, 4 programmi automatici, piatto girevole in vetro, design retro disponibile in tre colorazioni (menta, rosso, bianco), funzione eco per risparmiare sui consumi.

Samsung Smart Oven HotBlastT MC35J8088LT

Samsung smart Oven HotBlastT
Il miglior forno a microonde per gli esperti e gli addetti ai lavori è il Samsung smart Oven HotBlastT; un modello di fascia altissima, dalle innumerevoli funzionalità e dotato di un grill XXL per tutte le vostre esigenze.

Fra i vari microonde di fascia alta, il Samsung Smart Oven HotBlastT MC35J8088LT è sicuramente il più indicato per i professionisti.

Chi cerca un forno a microonde dotato di tutti i comfort, all’avanguardia, performante e dalle mille funzionalità non potrà che scegliere questo modello.

Il Samsung Smart Oven HotBlastT MC35J8088LT è la punta di diamante di casa Samsung. Naturalmente anche il prezzo è di alto livello, e potrebbe scoraggiare chi cerca un forno a microonde per tutti i giorni.

D’altra parte, per gli amanti della cucina e i professionisti del settore, il Samsung Smart Oven HotBlastT MC35J8088LT non ha confronti.

Questo modello unisce le funzioni di un tradizionale forno ventilato a quelle di un microonde, e dispone anche di un grill XXL.

Le nostre grigliate di carne, pesce o verdure saranno un gioco da ragazzi grazie al Samsung Smart Oven HotBlastT MC35J8088LT.

Nonostante la sua portata (che raggiunge addirittura i 35 litri), poi, consuma solo 900 watt, come un normale forno a microonde di fascia media. Ciò è possibile grazie alle componenti interne particolarmente curate e all’innovativo sistema Hot BlastT sviluppato dai tecnici Samsung.

Il cibo viene investito da una vera e propria onda rovente, attraverso fori multipli all’interno del forno a microonde. Il risultato è una cottura sempre uniforme, omogenea e dalla consistenza eccezionale. Nel giro di pochi minuti, i nostri piatti saranno perfettamente dorati e croccanti all’esterno e morbidi e succosi internamente.

Ma il Samsung Smart Oven HotBlastT MC35J8088LT non si limita a offrire grigliate e dorature di qualità superiore. E’ infatti ideale anche se amiamo i fritti e vogliamo prepararli nel modo migliore.

Grazie alla tecnologia Slim Fry, le pietanze cotte sulla griglia risultano particolarmente croccanti e leggere. Inoltre, combinando la cottura ventilata con il grill, non sarà neppure necessario utilizzare grandi quantitativi di olio per le fritture… con conseguenze positive anche per la salute.

E se amiamo gli yogurt fatti in casa o vogliamo preparare da noi la pasta fresca, oppure il pane, nessun problema. Il Samsung Smart Oven HotBlastT dispone di un’eclusiva funzione per fermentare o lievitare i cibi.

Resistente alla ruggine ed estremamente facile da pulire, è senza dubbio il miglior forno a microonde per chi cerca la perfezione.

  • Dimensioni: 52,8 x 47 x 40,4.
  • Capacità: 35 litri
  • Consumo: 900 watt.
  • Ventilato: Sì.
  • Altre funzioni: Dual Power Gril XXL per piatti anche di grandi dimensioni, Child Lock, Funzione Auto-cook, Funzione Keep Warm, funzione Reheat, sistema HotBlast per cuocere o scaldare le vivande in pochissimi minuti, tecnologia Slim Fry per fritti ultra croccanti,  funzione per fermentare gli yogurt o lievitare pane e pasta, rivestimento Ceramic Inside resistente a ruggine e graffi.

Per concludere…

Come abbiamo visto, i forni a microonde possono essere davvero versatili. Naturalmente niente ci impedisce di scegliere il miglior forno a microonde se vogliamo solo scongelare i surgelati e le pizze. Ma, se abbiamo a disposizione un budget di almeno un centinaio di euro e vogliamo sbizzarrirci, troveremo molte soluzioni adatte a noi.

Sia che preferiamo un microonde tradizionale o un modello combinato, non avremo che l’imbarazzo della scelta. Amazon ci dà la possibilità di confrontare i prezzi per ciascun modello, consentendoci di acquistare al prezzo più conveniente.

Con le loro funzioni avanzate e la rapidità di cottura, i forni a microonde ci conquisteranno al punto che sarà davvero difficile farne a meno. Inoltre, i modelli più avanzati permettono anche di cuocere al vapore, o con il grill.

La praticità del microonde sposa le funzionalità dei normali forni a cui siamo abituati. E il risultato, quasi sempre, supera le aspettative di chi era riluttante a “convertirsi” al microonde.

Migliore pentola a pressione: prezzi, recensioni e consigli (2019)

Stai cercando la migliore pentola a pressione? Innanzitutto che cos’è? La pentola a pressione è un accessorio che ormai nelle nostre case non può mancare, un valore aggiunto per nostre cucine già ricche di macchinari ed elettrodomestici che facilitano la nostra vita.

Perché oggigiorno sono molte, moltissime le donne che lavorano ed è difficile, con il tempo libero limitato che si ha a disposizione, dare vita a pasti genuini e sani. S

  • arebbe molto più semplice preparare bruschette o insalate, o affidarsi a cibi precotti o a domicilio, ma vuoi mettere la soddisfazione di preparare una succulenta cenetta con le proprie mani? Magari ottimizzando i tempi, proprio con l’aiuto della pentola a pressione.

Questo comodo e, con ogni probabilità, indispensabile elettrodomestico prepara abilmente qualsiasi tipo di pietanza: dalla carne agli stufati, passando per le verdure ed il pesce. Anche se si ha a disposizione un tempo limitato, la cucina risulterà gustosa e sana, grazie all’utilizzo del vapore.

  • Utensile piuttosto diffuso negli anni ’60 e ’70, ora sta tornando a far capolino nelle nostre case, grazie anche agli ulteriori passi in avanti in termini di materiali e sicurezza. In virtù di ciò, vi proponiamo questa guida scorrevole ed esaustiva, al fine di rendere più consapevole il vostro acquisto.

Tra i tanti, tantissimi modelli in commercio, non è raro che si possa buttare i soldini in un apparecchio non adatto alle nostre esigenze. Di seguito, quindi, alcuni consigli indispensabili.

Migliore pentola a pressione: cos’è e come si usa

Come già accennato, si tratta di uno strumento molto utile in casa, soprattutto per chi ha molti impegni e sempre meno tempo da dedicare alla cucina. Essa, infatti, permette di realizzare varie tipologie di cotture,  in modo sano e veloce.

A differenza delle comuni pentole, la pentola a pressione è caratterizzata dallo sfruttamento di pressione che si crea proprio al suo interno e che permette la cottura dei cibi. In sostanza, il cibo non viene bollito, ma cotto al vapore. Tecnica di cottura che, come sapete, garantisce di mantenere intatte le proprietà nutrizionali degli alimenti.

  • In termini pratici, occorre inserire all’interno dell’apparecchio dell’acqua e, una volta posizionata sul fornello con relativo coperchio ermetico, essa arriverà ad una temperatura di 110/120° garantendo una cottura ottimale.

Parlando di sicurezza, proprio sul coperchio vi sono due valvole:

  • la valvola di sicurezza fa sì che la pentola non si possa aprire finché la pressione interna non si sia abbassata al fine di evitare scottature;
  • la valvola di cottura, invece, permette la fuoriuscita di vapore in eccesso, alzandosi automaticamente, al fine di evitare che l’apparecchio scoppi per il troppo calore.

Migliore pentola a pressione: quali tipi di cotture è possibile fare?

Ne sono diverse, ecco, infatti, che viene fuori la versatilità di questo prodotto! Elenchiamone alcune:

  • Brasato: dorando prima i filetti, poi sfumandoli con brodo o vino
  • Stufato: che possono essere di carne, di pesce o di verdura
  • Bollito: anche in questo caso, sia di carne che di verdura
  • Arrosto: specialmente di carne
  • Cottura a vapore tradizionale o a bagnomaria

Gli alimenti che maggiormente vengono trattati con la pentola a pressione sono: carne, pesce, verdure, frutta, legumi, patate e riso.

Migliore pentola a pressione: come scegliere

Prima di passare alla selezione vera e propria delle pentole a pressione attualmente sul mercato, vorrei dilungarmi in una panoramica generale al fine di valutare quale siano i parametri essenziali da tenere in considerazione per un eventuale acquisto.

  • FUNZIONI. Probabilmente è la prima discriminante nella scelta di una pentola a pressione. Come abbiamo già detto, di tipologie ce ne sono diverse, forse fin troppe, tanto da rendere confusionale un’ipotetica scelta. Tante, sono, infatti le funzioni che rendono questo apparecchio più o meno tecnologico. Noi abbiamo voluto dividerle in 4 diverse tipologie:
    • pentole tradizionali: sono le classiche, che non hanno funzioni particolari. Le basic, se vogliamo utilizzare un linguaggio moderno. Nonostante sia basica, appunto, permette la cottura dei cibi in tutte le modalità precedentemente descritte. E’ dotata di coperchio ermetico e doppia valvola.
    • pentole elettriche: sono una via di mezzo tra le slow cooker e le pentole a pressione con display (delle quali ci occuperemo nel prossimo punto). Ovviamente questo attrezzo necessita di essere attaccato ad una presa di corrente per funzionare adeguatamente.
    • pentole con display: sono le pentole a pressione più moderne, dotate di questo display sul davanti, grazie al quale è possibile personalizzare la cottura o seguire delle ricette prestabilite. Queste tipologie di apparecchi, solitamente, sono accompagnati anche da opuscoli e ricettari per dar libero sfogo alla vostra fantasia e creatività.
    • pentole ad induzioni: sono quelle di ultima generazione, che necessitano di un piano ad induzione per funzionare. Possono anche avere il display.
  • CAPIENZA. Naturalmente tra le discriminanti immediate che determinano l’acquisto o meno di un prodotto vi è la capacità, o la capienza. I prodotti più piccoli in termini di dimensioni sono naturalmente quelli che hanno una capacità ridotta, rispetto a quelle pentole molto capienti. Quindi vien da sé che, se avete una famiglia numerosa, dovete per forza di cose scartare la prima opzione.
    • Le pentole a pressione dal punto di vista della capienza si dividono in due grandi gruppi:
      • quelle che vanno dai 3 ai 5 litri (le piccole)
      • quelle che vanno da 7 a 12 litri (le più capienti). Queste sono particolarmente indicate per famiglie composte da 4 persone, mentre la prima per single o famiglie fino a 3 componenti.
  • MANUTENZIONE E AVVERTENZE. Dovendo reggere temperature molto alte, queste pentole sono costruite con materiali piuttosto resistenti. Le pentole tradizionali sono realizzate in acciaio inox ed esse posso essere lavate tranquillamente in lavastoviglie.
    • Le pentole più moderne, invece, ad esempio quelle che hanno il display, sono realizzate solitamente con doppio materiale: acciaio inox all’esterno e materiale antiaderente all’interno. Se dotate di due parti, quindi una estraibile, possono essere messe anch’esse in lavastoviglie.
    • Per quanto riguarda la paura infondata di veder letteralmente scoppiare la pentola sul gas di casa, dobbiamo affermare che ormai questi macchinari sono assolutamente sicuri, anche grazie alle due valvole di cui parlavamo sopra.

Dopo questo breve elenco di caratteristiche da tenere in considerazione per l’acquisto della migliore pentola a pressione, vediamo insieme quali sono i modelli da tenere in considerazione.

Migliore pentola a pressione – La più capiente

Seb Clipso P4411406

Migliore pentola a pressione - Seb Clipso P4411406Il costo di certo non è indifferente (più di 200 euro), ma questa pentola a pressione è una delle più capienti in commercio: ben 10 litri.

E’ bene comunque specificare che l’azienda produttrice ne fornisce 4 diverse capacità: 4.5 litri, 6 litri, 8 litri oppure 10 litri.

La particolarità di questa pentola a pressione sta nei diversi metodi di cottura che si possono utilizzare: ben 3. A seconda di quale si decide di usare, il tempo di cottura può diminuire o aumentare.

Oltre a questo la vera comodità sta nel timer; questo permette di programmare la pentola pressione.

Vediamo infine, in dettaglio, la scheda tecnica di questa pentola a pressione:

  • Brand: Seb
  • Capacità: ne esistono diverse
  • Peso articolo: 4,6 Kg
  • Dimensioni prodotto: 39 x 30 x 28 cm
  • Materiale: acciaio inossidabile

Migliore pentola a pressione – Rapporto qualità/prezzo

Lagostina Clipsò

Migliore pentola a pressione - Lagostina Clipsò

Questo modello ha una capienza di 6 litri ed offre diverse modalità di cottura a seconda della quantità di vapore che si decide di utilizzare.

Questa pentola a pressione permette di risparmiare fino a ben 35% di tempo e il 20% di energia rispetto ad una tradizionale pentola a pressione.

Ottimi i materiali con il quale questa pentola a pressione è stata costruita: il corpo in acciaio inox 18/10 e il fondo impilato a tre strati acciaio-alluminio-acciaio, adatto anche all’induzione.

Anche questo modello è dotato di un apposito timer:  è sufficiente decidere il tempo di cottura ed una volta che la pentola entra in pressione, il conto alla rovescia parte automaticamente. Quando la pentola avrà terminato la cottura, sarà emesso un apposito suono.

Vediamo infine un riassunto, nella scheda tecnica:

  • Marchio: Lagostina
  • Colore: Blu
  • Peso articolo 2,62 Kg
  • Dimensioni prodotto 36 x 24 x 21 cm
  • Capacità 6 litri
  • Materiale Acciaio Inossidabile
  • Lavabile in lavastoviglie

Migliore pentola a pressione – Per tutte le esigenze

WMF Perfect: piccola e utile

Migliore pentola a pressione - WMF Perfect ProProdotta in Germania, la confezione contiene una pentola a pressione: con capacità a 4,5 litri. (ma sono disponibili diversi modelli con diverse capienze).

Realizzate entrambe con acciaio inox antigraffio marcato Cromargan, sono l’ideale per famiglie piccole – medie e grandi.

Niente più sprechi grazie alla graduazione posta all’interno delle pentole per permettere un dosaggio preciso sia di liquidi che di solidi.

Il coperchio e le pentole sono lavabili in lavastoviglie, il manico solo sotto acqua corrente.

Vediamo insieme in dettaglio la scheda tecnica:

  • Pentola a pressione 4,5 l con coperchio
  • Materiale: acciaio INOX 18/10
  • Fondo adatto a tutti i piani cottura, anche quelli a induzione

Migliore pentola a pressione – La più economica

Tefal Secure 5 Neo

Migliore pentola a pressione - Tefal Secure 5 NeoTra i brand più apprezzati del momento, Tefan ormai è sinonimo di garanzia ed affidabilità. Ovviamente questa pentola a pressione non fa eccezione e si è imposta sul mercato accaparrandosi una fetta congrua di consumatori.

Gli ottimi qualità, l’acciaio super resistente e il fondo spesso che permette una distribuzione uniforme del calore sono i suoi cavalli di battaglia.

Ma non è tutto: permette la cucina su due livelli, essendo dotata di cestello interno. Regolabile è il fastidioso fischio del vapore, ma non solo: la pentola è dotata di due manici. Il primo, più lungo, ideale per aperture e chiusure facilitate, e il secondo più corto per gli spostamenti sulla tavola.

Da sottolineare la capienza: ben 6 litri di capacità! Ottima per chi ha una famiglia numerosa o ama ospitare commensali a casa propria. Ecco la scheda tecnica in dettaglio:

  • Capienza: ne esistono diverse, 4-6-8 litri
  • Materiale: acciaio inox
  • Timer: no

E’ una semplice pentola a pressione, per chi non è esigente e chiede poche funzionalità. Comunque consigliatissima.

Conclusione

Spero con questo excursus sulla migliore pentola a pressione e sui modelli più gettonati del momento di avervi indirizzato verso un acquisto più consapevole. Nel caso abbiate bisogno di maggiori informazioni, il nostro team di esperti sarà ben felice di rispondere alle vostre domande.

Miglior estrattore di succo – Offerte e prezzi dei migliori (2019)

Le nostre abitudini alimentari stanno vi via cambiando. Via a tutto ciò che è confezionato e artefatto. Negli ultimi tempi si sta prediligendo, infatti, un’alimentazione più sana ed equilibrata. Dunque si agli alimenti biologici preferendo in particolar modo frutta e verdura. Ecco il perchè della nostra guida al miglior estrattore di succo.

È proprio in questa ottica che stanno cambiando anche i tipi di acquisti di noi italiani. Alcuni elettrodomestici si stanno imponendo prepotentemente nel nostro mercato.

  • Tra questi l’estrattore di succo, piccolo elettrodomestico che sta popolando sempre più le case degli italiani. Esso sta mettendo sempre di più da parte le centrifughe che, sembrano ormai passate di moda.

Detto anche slow juicer, l’estrattore è arrivato nel nostro paese relativamente tardi rispetto al suo esordio negli Stati Uniti già a partire dagli anni ’50 e ’60.

Ma cosa fa con precisione questo piccolo elettrodomestico? L’estrattore di succo è in grado di estrarre a freddo succo da frutta e verdura.

  • Attraverso un filtro, l’estrattore schiaccia frutta e verdura, elimina le parti fibrose e restituisce quanto più succo possibile. Tanti i tipi di frutta e verdura che possono essere sottoposti a questo processo, anche la frutta secca come mandorle e noci.

Miglior estrattore di succo – Perché usare l’estrattore?

Per un’alimentazione sana e nutriente, frutta e verdura non possono mancare perché ricchi di principi micronutrienti indispensabili al nostro organismo. Ricchi di vitamine, sali minerali, oligoelementi, acqua biologica ecc, questi alimenti danno il massimo di loro stessi se assunti a crudo.

La cottura infatti può eliminare gran parte degli elementi nutritivi appena detti. E allora perché perdere questa occasione? Perché perdere la possibilità di assimilare velocemente i principi nutrienti di frutta e verdura? Proprio per questo motivo si è diffusa, in Italia e nel mondo, la sana abitudine di assumere succhi di frutta e verdura a crudo.

  • Prediligere i succhi a freddo fatti in casa rispetto a quelli commerciali che contengono conservanti e alte concentrazioni di zucchero aiuta l’organismo.

I succhi a freddo non solo offrono grandi quantità di micronutrienti, ma sono più digeribili, danno più energia, facilitano la perdita di peso e la disintossicazione del sangue. Dunque un vero toccasana per il nostro organismo.

Ecco perché l’estrattore di succo sta riscuotendo così tanto successo piazzandosi tra i piccoli elettrodomestici più venduti.

Estrattore o centrifuga? Le differenze

Come anticipato negli ultimi tempi le centrifughe sono state messe da parte dall’estrattore. Ma cosa  cambia tra un succo fatto con l’estrattore e uno fatto con una centrifuga?

Ce lo spiega in modo semplice e chiaro uno studio giapponese della Techno Science Japan che ha comparato i due succhi. Il risultato è chiaro: l’estrattore riesce a tirare fuori da frutta e verdura più vitamine e micronutrienti rispetto alla centrifuga.

  • Ma ci sono differenze anche sulle quantità: l’estrattore estrae circa il 20-30% di succo in più rispetto alla centrifuga. Grande risparmio dunque sulla quantità di frutta da comprare con una resa migliore.

Altro fattore è quello dell’ossidazione. I succhi prodotti dalle centrifughe si ossidano più velocemente e per questo vanno bevuti appena fatti e non si possono conservare. Quelli fatti invece con l’ estrattore possono essere conservati fino a 48 ore in un recipiente chiuso in frigorifero.

  • Il succo prodotto con l’ estrattore, inoltre, è più omogeneo: mantiene il colore e l’odore intatto, fresco e gradevole come appena fatto. I succhi centrifugati invece si separano immediatamente creando degli strati nel bicchiere.

Tenendo a mente tutto ciò quali sono i parametri da tenere a mente nella scelta dell’estrattore? Vediamo insieme.

Miglior estrattore di succo – Come scegliere: i consigli

La prima cosa da sapere nel momento in cui si decide di comprare un estrattore di frutta è che, nonostante il successo ottenuto, è un elettrodomestico costoso.

Tanta è la concorrenza tra le varie marche che ne propongono vari modelli per varie fasce di prezzo, ma se vorrete fare un buon acquisto, con un apparecchio che rispetti tutte le normative, mettete in conto di non poter spendere meno di 150 euro.

  • Questa la soglia base da dove partire per orientare i vostri acquisti, salendo via via di prezzo per modelli più sofisticati e professionali che costano diverse centinaia di euro.

Come e quale scegliere? Tanti sono i parametri da tenere in considerazione:

  • Estrattore di succo verticale ed orizzontale. La prima scelta da fare è sulla tipologia dell’elettrodomestico. In commercio esistono due tipologie di estrattore di succo a freddo:
    • quelli di tipo verticale, si sviluppano in altezza e oggi sono quelli più diffusi. Perché? Facili da pulire ed utilizzare e soprattutto perché occupano meno spazio.
    • quelli orizzontali, sono più ingombranti e hanno una forma simile a quelli degli spremiagrumi ma hanno le stesse funzionalità dei verticali.
  • Le funzionalità. Sostanzialmente gli estrattori di frutta funzionano tutti allo stesso modo. Ci sono, però, alcuni modelli che hanno delle funzionalità specifiche rispetto ad altri.
    • Ad esempio alcuni sono in grado di estrarre il succo dalla frutta congelata; altri sono capaci di schiacciare anche la frutta dura come quella secca; altri ancora restituiscono ottimi sorbetti.

Questa diverse funzionalità dipendono da due fattori: dalla potenza del motore e dai materiali con cui le componenti dell’estrattore di succo sono costruite.

  • Potenza del motore. La potenza del motore e la velocità di rotazione è un fattore molto importante per l’acquisto di un estrattore. Secondo alcune marche produttrici più la velocità di rotazione è inferiore migliore è la qualità del succo estratto.
    • La lentezza di rotazione che si aggira intorno ai 40 giri al minuto caratterizza gli estrattori di succo più costosi e ricercati sul mercato attualmente.
    • Un fattore che sembra interessare sempre più le grandi case produttrici che puntano su una maggiore qualità del prodotto che stanno sempre più mettendo da parte i modelli che hanno una velocità di rotazione di 80 giri al minuto.

Miglior estrattore di succo –  Da 600 a 500 euro

  • Hurom HH-WBE11

Miglior Estrattore di succo - Hurom HH-WBE11

Come anticipato la Hurom è la marca degli estrattori per eccellenza che si posizione sempre un gradino sopra le altre. L’abbiamo scelta infatti come la migliore in assoluto.

In particolare abbiamo scelto il modello HH-WBE11 di seconda generazione, evoluzione del Modello HH (HU-700) vincitore del Red Dot design 2013, come il migliore tra gli estrattori di frutta che troviamo oggi sul mercato.

Se cercata un ottimo elettrodomestico per preparare succhi, frullati a volontà, cercate qualità ed esperienza senza badare a spese con Hurom HH-WBE11 farete la scelta giusta. Vediamo insieme perché.

CARATTERISTICHE. Partiamo col precisare che questo è un modello di tipo verticale e che quindi si sviluppa in altezza, facendo risparmiare molto spazio in cucina.

  • Un prodotto abbastanza maneggevole, non molto pesante e per questo facile da spostare.
  • Abbastanza stabile grazie ai piedini antiscivolo posti sotto la macchina che assicurano la fermezza sul piano di lavoro mentre la macchina è in azione.

Ma guardiamo le specifiche che fanno di questo elettrodomestico un top di gamma.

MOTORE. Una resa impeccabile per un elettrodomestico che sembra essere instancabile. Il motore da 150 watt, è di nuovo fattura e assicura una velocità inferiore rispetto ai primi modelli.

  • Assicura una buona resistenza anche dopo un utilizzo prolungato. Potrete usarlo tranquillamente anche per 20-30 minuti consecutivi e non ci saranno problemi.

Hurom è sempre un passo avanti agli altri ed è la marca ben conosciuta per saper portare per prima  le innovazioni sul mercato. Bene lo ha fatto anche con la bassa velocità proprio attraverso gli estrattori di seconda generazione di cui HH-WBE11 ne è l’esempio migliore.

Questo modello presenta una nuova coclea che effettua l’estrazione del succo a basse velocità.

  • 40 giri al minuto assicurano un succo migliore ed in maggiore quantità, preservando e mantenendo inalterate le proprietà organolettiche della frutta e della verdura.

Insomma frutta e verdura vengono schiacciati più lentamente ma avrete un succo certamente migliore, omogeneo e delicato.

ACCESSORI. Questi i punti di forza di questo nuovo ed ultramoderno elettrodomestico. Ma diamo un’occhiata anche agli accessori in dotazione.

  • Novità di questo modello una leva posta sulla brocca che serve a controllare e regolare la quantità di polpa che andrà nel bicchiere.
  • A questo si unisce il tappo salvagoccia che evita perdite di liquidi ed insieme alla leva fa si che ognuno possa “personalizzare” il proprio succo decidendo la quantità di fibra da inserire.

La casa madre fornisce, inoltre, anche due tipologie di filtri in grado di realizzare due consistenze di succhi diversi.

  • Uno a maglie strette per chi ama i succhi più liquidi, l’altro a maglie larghe per chi preferisce i succhi più densi. Inclusi nel kit oltre l’utensile per spingere giù frutta e verdura e due spazzolini per la pulizia del filtro e della coclea.

Attenzione, poi, ad effettuare con accortezza la pulizia della macchina, in modo delicato e minuzioso. Una manutenzione che non risulta affatto difficile in quanto tutti i componenti dell’estrattore sono facilmente estraibili e lavabili in lavastoviglie.

PARERE. Questo estrattore di succo, dunque è un vero campione nella preparazione di succhi, frullati e bevande a base di frutta e verdura.

  • Compatto, di ottima finitura e di ultima generazione prepara per voi composti che mantengono inalterate le proprietà di frutta e verdura per bevande sane ed equilibrate.
  • Una resa dunque impeccabile ad un prezzo certamente giusto per la qualità dell’offerta e del marchio che è leader nel settore.

Se cercate la perfezione Hurom HH-WBE11 è l’estrattore giusto.

Miglior estrattore di succo –  Da 300 a 200 euro

  • Philips HR1883/31

Cercate un buon estrattore di succo ma non volete spendere grandi cifre? Bene allora questa è la proposta che fa per voi! Philips HR1883/31 si pone sul mercato come una delle miglior alternative ai marchi leader di questo settore che hanno, però, la pecca di avere dei prezzi a cui non tutti possono accedere.

Degne prestazioni, buoni materiali e motore performante lo rendono tra i modelli di estrattori di succo con il miglior rapporto qualità prezzo.

Vediamo insieme quali sono le caratteristiche e le funzionalità che contraddistinguono questo modello della Philips che appartiene all’Avance Collection.

CARATTERISTICHE. Anche questo è un estrattore di tipo verticale, poco ingombrante e semplice da pulire. Peso e dimensioni contenuti lo rendono molto maneggevole.

  • Design molto accattivante tra contrasti di colori che colpiscono l’occhio. Il nero lucido, un delicato grigio madreperla e la trasparenza della caraffa lo rendono molto elegante.

MOTORE. Il motore da 200 watt è abbastanza potente ma silenzioso, nonostante la sua velocità di rotazione è di 60 giri al minuto. Un valore che si inserisce benissimo nella “diatriba” tra estrattori moderni con 40 giri al minuto e quindi lenti, rispetto a quelli leggermente più obsoleti dagli 80 giri al minuto.

  • Un motore robusto che è in grado di funzionare ininterrottamente per ben 30 min senza nessun problema di surriscaldamento.

Innovativa la tecnologia Gentle Squeezing che non prevede l’utilizzo di lame in metallo per cui il succo viene separato dalla polpa spremendolo. Un processo dunque che avviene in modo più delicato.

ACCESSORI. Ma veniamo alla componenti. Beccuccio e tappo antigoccia, un accessorio molto pratico che evita che il succo goccioli mentre viene versato. Si evita così di sporcare le superfici e di evitare che si facciano sprechi inutili.

  • Caraffa molto capiente, da 1,5 litri che può anche essere tolta.
  • Tra gli altri accessori un bicchiere per la polpa, uno spazzolino per pulire i filtri, due filtri uno a maglia larghe e l’altro a maglie più strette.
  • Inoltre anche un ricettario che vi dà utili suggerimenti per preparare frullati e succhi. Tutti i componenti di Philips HR1883/31 sono stati realizzati per essere praticamente lavati in lavastoviglie.

PARERE. Philips HR1883/31 è davvero un buon prodotto garantito da un marchio storico degli elettrodomestici. ad un prezzo medio riesce ad offrire all’utente una macchina che non ha nulla da invidiare a quelle molto costose delle marche leader.

  • La lentezza di rotazione è media quindi la qualità dei succhi è ottima. E allora cosa aggiungere? Consigliatissimo!

Miglior estrattore di succo –  Da 200 euro in giù

  • Kenwood JMP601SI

Tra i miglior estrattore di succo è il più venduto su Amazon.

Kenwood è un marchio molto noto e di certo questo prodotto rispecchia l’alta qualità offerta dagli articoli di questa famosa azienda.

Il costo è relativamente contenuto, infatti si attesta al di sotto dei 200 euro. Ideale perciò per chi cerca un buon prodotto per un uso personale.

CARATTERISTICHE. Il corpo centrale dell’estrattore (materiale: plastica) è costituito dal contenitore che ha una capienza di 1 litro. Una caraffa così capiente, permette perciò di spremere una buona quantità di frutta e verdura in una sola volta.

Nel raccoglitore polpa (con capienza di 1,3 litri) viene separato il succo dalla polpa fibrosa, permettendoti di usarla per la preparazione di brownies, burger vegetali, biscotti e altre ricette.

MOTORE. La potenza del motore è di 150W, quindi non è tra i modelli più potenti presenti sul mercato. Da apprezzare è di certo la sua silenziosità durante il funzionamento.

Molto comoda è invece la funzione risciacquo; infatti attraverso un semplice tasto, è possibile pulire dopo ogni utilizzo l’estrattore di succo.

ACCESSORI.Oltre al recipiente da 1 litro, è presente uno spazzolino per la pulizia della macchina ed un passino per il succo liscio. Questo è utile per chi preferisce una consistenza vellutata.

  • RGV Juice Art New

Miglior Estrattore di succo - RGV 110600Tra i miglior estrattore di succo, RGV Juice è un prodotto economico, adatto a chi magari acquista per la prima volta questo tipo di elettrodomestico.

RGV Juice nonostante il suo costo contenuto si mostra di discreta qualità. Un prodotto sicuramente consigliato per fare esperienza con gli estrattori ad uso casalingo.

CARATTERISTICHE. Come gli altri recensiti fin ora anche questo modello è un estrattore di tipo verticale: comodo da tenere in cucina perché poco ingombrante e semplice da pulire.

Allo stesso tempo se lo spazio che avete a disposizione è davvero contenuto e siete costretti a riporlo dopo l’utilizzo non ci sarà problema.

  • Peso e dimensioni contenute lo rendono facile da spostare. L’estrattore risulta essere anche abbastanza stabile grazie ai piedini a ventosa che anche durante le vibrazioni lo tengono salgo alla piano di lavoro.

La facilità la si ritrova anche nell’uso complessivo dell’elettrodomestico che non presenta articolari difficoltà e nel suo assemblaggio. Anche il livello di rumorosità è accettabile

Nonostante economicità del prodotto i materiali rispondono bene ad un utilizzo quotidiano. Certo non sono eccezionali e di prima qualità ma nemmeno scadenti.

  • La maggior parte dei componenti è in plastica nel rispetto delle normative sulla commercializzazione di plastica ad uso alimentare.

MOTORE. Il motore è di 400 watt, molto performante con una velocità di rotazione di 60 giri al minuto, ideale per produrre succhi di buona qualità, un valore importante che si pone sullo stesso livello dei prodotti dal costo più elevato. Attenzione però a come usarlo.

  • L’estrattore non può rimanere acceso per lungo tempo. Non lasciatelo in azione per più di 3 minuti altrimenti il motore si surriscalda. Un tempo molto basso rispetto agli estrattore di superiore livello che possono essere usati in modo continuativo per 30 minuti.

L’estrattore RGV Juice riesce a lavorare sia alimenti duri che molli, ma certo soprattutto per quelli duri le prestazioni non sono delle migliori.

  • Con la frutta morbida invece i risultati sono nella media, il sapore del succo è buono e lo scarto non è eccessivo. Piccoli problemi invece con la verdura, soprattutto quella a foglie, che tende ad incastrarsi nella coclea. Dunque attenzione a spezzettarla prima di inserirla nella macchina.

ACCESSORI. Diamo un’occhiata ora agli accessori. In dotazione il recipiente per il succo con capienza di 1 litro e quello per la polpa, uno spazzolino per la pulizia della macchina, un filtro ed un comodo ricettario, elemento non molto diffuso nemmeno nei modelli molto costosi.

  • L’unico filtro potrebbe creare il problema di non poter scegliere la consistenza del succo se più liquido o più denso. Ma questo non deve sorprendere affatto in quanto in nessun modello di estrattore economico è in dotazione il doppio filtro. Non possiamo quindi considerarla una discriminante negativa.

PARERE. Si tratta quindi di un prodotto economico e che funziona bene, molto meglio di altri suoi concorrenti. Consigliato a chi non vuole spendere un patrimonio ma vuole un elettrodomestico funzionale e pratico da pulire.

Miglior estrattore di succo – Le principali marche 

Dicevamo che il mercato degli estrattori sta interessando alla grande un vasto pubblico e di questo le grandi marche ne sono ben che felici. Si tratta però di una guerra all’ultimo sangue, a chi riesce a spuntarla di più in un mercato nuovo ma davvero molto competitivo.

Le marche storiche e note, come Philips o Ariston, si trovano a competere con altri marchi che specializzati in altri settori di elettrodomestici propongono comunque anche vari modelli di estrattori.

  • Tra questi la RGV, marchio italiano famoso per le affettatrici;
  • Panasonic, H Koenig e molte altre.
  • Tra tutte però non possiamo non citare la marca madre per eccellenza che ha lanciato l’estrattore di succo a freddo in Europa, Hurom. La marca americana non temi rivali: propone una qualità al di sopra delle altre marche per una spesa certamente più alta.

Conclusione

Hai già trovato il tuo miglior estrattore di succo? Se non sai quale scegliere oppure sei indeciso sul modello da scegliere, scrivici qui sotto nei commenti! Nel più breve tempo possibile, il team di Coseperlacasa ti risponderà!

Miglior robot aspirapolvere

Miglior robot aspirapolvere – Offerte, recensioni e prezzi – 2019

Siete maniaci del pulito? Scegliere il miglior robot aspirapolvere può essere la giusta soluzione: basta programmarlo ed il gioco è fatto, lui pulirà il pavimento al vostro posto, senza bisogno di alcun aiuto.

Amate che la casa sia sempre in ordine con un ambiente igienico ma avete poco tempo per occuparvi della pulizia dei pavimenti? No problem! La tecnologia ci viene incontro risolvendo i nostri problemi di tempo e dandoci un valido aiuto nella pulizia della casa.

Il robot aspirapolvere è un prodotto di ultima generazione, tecnologicamente molto avanzato che si sta diffondendo sempre di più nelle case degli italiani. In pratica un’evoluzione della migliore aspirapolvere.

Come si capisce bene dal nome stesso è un elettrodomestico automatizzato che tramite un telecomando o un sistema di programmazione riesce a pulire i pavimenti senza che gli si stia dietro, facendo praticamente tutto il lavoro da solo.

La sensazione di tornare a casa e trovare tutto pulito non sarà più un miraggio con un robot aspirapolvere a disposizione. Sul mercato oggi se ne trovano diversi modelli e spesso è difficile decidere quale scegliere.

Proprio per questo abbiamo stilato una guida all’acquisto ai miglior robot aspirapolvere; sarà possibile capire quali siano gli aspetti essenziali da tenere in considerazione prima di fare una scelta. Vi proponiamo inoltre una selezione dei migliori modelli in commercio.

Miglior Robot Aspirapolvere: come scegliere il migliore

SUPERFICIE DA PULIRE. La ricerca del miglior robot aspirapolvere dipende in larga parte dalla superficie che dovrete pulire. Tocca, dunque, in primo piano fare una valutazione della superficie sulla quale il robot lavorerà. È importante tenere in considerazione:

  • l’ampiezza dell’appartamento. Se si tratta di ambienti piccoli, come quelli di un monolocale, non è necessario un aspirapolvere troppo potente, necessario invece per ambienti di una certa dimensione. Questa prima discriminante di scelta si traduce anche in un risparmio di soldi, ma anche, in un risparmio energetico.
  • il tipo di materiale dei pavimenti. È normale che ogni tipo di materiale del pavimento necessiti di un tipo di pulizia diversa. Il parquet, ad esempio, avrà bisogno di un trattamento diverso rispetto al marmo. Proprio per questo i modelli più moderni e costosi sono costruiti con particolari sensori che riconoscono automaticamente il tipo di superficie da pulire adattandosi.
    • Per ogni tipo di superficie cambierà la velocità, la potenza o la rotazione delle spazzole. Perciò se in casa avete un solo tipo di pavimento potete evitare di acquistare i modelli più costosi che propongono queste caratteristiche. Sarà più facile ed economico scegliere un robot meno avanzato.

BATTERIA. Dalla metratura da pulire dipende anche la scelta del tipo di batteria che determina l’autonomia del robot.

  • Se le dimensioni della casa sono considerevoli dovrete scegliere un robot con un’autonomia alta per assicurarvi la pulizia di tutta la casa. I modelli più moderni sono dotati di un’autonomia che supera le due ore, riescono così a pulire superfici molto grandi. Nel momento in cui stanno per scaricarsi sanno tornare autonomamente alla propria base, ricaricarsi e riprendere il lavoro. Tutto ciò in totale autonomia assicurando una perfetta pulizia anche per metrature superiori a 100 mq.
  • Capite bene quindi come anche il tipo di batteria non possa essere sottovalutato. Quelle più moderne, agli ioni di litio, hanno tempi di ricarica ridotti, al di sotto delle due ore. Sono, inoltre, più compatte e leggere rispetto alle batterie Ni-MH, ovvero quelle vecchio stampo.

COMPONENTI. La qualità del miglior robot aspirapolvere dipende molto anche dalla tipologia e dalla qualità dei componenti che costituiscono il robot.

  • In primis soffermiamoci alla qualità dei materiali e delle spazzole. È normale che migliori siano i componenti migliore sarà il risultato, quindi evitate di risparmiare eccessivamente altrimenti l’elettrodomestico non avrà lunga vita e vi toccherà comprarne uni nuovo o farlo riparare.
  • Guardiamo ora la capienza del contenitore per lo sporco. Anche questo fattore dipende dalla grandezza del vostro appartamento e quindi dall’ampiezza della superficie da pulire. Un contenitore piccolo sarà comodo per case con dimensioni ristrette ma per case grandi risulterà scomodo, in quanto sarete costretti a svuotarlo spesso.

DIMENSIONI DEL ROBOT. Potrebbe sembrare una sciocchezza ma per scegliere il robot aspirapolvere adatto alle proprie esigenze bisogna anche considerare le sue dimensioni: altezza e larghezza.

  • In particolar modo prestate attenzione all’altezza del robot. Se sarà troppo alto non riuscirà a passare sotto i mobili e quindi la pulizia della casa risulterà poi incompleta.
  • Nessun problema se la maggior parte dei mobili che ci sono in casa sono sospesi; il robot aspirapolvere infatti non avrà problemi nel passare sotto di essi.

Quanto conta la marca per un robot aspirapolvere?

La marca in questi casi conta, ma non troppo. Parliamo di elettrodomestici di ultima generazione e quindi i marchi leader in questo settore sono ancora pochi.

Tra tutti però spiccano iRobot e Neato, certamente i migliori. A fare concorrenza troviamo la famosa Samsung che sta proponendo sul mercato modelli molto interessanti ed, infine, Dyson che, rispetto agli altri marchi, si sta affacciando ora su questo tipo di mercato proponendo i suoi primi modelli.

Eccezionale per rapporto qualità – prezzo è anche il brand iLife

Miglior Robot Aspirapolvere – Prezzo tra 100 e 200 euro

I migliori robot aspirapolvere, quelli capaci di interfacciarsi con un’applicazione per dispositivi mobili o di delineare una mappa completa del locale nel quale operano, hanno un costo veramente importante (tra i 400 ed i 1000 euro).

Ciò non toglie, tuttavia, che si possano acquistare realmente ottimi prodotti ad un costo molto ragionevole, perfino tra i 100 ed i 200 euro e soprattutto se ci si rivolge direttamente al mercato cinese.

Proprio per questo partirei da quello che è un prodotto cinese che mi ha stupito molto.

Robot aspirapolvere ILIFE V7S Pro

Robot aspirapolvere ILIFE V7s proL’ILIFE V7S Pro è acquistabile a circa 150 euro dalla Cina con spedizione “Priority line” (senza dogana e con consegna in circa 15-20 giorni) e da Amazon ad un prezzo decisamente diverso (255 euro circa).

Eppure…Eppure è veramente un bel robot che può anche lavare oltre che aspirare.

La scatola contenente il robot aspirapolvere è molto elegante e completa perfino di alcune parti di ricambio (un filtro per la polvere, uno straccio per il lavaggio ecc…).

Il robot si presenta in una elegantissima colorazione rosa gold e bianca (per le parti in plastica) ed il suo utilizzo è veramente di immediata comprensione sebbene consiglio caldamente di leggere il libretto di istruzioni.

In particolare, il robot è veramente smart: inserendo il contenitore per la polvere provvederà ad aspirare mentre, montando il secondo box pieno d’acqua e lo straccio, esso provvederà al lavaggio. Torna alla base da solo quando è scarico oppure dopo aver premuto l’apposito tasto sul telecomando.

Alla prima accensione, l’esperienza non sembrerebbe delle migliori: si vede vagare questo robot per casa senza una meta, in maniera sin troppo silenziosa, quasi come se non fosse potente. Eppure, dopo un’ora e mezza di utilizzo, tirando fuori il cestello, si scopre come il risultato finale sia incredibile.

In definitiva, quindi, il robot si muove senza un’apparente logica, senza una meta ma, lasciato al suo lavoro, riesce a destreggiarsi in maniera egregia e quasi stupefacente.

Per quanto riguarda il lavaggio, invece, il robot lascia cadere 4 gocce al secondo e, passando lo straccio, riesce comunque ad offrire un buon risultato.

Consiglierei, pertanto, anche alla luce dei consumi (la batteria da 2500mAh assicura un lavoro di diverse ore), un lavoro costante e programmato così da avere una casa sempre pulita. Il robot troverà più difficoltà, infatti, nel lavare superfici particolarmente sporche o nell’aspirare gusci od altra spazzatura di dimensioni importanti.

Io consiglio l’acquisto da Gearbest, dal quale lo abbiamo preso noi stesso, per il prezzo irrisorio a cui viene venduto. Bisogna attendere, ma il prezzo ed ottimo e non ci sono comunque spese di dogana. In alternativa lo si può ricevere in 5-10 giorni grazie alla spedizione dal magazzino europeo di Gearbest cambiando le impostazioni in “Warehouse Options”.

Per la valutazione completa del robot, inoltre, abbiamo da poco scritto una recensione dell’ILIFE V7S Pro, ovvero dedicata a questo modello.

Robot aspirapolvere Ariete 2718 Xclean

robot aspirapolvere Ariete 2718 XcleanTra i miglior robot aspirapolvere a buon prezzo non poteva di certo mancare il marchio Ariete. Un elettrodomestico tutto italiano che è tra i più venduti robot di fascia bassa.

Questo modello è indicato per chi non vuole spendere grandi cifre, rispetto ai prezzi elevati dei principali marchi concorrenti che si trovano sul mercato.

Certamente Ariete 2718 Xclean  non è un  prodotto di qualità eccellente, tuttavia fa bene il suo lavoro soddisfacendo molto le aspettative degli utenti.

SENSORI. È un robot aspirapolvere che lavora in autonomia attraverso un sistema di navigazione intelligente. Nel mentre pulisce la casa riesce a cambiare direzione quando rileva gli ostacoli. Inoltre ha anche la capacità di ritornare alla base di ricarica una volta scarico.

  • Allo stesso tempo è dotato di un sensore del vuoto che gli permette di rilevare anche le scale evitando cadute o ribaltamenti. L’essenziale per potersi muovere in casa in autonomia. Non è presente, infatti, un sistema di mappatura dello spazio o memorizzazione del percorso effettuato.

DIMENSIONI. Le dimensioni rientrano più o meno negli standard. Una forma circolare con un diametro di 30 cm ed un’altezza di 7,5 cm che consente al robot di passare in modo agevole sotto i mobili ed i letti.

PROGRAMMI. Ma vediamo ora le opzioni di pulizia. Trattandosi di un modello di fascia bassa troveremo dei programmi base e non bisogna stupirsi se mancano funzioni più avanzate che troviamo solo nei modelli di alta qualità.

  • Quello breve indicato con il tasto S (Short) che dura 5 min, indicato per pulire una precisa area della casa.
  • Poi troviamo il programma medio: selezionando il tasto M (Medium) il robot lavorerà per 30 minuti. Questo programma è idoneo per pulire locali non molto grandi, magari stanze fino a 25 mq.
  • Ed infine troviamo il programma lungo, indicato con il tasto L (Large) della durata di 1 ora per le stanze più grandi o gli appartamenti di piccole dimensioni.

SPAZZOLE. Questo robot aspirapolvere riesce a pulire bene anche negli angoli e nei bordi più difficili grazie alle spazzole laterali rotanti.

  • Dalla pulizia non vengono esclusi i peli degli animali e la polvere più sottile grazie all’aspirazione molto potente che riesce a catturare davvero la minima traccia di sporco.

OPINIONE. Dunque, come è evidente, questo modello Ariete fa bene il suo lavoro nelle sue funzioni basilari. Se cercate la praticità e la convenienza è certamente un buon prodotto, non considerate però questo come il miglior robot aspirapolvere.

  • Se non vi interessa un elettrodomestico sofisticato ma la cosa principale che cercate è che il robot faccia solo il suo lavoro, ovvero pulire casa, sceglietelo. Lo consigliamo, quindi, a chi non ha voglia di spendere molto pretendendo risultati apprezzabili.

Robot aspirapolvere ILIFE A4s

Miglior Robot Aspirapolvere - ILIFE A4s

E’ il miglior robot aspirapolvere della fascia medio-bassa; seppure la marca non sia delle più conosciute, questo robot ILife ha raccolto nel tempo centinaia e centinaia di recensioni più che positive.

PROGRAMMI. Nonostante il prezzo assai contenuto, questo robot aspirapolvere è in grado di raccogliere anche con lo sporco più ostico; infatti grazie alle apposite lame (a spirale) permettono di pulire in modo efficiente tutte le superfici.

Non solo nel software del robot aspirapolvere è inclusa anche l’esclusiva tecnologia “Mini-Stanza” che permette di massimizzare la carica del robot; infatti aiuta ed organizza orari per consentire la pulizia di stanze più piccole.

Ad accrescere il potere pulente c’è la possibilità di scegliere tra due apposite modalità di aspirazione:

  • normale. La potenza aspirante è minore rispetto alla modalità MAX; consigliamo quindi di attivarla nel caso sia necessario pulire spazi non troppo sporchi.
  • MAX. Per attivare questa funzione è molto semplice: basta premere sul pulsante MAX del telecomando; sarà indispensabile attivare questo programma ogni qual volta dobbiate pulire superfici molto sporche o anche tappeti. Ricorda però che la batteria si consuma molto più velocemente, rispetto alla modalità “normale”.

RICARICA. Grazie alla potente batteria di cui dispone questo robot aspirapolvere, l’autonomia arriva fino a 120-140 minuti di lavoro. Una volta terminato il suo lavoro, il robot torna automaticamente alla stazione di ricarica.

SENSORI. Dispone del sensore anti-caduta ed anche di altri sensori (in totale sono 10) che gli permettono di evitare ostacoli; non dispone invece di un software in grado di mappare la stanza. Ricordiamo infatti, questa funzione è riservata solamente a robot molto più cari.

Nonostante ciò il robot ILife è comunque intelligente, infatti “mette in gioco” un comportamento adattivo;  cioè si ricorda degli ostacoli ed anche delle zone già pulite.  Non si dimentica neanche dei punti più ostici, infatti ritorna su di essi passandoci ad una velocità ridotta.  Da segnalare che non ci sono muri virtuali per limitare il suo percorso.

OPINIONE. Nel complesso si può dire che questo robot aspirapolvere è promosso a pieni voti, soprattutto considerando il rapporto qualità-prezzo.

Miglior Robot Aspirapolvere - ILIFE A4ss

Infatti rispetto ai modelli della stessa fascia di prezzo, dispone di una potere pulente molto maggiore; da sottolineare infine anche la qualità e i movimenti delle spazzole.

Anche dal punto di vista dei sensori questo robot non delude; ne dispone più di 10, il più importante è forse quello per prevenire la caduta da scale o piani alti.

E’ bene sottolineare però che questo ILIFE non dispone di funzioni avanzate (logicamente riservate a modelli più cari); infatti per esempio non dispone di: mappatura delle stanze, muri virtuali o programmi più specifici.

Concludendo perciò, questo robot ILIFE è assolutamente consigliato a tutti coloro che cercano un prodotto completo, ma non avanzato.

Miglior Robot Aspirapolvere – Prezzo 300 – 400 euro

Nella fascia dei robot da 300 – 400 euro si iniziano a trovare aspirapolvere smart di altissimo profilo con funzioni uniche ed avanzate.

Robot aspirapolvere iRobot Roomba 671

Miglior Robot Aspirapolvere - iRobot RoombaTra i miglior robot aspirapolvere questo si posiziona verso una fascia media;  ancora una volta abbiamo scelto l’ iRobot per presentarvi un modello di robot aspirapolvere  che risulta essere tra i migliori come rapporto qualità prezzo.

iRobot Roomba 671 è un modello che ha grandi caratteristiche e ottime funzionalità, tutte tra le più sofisticate e di ultima generazione.

Un prodotto di qualità con un design semplice ma dalle linee eleganti e che risulta estremamente facile da usare.

  • Ritorna la classica forma rotonda con 34 cm di diametro e 9,2 cm di altezza. Dimensioni pensate per far in modo che Roomba 671 possa raggiungere ogni punto della casa, senza difficoltà.

FUNZIONALITA’. Basta attivare il pulsante clean ed il gioco è fatto. Roomba 671 farà tutto da solo, muovendosi in casa, evitando gli ostacoli ed arrivando anche sotto letti e mobili. Lo stesso tasto può essere premuto per mettere l’elettrodomestico in pausa.

  • Terminata la pulizia tornerà nella sua home base, la base di ricarica, per rigenerarsi e riprendere la piena autonomia che si raggiunge dopo solo tre ore. Allo stesso tempo sarà possibile programmare il robot, anche per tutta la settimana, impostando giorni ed orari in cui esso dovrà attivarsi per la pulizia.

Con la modalità Spot si può anche scegliere di far lavorare il robot in una zona precisa della casa. È possibile, infatti, creare una sorta di barriera virtuale a raggi infrarossi che Roomba 650 percepisce e non oltrepassa, preservando dunque quell’area dell’appartamento che si vuole escludere da un ciclo di pulizia.

PROGRAMMI. Il robot è anche in grado di effettuare una pulizia accurata lungo i muri e nelle zone più sporche che richiedono che vi sia dedicato più tempo. Tutto questo grazie alla tecnologia Dirt Detect. Roomba 671 riesce, inoltre, a raccogliere anche i peli degli animali e a pulire i tappeti con un sistema Miglior Robot Aspirapolvere - iRobot Roomba 650anti-groviglio che si aziona nel momento in cui le frange si insinuano fra le spazzole.

  • A questo punto il robot rallenterà e bloccherà la rotazione.  Attenzione però perché questo meccanismo funziona poco bene con i tappeti troppo leggeri o con le frange troppo alte. Molti utenti hanno riscontrato poca efficienza del modello in questi casi.

Piccola pecca questa che si associa alla rumorosità del prodotto, non eccessiva ma che infastidisce leggermente. Altro piccolo neo il fatto che alcune volta sembra non ritornare alla base.

OPINIONEIn conclusione iRobot Roomba 671 supera certamente il nostro esame e anche abbastanza bene. Lo abbiamo selezionato come uno dei robot migliori di fascia media con un ottimo rapporto qualità prezzo.

  • Fa bene il suo lavoro nelle funzioni basiche che possiede (non tantissime appunto) con qualche leggero problemino che si presenta ogni tanto come il fatto che ogni tanto non ritorni alla base di carica e l’esigenza di essere svuotato dopo ogni ciclo di lavoro.
  • In generale lo consigliamo a chi ha un appartamento di media grandezza e ha animali in casa. Se non siete troppo esigenti e cercate praticità e funzionalità ad un costo contenuto, chiudendo ogni tanto un occhio di fronte alle piccole imperfezione iRobot Roomba 671 va benissimo per voi.

Robot aspirapolvere Neato Robotics 945-0174

Miglior Robot Aspirapolvere - Neato Robotics 945-0174

Neato Robotics 945-0174 è tra i miglior robot aspirapolvere di medio-prezzo; rispetto ai modelli più economici questo prodotto dispone di una grande intelligenza robotica.

TECNOLOGIA. Infatti è equipaggiato della speciale tecnologia brevettata LaserSmart: mappa le stanze, rileva gli ostacoli in tempo reale (non è un semplice accessorio!) e programma le pulizie in modo autonomo.

Questo robot Neato dispone inoltre della tecnologia SpinFlow, che consente di usare la massima potenza aspirante; questo è reso possibile anche grazie alle potenti ed efficaci spazzole.

Non solo il contenitore extralarge ed il filtro sovradimensionato permettono una maggiore autonomia, senza bisogno dell’intervento di una persona. Dispone inoltre di due differenti tipologie di spazzole:

  • la nuova spazzola “Spiral Blade” è silenziosa ed è in grado di adattarsi a tutti i tipi di pavimento;
  • la spazzola “Combo” è quell’accessorio che tutti coloro che hanno un animali domestico in casa, infatti raccoglie tutti i tipi di pelo.

DESIGN.  Esteticamente il robot Neato è molto gradevole, infatti la parte superiore (nera), la parte inferiore (bianco artico) crea un bellissimo contrasto.

Non solo, il design è stato studiato anche per massimizzare la praticità del robot;  il design a “D” permette di raccogliere lo sporco anche negli angoli più accentuati.

AUTONOMIA. Il Neato 945-0174 è un robot particolarmente autonomo, infatti quando  necessita di una ricarica, ritorna automaticamente alla base di carica. Non solo una volta che ha portato a termine la ricarica, il robot riprenderà a pulire esattamente da dove aveva smesso di pulire.

Inoltre il contenitore extra-large riduce la necessità di svuotarlo continuamente; infatti è in grado di contenere fino a 0,7 litri di polvere. Tutto questo è accompagnato anche da un’ottima autonomia di carica della batteria.

OPINIONE. Questo robot Neato dispone di tutte le caratteristiche di un prodotto di alta gamma: mappatura della stanza, numerosi sensori, spazzole efficienti e molti programmi di pulizia.

Design ed autonomia completano il prodotto rendendolo di certo uno dei miglior robot aspirapolvere; un unico difetto riscontrato da alcuni utenti è la sua rumorosità ritenuta un po’ eccessiva.

Miglior Robot Aspirapolvere – Prezzo 600 – 700 euro

Per quanto la somma di 600 – 700 euro possa sembrare proibitiva, comunque si tratta di un investimento a lungo termine per robot aspirapolvere veramente entusiasmanti e capaci di sostituire l’uomo praticamente in maniera totale.

Robot aspirapolvere iRobot Roomba 871

Miglior Robot Aspirapolvere - iRobot Roomba 871In casa amate il pulito perfetto per avere un ambiente che sia il più igienico possibile? Bene, se non avete problemi di budget questo è il miglior robot aspirapolvere (in assoluto) che vi presentiamo.

Pulizia accurata su pavimenti e tappeti adattandosi allo spazio circostante. iRobot Roomba 871 riesce a fare questo e molto altro. Uno tra i robot di maggiore fama che si trovano oggi sul mercato e uno dei migliori modelli della rinomata marca iRobot.

DESIGN. Roomba 871 ha una forma circolare con un design delicato sui colori neri e grigi. Come un po’ tutti i robot di questo tipo assomiglia un po’ ai leggendari ufo. Attenzione però perché non parliamo di un giocattolo ma di un elettrodomestico a tutti gli effetti, uno di quelli intelligenti e costruiti con cura e minuzia.

  • Un elettrodomestico agile e dalle dimensioni ridotte (35 cm di diametro e 9,2 cm di altezza) studiato per scaltro e riuscire a pulire anche nelle parti più difficili della casa come sotto il letto ed i mobili. È in grado, inoltre, di riconoscere le scale ed evitarle. È fornito, infatti, di sensori anti-ribaltamento.

SPAZZOLE. Roomba 871 ha, inoltre, delle particolarità meccaniche per la raccolta dello sporco molto interessanti. Tramite un movimento aspirale, e continui passaggi,  infatti, è capace, in più, di rimuovere lo sporco più ostinato.

  • Le spazzole basculanti sono un elemento essenziale che permette di pulire negli angoli più nascosti e difficili. A questo si associa, poi, il sistema estrattori AeroForce, pensato appositamente per la raccolta di peli di animali.
  • Un’ulteriore funzione, davvero innovativa migliore ulteriormente la qualità della pulizia, per un appartamento davvero senza un minimo di sporco. Parliamo della Wall Following che permette al robot di raccogliere lo sporco lungo il muro ed il battiscopa, il luogo dopo spesso si annidano muffe e batteri.

CARATTERISTICHE. I materiali del robot aspirapolvere sono di alta qualità e molto resistenti. Anche da questo deriva il suo prezzo importante. Ma non solo.

  • In dotazione troviamola batteria, uno dei punti di forza di Roomba 871, con una grande durata rispetto ai precedenti modelli lo caratterizza.  Con 16 ore di carica si ottiene un’autonomia di 2 ore.
  • Dicevamo che questi tipi di robot sono intelligenti ed infatti finito il ciclo operativo, prima che si scarichi completamente, Roomba 871 torna da solo alla base per la ricarica. Ad ogni modo, se siamo in casa, possiamo comunque controllare il livello della batteria attraverso il LED in base al colore della spia.

Ma vediamo ora quali sono le funzioni di questo robot aspirapolvere. Sono veramente tante, scopriamole nel dettaglio.  Alcune le abbiamo già descritte come quella di tornare alla base e quella di pulire gli angoli ed i peli degli animali. Vediamone altre molto interessanti.Miglior Robot Aspirapolvere - iRobot 871

PROGRAMMI. Partiamo dalla possibilità di programmare il robot. È possibile, infatti, scegliere gli orari e i giorni delle pulizie e programmare settimana dopo settimana il lavoro da fare. Ma se non vi piace questa funzione non c’è problema. Con il tasto clean la programmazione viene momentaneamente eliminata dalle impostazioni.

  • Segue la funzione Auto Virtual Wall che è in grado di creare una barriera invisibile. In questo modo il movimento ed il lavoro di Roomba 871 è mirato e preciso, si concentra nell’area selezionata dalla barriera , senza invadere gli altri spazi. Una funzione molto importante, innovati che e che non deve essere assolutamente sottovalutata. In questo modo si riesce a proteggere  oggetti delicati o pericolosi senza che il robot si riesca ad avvicinare.
  • Grande forza aspirante per questo modello. La funzione Airflow Accelerator è in grado di convogliare tutto il flusso dell’aria in un canale sigillato aumentando così la forza e la velocità di aspirazione.

Molto interessante anche la funzione che permette al robot di riconoscere le tende, le tovaglie ed i copriletto. Questi elementi non vengono affatto percepiti come ostacoli  per cui il robot passa avanti nel suo tragitto di pulizia.

OPINIONI. In definitiva, possiamo dire che iRobot Roomba 871 è un modello di robot aspirapolvere davvero avanzato. Come abbiamo visto davvero tante sono le funzionalità che riesce a mettere in campo ponendosi davvero come un valido alleato nella pulizia della casa, soprattutto per chi ha animali in casa e problemi di allergie.

  • Un robot che è in grado di pulire tutti i tipi di superficie attraverso dei sistemi davvero innovativi ed intuiti. Il prezzo certo è alto ma lo merita tutto. Certamente uno dei migliori robot aspirapolvere in assoluto. Decisamente consigliato!

iRobot Roomba 960

iRobot Roomba 960 robot aspirapolvereEd eccoci al iRobot Roomba 960 un modello davvero straordinario che si adatterà ad ogni esigenza e necessità.

D’altronde si sa che il marchio iRobot è una vera garanzia in questo settore.

Ma andiamo a scoprirlo aspetto per aspetto.

CARATTERISTICHE. Interessante scoprire come sia munito di sensori Dirt Detect che regala una pulizia davvero precisa e ben fatta. Il tutto è reso ancora più performante grazie alla presenza di due spazzole: una per sollevare lo sporco ed una per catturarlo una volta per tutte.

Ottimo anche dal punto di viste del filtro visto che sfrutta filtro AeroForce High Efficiency con un’eliminazione del 99,99% delle particelle della polvere.

DIMENSIONI. Il iRobot Roomba 960 ha un peso di circa 3,8 kg e delle dimensioni che sono pari a 35 x 35 x 9,1 cm.

Queste misure gli permettono di pulire tranquillamente anche sotto ai mobili, divani, poltrone, ecc. senza problemi.

PROGRAMMI. Passiamo ora la sodo e vediamo cosa offre questo iRobot Roomba 960. Ottimo scoprire che si può collegare ad un’applicazione HOME di iRobot così da poter controllare al massimo il suo funzionamento. Inoltre, impostando la mappa della casa ecco che le pulizie saranno ancora più precise.

Come tutti i migliori modelli iRobot ha un sensore anti caduta e offre la possibilità di delimitare delle aree entro cui deve pulire.

OPINIONE. In conclusione possiamo dire che iRobot Roomba 960 è davvero eccezionale:

  • la sua grande potenza di aspirazione
  • il suo filtro super aspirante
  • la sua programmazione semplice ed intuitiva grazie anche ad una connettività con lo smartphone
  • la sua praticità di svuotamento grazie ad un serbatoio interno

Tutti elementi che fanno si che sia il sogno di ogni casalinga.

A che cosa occorrono i sensori per i robot aspirapolvere?

Una sezione a parte della guida ai miglior robot aspirapolvere la dedichiamo ai sensori. Essi certo fanno parte dei componenti del robot ma meritano una trattazione a parte in quanto senza di essi i robot non avrebbero modo di effettuare un buon lavoro.

Questo tipo di elettrodomestico è, infatti, dotato di una serie di sensori che sono in grado di riconoscere gli ostacoli della casa. In questo modo il robot riesce a lavorare in modo intelligente.

  • In tutti i modelli i sensori riescono ad aggira gli ostacoli come il piede di una sedia o un mobile. Nei modelli più avanzati ne esistono anche altri tipi, quelli di caduta. In questo modo il robot  riesce a capire se si trova in bilico e riesce a fermarsi per tempo.
  • Ci sono poi anche i robot aspirapolvere che sono datati di sensori per i tappeti.  Questi permettono all’elettrodomestico di rilevare la presenza di un tappeto e di evitarlo; altri ancora sono anche capaci di salire sui tappeti e pulirli.

Dunque anche questa è una funzionalità da non sottovalutare. Se a casa avete delle scale vi conviene optare per un modello più costoso ma dotato di sensori di caduta; altrimenti è più opportuno (soprattutto dal punto di vista economico) sceglierne uno meno sofisticato.

Conclusioni circa i robot aspirapolvere

La nostra guida riguardo i miglior robot aspirapolvere è giunta al termine; hai trovato il tuo? Se non sai quale scegliere oppure se indeciso tra alcuni modelli, scrivici un commento qui sotto!

Migliori tv

Migliori televisori • Classifica full HD e 4K • Guida all’acquisto anno 2019

Il televisore è ritenuto ormai indispensabile, quanto meno per un numero importante di persone. Nel corso degli anni più recenti ha avuto un’evoluzione che lo ha portato dall’essere un apparecchio per l’intrattenimento ad essere un apparecchio il cui utilizzo consente svariati impieghi.

Un tempo ci si sedeva davanti al televisore e si assisteva a ciò che le emittenti mandavano in onda; oggi, invece, possiamo “dialogare” con il nostro elettrodomestico, scegliendo noi stessi, infatti possiamo:

  • accedere ai programmi digitali,
  • collegare il televisore alla pay tv,
  • navigare su internet,
  • divertirci con i videogiochi le cui consolle concedono l’accesso alla rete per la modalità “gioco-online”.

La tipologia di televisori presenti in commercio fonda su alcune differenze, per certi versi sostanziali, che determinano quella che potrà essere la nostra personale scelta.

Quindi, cosa si dovrebbe considerare prima di acquistarne uno? Vediamo insieme quelle differenze che abbiamo solo menzionato.

Caratteristiche tv: come scegliere i miglior televisori

Riducendo ai minimi termini potremmo stabilire che, una preferenza personale in merito, dovrà tener conto dei seguenti fattori:

  1. dimensioni dello schermo
  2. formato
  3. tecnologia per la visualizzazione

Questi tre punti essenziali saranno quelli che determineranno la qualità, nonché il prezzo stesso, del televisore.

Le dimensioni di un televisore vanno misurate in pollici, per esempio, un televisore a 29″ avrà uno schermo le cui dimensioni saranno simili allo schermo di un computer; un televisore a 70″ invece avrà uno schermo che misurerà quasi 2 metri.

Inoltre, attualmente in commercio troverete quasi esclusivamente televisori in HD ( acronimo di High Definition, ovvero Alta Definizione).

Uno schermo che presenta questa caratteristica ha un formato standard di 16:9, la sua risoluzione aumenterà in proporzione all’aumentare del pixel e alla stessa tipologia di scansione.

La tipologia di scansione, ovvero la modalità con cui i fotogrammi si susseguono, in relazione al numero dei pixel, determineranno la risoluzione che differenzia un televisore dall’altro.

Quella che segue è una tabella che riassume i principali formati in HD:

  • 720p standard, scansione progressiva e risoluzione 120×720 pixel
  • 1080i avanzato, scansione interlacciata e risoluzione 1920×1080 pixel
  • 1080p o Full HD, scansione progressiva e livello di dettaglio avanzato, 1920×1080 pixel
  • 4k o Ultra HD, scansione progressiva, 3840×2160 pixel.

Le diverse tecnologie di visualizzazione, ovviamente, influenzeranno la percezione delle immagini dall’utente.

Inoltre, i principali modelli di televisore presenti nel mercato oggi, avranno schermi a cristalli liquidi (LCD); mentre, una nuova frontiera della visualizzazione, sfrutta recentemente schermi a LED.

Quest’ultimi, infatti, risultano migliori per la prerogativa che hanno di non stancare l’occhio dell’utente, inoltre rendono lo stesso schermo più piatto rispetto a quelli che presentano LCD.

Caratteristiche dei migliori televisori

Come abbiamo anticipato, acquistare un televisore oggi ci trasporta immancabilmente in un mondo pieno di possibilità rispetto al passato; considerare quindi solo le dimensioni o il formato sarebbe un errore.

La scelta migliore deve necessariamente tener conto della funzionalità dell’apparecchio, intesa anche come possibilità di connessione ad altri dispositivi: in sostanza dobbiamo considerare tutte quelle attività multimediali offerte e che incontrano il nostro interesse.

In commercio potrete trovare la maggior parte di televisori in full HD che offrono l’utilizzo sia di porte usb, sia di porte hdmi. Quest’ultima permette di collegare lo schermo del televisore ad altri dispositivi in nostro possesso, come, portatili, tablet e smartphone.

Alcune tipologie di televisori si presentano spesso con lo schermo curvo, per creare una sensazione avvolgente nella percezione delle immagini. Naturalmente questa prerogativa si presenterà nei televisori le cui grandi dimensioni siano in grado di supportarla.

Oltre alla gamma di televisori in HD, full HD o ExtraHD, sigle che indicano solo la risoluzione del pannello, esistono anche le Smart Tv che permettono l’accesso a internet direttamente dall’apparecchio, quindi senza il bisogno di ricorrere ad altri dispositivi come abbiamo già spiegato.

Va tenuto conto, ai fini di una scelta ponderata e su misura, che le Smart TV non sono da considerarsi come computer e che le loro prestazioni variano molto in base alla marchio di produzione e alle tecnologie impiegate.

Il parametro rappresentato dalle dimensioni di un televisore HD, non deve fermarsi al calcolo dello spazio che andrà ad occupare, ma anche alla distanza fra l’apparecchio e la postazione in cui ci accomoderemo, perché, come anticipato, va considerato l’impegno richiesto alla vista dell’utente. Questo perché l’esperienza che ne risulta è paragonabile a quella che si ha nei cinema.

Contrariamente, se il nostro intento fosse quello di adoperare l’apparecchio prevalentemente per  i videogiochi, potremmo optare per uno schermo dalle dimensioni ridotte e dalla risoluzione comunque alta e otterremmo i risultati sperati.

Ora considereremo alcuni modelli di televisori che troveremo eventualmente in commercio e potrebbero fare al caso nostro.

Migliori televisori: la nostra lista

Di seguito andremo a vedere insieme quelli che sono i migliori televisori in commercio ordinati in base alle dimensioni del display (misurate chiaramente in pollici) e per prezzo.

Abbiamo volutamente estromesso da questa guida i televisori tra i 32 pollici ed i 26 in quanto, nel momento attuale del mercato, è poco conveniente optare per tv in questa fascia.

Prima di arrivare all’elenco dei prodotti scelti, vorrei consigliarti, inoltre, un supporto per tv veramente eccezionale che, senza praticare alcun foro nel muro, consente un pieno sostegno a televisori fino a 27″.

Supporto per tv fino a 27″ Bestek

supporto per tv BestekIl supporto per tv Bestek si può utilizzare su di un piano senza praticare, come dicevo, alcun foro nel muro. Risulta, quindi, poco invadente e molto efficace, ideale per chiunque non abbia particolare dimestichezza con lavori di manovalanza spicciola.

Rispetto a quanto si possa percepire dalle foto, il supporto della Bestek è veramente solido con una struttura in metallo realmente importante. Dopo averlo montato correttamente come da indicazioni (e con le viti in dotazione), si avrà un’idea generale di stabilità.

Pure sul profilo estetico e funzionale, bisogna sottolineare come tutto sia rifinito al meglio e, grazie a due bracci, vi sia una libertà di movimento totale.

Francamente questo supporto ha superato di gran lunga le più rosee aspettative.

Specifiche tecniche:

  • Dimensioni della montatura: 75 X 75 mm, 100 X 100mm
  • Peso massimo supportato: 22 lbs/10kg
  • Pannello: – Spessore: 10-90mm – Profondità: 100mm e oltre
  • Angolo inclinato: 15° in avanti, 15° indietro. ( ±15°)
  • Rotazione Monitor: 360 gradi
  • Rotazione del braccio: 180 gradi
  • Dimensioni: 53.59 x 16.5 x 8.89 cm
  • Peso: 37.5 lbs

Il supporto è acquistabile su Amazon con spedizione Prime ad un prezzo veramente eccezionale intorno ai 30 euro e, costruito interamente in metallo curatissimo, sarà sicuramente affidabile nel lungo termine.

SAMSUNG TV LED Full HD 22 UE22K5000

SAMSUNG TV LED Full HD 22 UE22K5000Il televisore Samsung UE22K5000 rispetto ad altri in questa fascia di prezzo è full HD ed ha un ottimo audio. Questi due fattori me l’hanno fatto preferire, nella mia lista, rispetto a quelli proposti dalla concorrenza.

La base d’appoggio risulta un po’ “plasticosa”, ma facile da montare così come semplice è la prima installazione e sintonizzazione dei canali.

Il telecomando è quello classico di tutti i televisori Samsung più o meno costosi (esattamente come accade con altri brand famosi). Lo stesso per quanto concerne il sistema operativo che sarà uguale su tutti i televisori Samsung del 2016 in questa fascia di prezzo.

Molto importante è il supporto al nuovo standard dvb-t2 al pari dell’ingresso della CAM per la visione di canali a pagamento.

Venendo poi alla qualità dell’immagine, sicuramente ottima è la gamma cromatica della modalità standard, preferibile alle altre opzionali. Anche gli angoli di visione e la risoluzione sono ottimi.

Buoni i neri profondi ed i bianchi accesi. L’audio, come già detto, è molto più alto rispetto alla media e lo risulta ancor di più se scegliamo la modalità audio musica o film.

Il televisore, inoltre, viene spedito da Amazon con tutti i benefici che questo comporta.

LG 32LJ500U 32″ HD+ Black LED TV

LG 32LJ500U 32 pollici HD+Con questo apparecchio entriamo invece nella fascia bassa di prezzo per categoria.

Non si tratta di una Smart Tv, quindi il browser non è incluso nel televisore, infatti sfrutta la connessione Wi-Fi come modalità di interfaccia alla rete.

LG 32LJ500U è un 32″ quindi la diagonale visibile dello schermo arriva a 81.3 centimentri; si affida alla tecnologia di visualizzazione LED e la risoluzione è in HD.

Ma vediamone alcune caratteristiche affidandoci alla sua scheda tecnica:

  • peso dell’articolo: 5.1 kg
  • dimensioni dell’articolo: 7.7 x 73.2 x 43.8 cm
  • dimensioni display: 32 pollici (diagonale visibile: 81.3 cm)
  • consumo energetico annuo: 54 kw/h (calcolo standard: 4 h x 365 giorni)
  • formato 16:9
  • risoluzione dello schermo: 1366 x 768 pixel (risoluz. orizzontale= 1366 pixel; risoluz. verticale massima=768 pixel)
  • classe di efficienza energetica: A

Naturalmente oltre a queste sue prime caratteristiche generiche, LG 32″ HD+Black LED tv, integra con ulteriori opzioni, quali:

Componenti e periferiche

Interfaccia Hardware: USB, HDMI (porte usb: 1)

Tecnologia sintonizzatore: DVB-C

Caratteristiche addizionali

  • Built-in speaker(s),
  • Common interface Plus (CI+),
  • Desktop stand,
  • Electronic Programme Guide (EPG),
  • Handheld remote control,
  • N,
  • On/off switch,
  • Subtitles function

Samsung UE43NU7090UXZT 

Samsung UE43NU7090UXZ televisoriT Proseguiamo la nostra guida con Samsung UE43NU7090UXZT Smart Tv.

Come ormai sappiamo questa tipologia, Smart Tv, ci permette la connessione alla rete senza dispositivi;  questo apparecchio compare nella fascia media del prezzo.

Samsung, presenta un televisore a 43″ con risoluzione massima 4K; tecnologia di visualizzazione LED blacklight.

La scheda tecnica del prodotto ci spiegherà nel dettaglio:

  • peso dell’articolo: 12 kg
  • dimensione display: 109 cm
  • dimensioni articolo: 5,88 x 97,02 x 56,32 cm
  • formato: 16:9
  • classe di efficienza energetica: A
  • risoluzione massima: 4k ULTRA HD
  • tecnologia di ricezione: DVB-T2CS2

Questo per quanto concerne le caratteristiche tecniche intese come generiche del prodotto stesso. Ora entreremo più nel dettaglio per scoprire ancora meglio cosa offre questo prodotto:

Componenti e periferiche:

  • numero processori: 4
  • tecnologia sintonizzazione: DVB-T2CS2
  • componenti inclusi: telecomando e manuale

Vediamo cosa invece offre in quanto a qualità delle immagini:

  • schermo: LED blacklight
  • dimensioni dello schermo: 109 cm
  • formato: 16:9
  • risoluzione: 3840 x 2160 pixel

Per ovvie ragioni si è compiuta una scelta negli elementi da presentare, sia per ragioni inerenti allo spazio, sia per evitare quei tecnicismi che potrebbero risultare in più nel presentare un televisore.

Va però detto che, Samsung UE43NU7090UXZT , incontra a pieno titolo il favore di coloro i quali lo hanno acquistato. L’esperienza con questo eccellente televisore racconta di una visione nitida; i dettagli risultano evidenziati dalla risoluzione perfetta e la guida vocale è supporto indispensabile, precisa e sensibile.

Grazie a diverse funzioni, come la PurColor e la UHD Dimming, l’immagine risulterà ancora più nitida e reale rispetto a tante altre televisioni di pari qualità.

Panasonic Tx-43Fx613E

Panasonic Tx-43Fx613E televisoriEd eccoci ad un altro apparecchio che considereremo in questa nostra guida: un televisore che ha fatto capolino in commercio da poco ed il cui prezzo si colloca nella fascia medio/alta della categoria.

Con questo prodotto Panasonic punta ad una Smart Tv e ricordiamo che questo significa la possibilità di connettersi alla rete senza dover ricorrere ad altri dispositivi.

Panasonic Tx-43Fx613E è un televisore con lo schermo a 43″, questo significa che lo schermo arriva a 109 centimetri, considerando la diagonale.

Lo schermo sfrutta una tecnologia a LED e, come visto, questo proteggere dall’affaticamento della vista.

Nei dettagli: scheda tecnica

  • peso del prodotto: 11 kg
  • dimensioni del prodotto: 8 x 97,4x 56,9cm
  • formato: 16:9
  • consumo energetico (annuale) : 108 kw/h
  • classe di efficienza energetica: A
  • risoluzione massima: 4k Ultra HD
  • dimensioni dello schermo: 43″
  • tecnologia per visualizzazione: LED
  • tecnologia di ricezione: DVB-T/T2/DVB-S2/DVB-C

Va specificato che il parametro rilevato circa il consumo energico annuo dell’apparecchio, viene calcolato supponendo un funzionamento standard pari a 4 ore al giorno per 365 giorni.

Naturalmente l’effettivo consumo annuo dovrà tener conto della modalità di utilizzo dell’apparecchio.

Panasonic Tx-43Fx613E è un televisore che vanta ulteriori caratteristiche addizionali, come ad esempio la modalità gioco che consente di avere un’esperienza gaming davvero sorprendente.

Abbiamo aperto la presentazione di questa Panasonic Tx-43Fx613E riferendo immediatamente che appartiene alla fascia medio/alta dei prezzi in relazione ai prodotti analoghi in commercio: verosimilmente è bastato elencare cosa offre per indicarvi il perché.

Hisense H43N5305 43″ 4K Ultra HD Smart TV Wi-Fi

Hisense H43N5305 43 4K Smart TVHisense propone un 43″ 4k Ultra HD, Smart TV, il cui prezzo si colloca nella fascia media per la categoria considerata.

Questo apparecchio ha uno schermo più grande rispetto a quelli fino ad ora considerati, è un 43″, quindi la diagonale visibile dello schermo corrisponde a 109 centimetri.

Il consumo energetico annuo risulta essere 99kw/h e, come ormai abbiamo imparato, il parametro standard si fissa a 4 ore al giorno per 365 giorni.

Con la sua tecnologia di visualizzazione a LED e la risoluzione massima a 4k Ultra HD offre un’esperienza visiva davvero coinvolgente, ricca di colori vividi e immagini nitide.

La sua scheda tecnica

  • peso dell’articolo: 9,9 kg
  • dimensioni dell’articolo: 8,8 x 97 x 56,8 cm
  • dimensioni display: 43 pollici (diagonale visibile: 109 cm)
  • formato: 16:9
  • tecnologia di visualizzazione: LED
  • risoluzione massima: 4k ULTRA HD
  • consumo energetico annuo: 99 kw/h
  • classe di efficienza energetica: A
  • ricezione/sintonizzazione: DVB-C
  • decoder incorporato: DVB-T2; DVB-T; DVB-C; DVB-S2; HEVC.
  • risoluzione schermo: 3840 x 2160 pixel
  • interfaccia di rete: Wi-Fi
  • connettori: Wi-Fi; Ethernet LAN
  • totale porte USB: 2

Integriamo poi la scheda dell’ Hisense 43″ 4k Ultra HD con quelle che sono ritenute le sue caratteristiche speciali:

  • Built-in speaker(s);
  • Common interface Plus (CI+);
  • Desktop stand;
  • Handheld remote control;
  • N;
  • On/off switch;
  • Smart TV

Le caratteristiche, come abbiamo visto, vanno a comporre la rosa delle motivazioni che portano ad un acquisto piuttosto che ad un altro; nel tener conto dell’opinione di alcuni fra gli acquirenti che lo hanno in uso, si rileva la soddisfazione per l’ottimo rapporto qualità/prezzo.

Inoltre l’estetica, come il sistema SMART ritenuto funzionale e intuitivo, vanno ad integrare quella che costituisce l’opinione favorevole espressa.

Conclusioni

Acquistare o sostituire un televisore non è certamente un impegno da svolgere con leggerezza. Sfogliando i volantini dei negozi di elettronica, o navigando in internet in cerca di informazioni e suggerimenti, o vagliando tutti i prodotti che vengono presentati nel web, i dubbi possono addirittura aumentare.

Ci si può interrogare sul modello o su altre caratteristiche che, come abbiamo visto, determinano differenze, fra i prodotti, anche di rilievo.

Troveremo televisori al plasma o a LED o a LCD e la scelta potrebbe creare un po’ di confusione, specie se non siamo esattamente preparati in campo tecnologico.

Sarà quindi necessario, quanto meno, cercare informazioni e scopriremo, per esempio, che i televisori al plasma siano ormai considerati obsoleti, sebbene vantino un’ottima resa dei colori, o potremmo scoprire addirittura che, tutto sommato, un televisore a LED può considerarsi abbastanza simile ad uno a LCD.

Verosimilmente ciò che inciderà sulla nostra scelta potrebbero essere le caratteristiche tecniche che dovranno per forza incontrare l’uso che intendiamo farne del nostro televisore.

Se, per esempio, fossimo degli amanti dei DVD in Blue- Ray acquistare un televisore in Full HD (ovvero con una risoluzione a 1920 x 1080 pixel) sarà quasi un obbligo.

Qualunque sia il nostro intento nella scelta di un televisore i fattori che dovremmo valutare saranno diversi, nella nostra guida abbiamo presentato alcuni fra i modelli più recenti in commercio e ne abbiamo valutato le caratteristiche.

Non resta che decidere quale dei prodotti offerti sia il preferito, chiedendo magari ulteriori consigli o delucidazioni.

Miglior forno da incasso

Miglior forno da incasso: offerte, prezzi e consigli – 2019

Voglia di rinnovamento in cucina? Il forno è ormai andato e non cuoce più bene?  Arrivata dunque l’ora di cambiare l’elettrodomestico ad incasso, ma non sai quale scegliere? Ecco la guida al miglior forno da incasso!

Pensiamo noi a darti i consigli e le giuste dritte per un acquisto consapevole. Prima di acquistare un forno da incasso valutate bene quali siano le vostre esigenze e come e quanto lo userete. Per togliervi ogni dubbio date un’occhiata alla nostra guida e vedrete che la scelta non sarà poi così difficile.

Miglior forno da incasso – Le varie tipologie

Due sono le tipologie di forni da incasso che si trovano sul mercato: quello più tradizionale posizionato sotto il piano cottura.  Poi quello che si incassa in altezza, posizionandolo, nelle cucine più moderne, in verticale tra i pensili.

Scelta dunque la tipologia di posizionamento del forno, si passa a scegliere la tipologia energetica. Anche in questo caso ne esistono due tipi:

  • quelli elettrici: sono quelli che ci fanno consumare di più ma sono anche quelli più efficienti.
  • quelli a gas: invece, ci fanno risparmiare molto in bolletta ma non hanno una resa eccellente come quelli elettrici.

Oggi il mercato predilige di gran lunga la vendita di forni ad incasso elettrici sempre più spesso abbinati al piano cottura ma soprattutto perché riescono a mantenere costante la temperatura . Oltre a questo c’è da aggiungere che i forni elettrici sono anche più sicuri.

Sulla scelta della tipologia energetica ruota dunque anche il fattore economico.

  • Se volete risparmiare a tutti i costi e non siete grandi utilizzatori del forno, quello a gas sicuramente è il più consigliato.
  • Se invece il budget iniziale di spesa ed i consumi superiori non sono un problema e amate cucinare usando il forno con molta frequenza, la risposta è presto detta. La scelta cadrà su un forno da incasso elettrico, più comodo e sicuro.

Miglior Forno da incasso – Il funzionamento

Prima di vedere la guida al miglior forno da incasso è opportuno sapere qualcosa sui forni elettrici ed il loro funzionamento. Due sono i tipi di trasmissione del calore:

  • per convezione. Nel primo caso facciamo riferimento al funzionamento standard alimentato dalle due resistenze che si trovano nella parte superiore ed inferiore del forno. È possibile farle funzionare separatamente a seconda della pietanza da cuocere oppure anche contemporaneamente generando una temperatura molto elevata.
  • a ventilazione forzata. Nel secondo caso, invece, il calore viene emesso da turbine che spostano, in maniera omogenea, l’aria calda in tutto il forno.

Oggi la maggior parte dei forni sono predisposti per poter funzionare in entrambi i modi e scegliere il tipo di trasmissione di calore che si desidera in base a ciò che si deve preparare. Una soluzione assolutamente comoda che vi consigliamo di tenere in considerazione durante la vostra scelta di acquisto.

 

Miglior Forno da incasso – Che cosa considerare?

CLASSE ENERGETICA e CONSUMI. Quando si parla di forni elettrici bisogna sempre tenere gli occhi bene aperti perché, come alcuni li definiscono, sono “energivori”.

  • Molto comodi ed utili in cucina ma non molto dal punto di vista del portafogli. Succhiano molta energia elettrica e spesso capita che non sia possibile tenere contemporaneamente due elettrodomestici accesi perché il normale impianto elettrico domestico da 3 kW non ce la fa a supportarli. Cosa fare dunque? Come ovviare a questo problema?
  • Pensare bene sulla scelta della classe energetica e optare, magari, per un’alta efficienza. Come per tutti gli altri elettrodomestici, la classe energetica va dalla A+++ alla D – che si trova sempre esposta sui cartellini di acquisto insieme a tutte le specifiche.

Non avrete quindi difficoltà ad individuarla. Certamente un forno molto efficiente avrà un costo superiore rispetto ad un altro con una classe energetica bassa ma vi garantisce risparmio sicuro in bolletta.

  • Inoltre, restando sempre con un occhio al portafogli, vi consigliamo, quando possibile di prediligere la funzione ventilata che riesce a mantenere la temperatura interna costante utilizzando così meno energia elettrica.

DIMENSIONI. Altra discriminante, le dimensioni. Se dovete cambiare il vostro forno e siete obbligati a sistemarlo in quella precisa posizione dove si trovava quello vecchio non avrete una grande possibilità di scelta, dovrete attenervi alle misure che già avete.

  • Sicuramente quelle standard  56 cm di larghezza e 60 cm di altezza. Ma se state arredando casa e potrete scegliere dove posizionare il forno, avrete a disposizione diverse misure, anche con incassi molto ampi che arrivano fino a 85/90 cm.
  • Nelle cucine moderne, come dicevamo, è ormai possibile posizionare i forni tra i pensili della cucina e non necessariamente sotto i fornelli. E così cambiano anche le dimensioni. Ci sono quelli stretti e larghi ma anche quelli più bassi per entrare anche negli spazi più piccoli.

In conclusione dunque prima di acquistare un forno da incasso date un’occhiata alla guida al miglior forno da incasso. Recensione dopo recensione potrete capire quale modello, tra i più apprezzati dagli utenti, fa per voi valutando costi, caratteristiche, pro e contro di ogni singolo forno da incasso.

Miglior Forno da incasso – Prezzo tra 400 e 300 euro

Smeg SF585X forno da incassoForno da incasso Smeg SF585X

Il prodotto che stiamo per analizzare è uno dei migliori forno da incasso che c’è oggi sul mercato. Il design e le alte prestazioni lo rendono uno dei forni da incasso più apprezzati.

CAPIENZA. Parliamo di Smeg SF585X un forno da incasso dalla grande capacità interna che arriva a 70 litri di capienza. E’ un dato che difficilmente troviamo in prodotti e modelli diversi che si inseriscono in questa categoria di prezzo.

Smeg infatti propone una capienza che ha il 30% in più rispetto alle versioni tradizionali. Risulta quindi ideale per famiglie numerose o per chi ama organizzare pranzi e cene con gli amici.

FUNZIONI. Questo modello inoltre promette grandi prestazioni ed ottimi risultati. Un prodotto ideale per chi ama stare in cucina e cerca un forno che permetta di cucinare piatti diversi avendo a disposizione varie modalità di cottura.

  • Smeg SF585X che propone ben 8 funzioni. Tra queste le più classiche come la cottura a ventilazione con resistenza circolare, la ventilazione con modalità statica sopra e sotto e la funzione di scongelamento.
  • Inoltre troviamo la Vapor Clean che riesce a pulire a fondo, sgrassando le pareti del forno con l’impiego del vapore. Davvero utile pratico in moltissime occasioni.

Troviamo poi la funzione di cottura multilivello. Il forno è predisposto, infatti, per lavorare a 5 livelli di cottura: essi consentono di cucinare contemporaneamente piatti diversi senza che uno intacchi la cottura dell’altro. Una funzione che non solo offre praticità e velocità di cottura ma assicura anche una riduzione dei consumi.

Tra le opzioni aggiuntive invece troviamo:

  • il timer contaminuti che ci avverte della fine del tempo impostato;
  • il segnalatore acustico di fine cottura e lo spegnimento automatico. Strumenti molto comodi ed utili che ci permettono di tenere sott’occhio la cottura nel mentre si effettuano altre operazioni nonché fanno si che il forno risulti molto sicuro;
  • partenza differita

TECNOLOGIA. Una speciale tecnologia assicura poi una pulizia del forno facile e veloce. Una serie di caratteristiche che delineano le componenti del forno sono studiate per facilitare la vita di chi sta in cucina.

  • Tra queste Smalto Ever Clean che fa si che il grasso di cottura non aderisca facilmente alle pareti del forno.
  • Volta Mobile che invece si occupa della cavità superiore del forno raccogliendo lo sporco che su di essa si accumula.

Ma non finisce qui, la moderna tecnologia ha pensato anche alla protezione del vetro per una pulizia pratica e veloce.

  • La porta del forno è totalmente in vetro e non presenta viti internamente così che la rimozione dello sporco è facilitata. Allo stesso tempo il vetro interno è anche rimovibile così da  permette una pulizia più agevole per garantire al forno un’igiene più profonda.

DESIGN. Infine il design decisamente accattivante lo rende anche sofisticato. Una scelta estetica, quella del total grey che è stata molto apprezzata dagli utenti. La Smeg ha puntato su un colore, il grigio, un po’ inusuale per un forno da incasso ed ha fatto centro.

  • Altre caratteristiche molto interessanti riguardano il raffreddamento tangenziale della porta. Questa permette di avere una temperatura controllata durante la cottura ed un sistema automatico di spegnimento che si attiva alla sua apertura.
  • Sempre in merito alla porta molto sofisticato risulta il meccanismo antimpronta che lo caratterizza. Uno speciale trattamento evita la formazione di aloni e ditate sulla sua superficie.

In dotazione alcuni utensili che aiutano nella cottura dei cibi: una bacinella smaltata, una griglia con stop posteriore ed un inserto per bacinella.

CONSUMI. Nessun problema per quanto riguarda i consumi in quanto la classe energetica è la A che permette di preparare molti piatti ed usare il forno frequentemente senza badare troppo ai consumi energetici.

OPINIONE. Insomma se cercate un forno da incasso che offra una vasta gamma di funzioni ed opzioni, che dia ottimi risultati e prestazioni durature nel tempo, Smeg SF585X  è la soluzione giusta.

Un prodotto che richiede un budget non da poco ma che offre un’ampia capienza, garantisce efficienza, funzionalità, stabilità e consumi bassi.

  • Consigliato per grandi famiglie, per chi ama preparare molti piatti cotti in forno e chi desidera un forno che si pulisca facilmente.

Miglior Forno da incasso – Prezzo tra 300 e 200 euro

Forno da incasso Candy FPE 602A/6X

forno ad incasso Candy FPE 602A/6X E’ forse il miglior forno da incasso, ma soprattutto tra i più venduti sul mercato. Questo significa che sono gli utenti a decretarlo un buon prodotto.

Lo hanno valutato affidabile mettendosi nelle mani di una grande casa produttrice come Candy e molto apprezzato per le sue caratteristiche e opzioni di cottura. Un forno da incasso che si fa apprezzare per un buon prezzo e per un’altrettanta qualità.

CARATTERISTICHE. I punti di forza di Candy FPE 602A/6X  sono davvero molti.

  • Possibilità di cottura sia statica che ventilata, che viene scelto e calibrato in base a ciò che bisogna cucinare.
  • Davvero ottima la funzione pizza che le renderà davvero perfette.

Questo modello è fornito poi di due resistenze elettriche, una sopra e l’altra sotto. Esse possono funzionare insieme o separatamente, decidendo se preferire la superiore o l’inferiore in base alla pietanza che sta in forno.

  • Questa funzionalità è indicata soprattutto per la cottura di pizza e torte. Una volta che la superficie della pietanza sarà dorata si può spegnere la resistenza superiore per evitare che le preparazioni si brucino nel mentre il fondo continua a cuocere.

FUNZIONI. Si aggiunge poi l’opzione grill, consigliata per la cottura croccante della carne e del pesce. Ottima funzione la possibilità di regolare la superficie di accensione del grill e permettere ad una sola zona del forno di funzionare in questa modalità e grigliare piccole porzioni di cibo.

Le possibilità di cottura non finiscono qui. Ci sono altre funzioni che permettono di far scongelare in maniera uniforme il cibo surgelato evitando che la parte esterna si bruci d il cuore rimanga ancora freddo.

  • È presente anche l’opzione della cottura in modalità ventilata che distribuisce in maniera uniforme il calore. Inoltre il timer segna per noi il trascorrere del tempo e che ci avvisa quando la preparazione è pronta.

CAPIENZA. Ma diamo un’occhiata ora alla capienza. Quanto è grande questo forno Bosch?

  • La risposta è abbastanza. Un formo pensato per soddisfare le esigenze di una famiglia media con capienza di ben 65 litri,un risultato super per un prodotto di questa fascia di prezzo.
  • Potete inserire teglie formato famiglia o a riscaldare più pietanze nello stesso momento senza nessun problema.

CONSUMO. Sulla sua comodità non ci sono dunque dubbi ma quanto consuma? Quando parliamo di grandi elettrodomestici come il forno da incasso lo spauracchio del salasso energetico è sempre dietro l’angolo.

  • La classe energetica A+ permette un’ottimale efficienza energetica e dunque un risparmio notevole dal punto di vista dei consumi energetici.

DESIGN. In ultimo analizziamo il design. Semplice ma raffinato, dai colori eleganti. Si sposa perfettamente sia con una cucina moderna che con una cucina classica e tradizionale.

In ultimo, estremamente facile la pulizia: tutti i punti del forno si raggiungono in modo pratico e veloce, utile poi la possibilità di smontare il portellone per una pulizia più a fondo.

OPINIONE. E allora dopo la nostra attenta analisi noi ci sentiamo di consigliare il forno da incasso Candy FPE 602A/6X   a chi cerca un prodotto semplice e senza fronzoli.

  • Versatilità di cottura, facilità di utilizzo e di pulizia, qualità dei materiali per un prodotto buono e che non costa tanto.  Un prodotto garantito dall’esperienza di un grande marchio come la Bosch che lo propone ad un prezzo molto competitivo, soprattutto se acquistato online.
  • Se volete ottimi risultati di cottura senza spendere grosse cifre sia per l’acquisto che per i consumi energetici giornalieri non pensateci due volte e scegliete Candy FPE 602A/6X .

Miglior Forno da incasso – Prezzo tra 200 e 100 euro

Forno da incasso Candy FLE0502/6X

Miglior Forno da Incasso - Candy FLE05026XNella nostra guida al miglior forno da incasso ecco un modello di fascia bassa, con un prezzo competitivo e molto allettante, inferiore ai 200 euro.

Non parliamo di una sottomarca ma di una grande e famosa casa produttrice, la Candy. Un marchio che è sinonimo di qualità e che offre un prodotto non solo economico ma anche con buone prestazioni.

FUNZIONI. Parliamo di Candy FLE0502/6X, un forno multifunzione che permette di scegliere tra opzioni di cottura diverse a seconda della pietanza.

Nonostante sia un prodotto economico sorprende la sua versatilità che permette di preparare davvero una buona gamma di piatti. Presenti non solo le funzioni più comuni ma anche alcune più specifiche che sorprendono davvero.

  • È possibile utilizzare la modalità di cottura ventilata, oppure quella grill o anche quella più tradizionale statica dalla doppia resistenza elettrica.
  • Stupiscono le funzioni per poter cucinare la pizza e quella dedicata allo scongelamento.

In dotazione poi vengono fornite due griglie e una leccarda, un particolare importante considerando il prezzo così basso. E non manca il libretto di istruzioni, veramente prezioso.

DESIGN. Guardiamo ora il design, perché anche in cucina l’occhio vuole la sua parte. Un design molto semplice e dalle linee delicate che bene si adattano a ogni tipo di cucina, sia classica che moderna.

  • Il nero è il colore che prevale, facilmente abbinabile a tutti i colori, ma non manca qualche sfumatura più chiara.
  • Anche il vetro per visionare la cottura è nero, come la maniglia bombata della porta e le 3 manopole, in colorazione più lucida.

Un modello dunque molto semplice e senza troppi fronzoli che stupisce per l’estrema semplicità di utilizzo, pratico e funzionale. Non si rinuncia però ad una tecnologia moderna e una costruzione robusta.

CONSUMI. Fin ora davvero nulla da dire, ma sulla linea dei consumi come siamo messi? Candy FLE0502/6X stupisce anche su questo fronte.

  • La classe energetica A+ è sinonimo di risparmio energetico. Un risparmio davvero considerevole e doppio potremmo dire. Non solo un risparmio all’acquisto ma anche nel tempo.
  • L’efficienza energetica alta abbassa in modo considerevole i consumi e permette di usare il forno di frequente.

Piccole note negative, la qualità dei materiali che secondo alcuni utenti non è altissima e la mancanza della spina elettrica per il collegamento alla corrente. Del resto per un prodotto economico non si può richiedere la perfezione.

OPINIONE. E allora se volete un forno che costi poco e funzioni bene Candy FLE0502/6X è il prodotto giusto. Un modello di fascia economica tra i più venduti. È davvero difficile trovare in commercio un forno elettrico ad incasso che abbia buone prestazioni a questo prezzo.

  • Multifunzione, aspetto semplice e neutro, prezzo contenuto, di classe energetica alta e facile da usare, cosa chiedere di più?  Consigliabile per chi non ha grandi risorse da spendere, o per chi non fa un uso frequente del forno e non vuole investirci su.

Miglior Forno da incasso – Autopulente o manuale?

Infine, diamo uno sguardo alla pulizia, importantissima per la manutenzione e l’ottimo funzionamento del forno da incasso. E proprio la pulizia è un altro aspetto da tenere in considerazione. Sembra strano ma è così.

Se si usa spesso il forno e si desidera una pulizia efficace ma non si ha molto tempo per le faccende domestiche, scegli un modello autopulente. Comodo e pratico, il modello autopulente propone due soluzioni:

  • forni pirolitici: si puliscono attivando una super temperatura interna. Questa fa sciogliere tutto lo sporco e le incrostazioni che si attaccano alle pareti. Basterà poi fare una veloce pulizia con un panno umido per raccogliere i residui.
  • forni catalitici: hanno speciali pareti non permettono allo sporco ed al grasso di attaccarsi.

Quelli manuali, invece, necessitano di una pulizia più accurata e di una manutenzione minuziosa.

    • I forni manuali hanno ovviamente un costo inferiore rispetto a quelli autopulenti.
    • Se volete risparmiare mettete da parte l’idea del forno autopulente e fate alla vecchia maniera, la pulizia manuale.

Conclusioni circa i forni da incasso

Non hai ancora scelto il miglior forno da incasso? Se non sai quale scegliere, lascia un commento qui sotto. Il team di Coseperlacasa ti risponderà nel più breve tempo possibile.

Lampade da esterno

Lampade da esterno solari a led: migliori in commercio

Ricorrere all’utilizzo della lampade solari da esterno, per coloro che possiedono uno spazio verde, è diventato oggi un must.

Tra le lampade da esterno, la luce a LED (light emitting diode) viene ormai considerata come una valida alternativa all’illuminazione tradizionale della luce a incandescenza.

Le motivazioni che portano questo prodotto ad essere considerato come un’innovazione ancora oggi sono ben precise. Come lo sono le motivazioni addotte da chi le ritiene poco valide.

Brevemente esponiamo una lista delle motivazioni  pro e contro il loro utilizzo, per completezza di informazione e per concedere al lettore una scelta personale priva di valutazioni soggettive.

Cos’è una lampada da esterno solare a LED

Con il termine LED ci si riferisce ad un diodo, di piccole dimensioni, installato su un materiale riflettente.

All’interno dello stesso materiale, il movimento prodotto dai fasci di elettroni, attraverso una semiconduzione, produce un raggio di luce che verrà opportunamente convogliato verso l’esterno da una lente epossidica.

Tradotto in parole molto semplici, la lampada solare cattura la luce naturale del giorno e la riflette al buio della notte.

Come anticipato, il parere di alcuni acquirenti è favorevolissimo, mentre altre persone esprimono opinioni discordanti: vediamo brevemente perché.

I pro delle lampade da esterno solari a LED

Le luci a LED sono concepite anche per un’illuminazione esterna alle abitazioni; possono essere:

  • fissate alle pareti
  • conficcate nel terreno
  • posate lungo un percorso che si vuole illuminato

La loro particolarità è principalmente dovuta al fatto che non necessitano mai di un collegamento alla rete elettrica perché, come abbiamo visto, si autoalimentano alla luce solare.

Un sistema di illuminazione a LED consumerà una quantità energetica molto bassa per poter funzionare correttamente, perché sfrutterà un voltaggio bassissimo.

Si stima che la durata di una lampada a LED sia 10 volte maggiore rispetto all’illuminazione a luci fluorescenti.

L’illuminazione prodotta dalle lampade solari a LED può coprire un tempo che varia da 6 a 8 ore consecutive.

Vengono prodotte con l’ausilio di elementi estremamente compatti e, soprattutto, non costituiti da vetro o filamenti sottili come troviamo nelle lampadine tradizionali.

Questo concede loro un ciclo di vita nettamente superiore, infatti stiamo parlando di circa 10.000 ore di attività.

L’impiego di una lampada solare a LED per uso esterno consente la libertà di scegliere la tipologia di modello preferita.

Ne esistono infatti a faretto, a lampioncino, fissabili al terreno o alle pareti, o a evidenziare un percorso altrimenti occultato.

Tutte, indistintamente, permetteranno di scegliere il posizionamento desiderato, senza l’obbligo di creare allacciamenti.

E, tutte indistintamente, presenteranno un rapporto qualità prezzo vantaggioso per la semplice ragione che godono di una durata nettamente superiore e non consumano energia elettrica.

I contro delle lampade solari da esterno a led

Nel prendere in considerazione le varie posizioni adottate in merito, pare corretto riportare le opinioni di alcuni consumatori e non:

  • l’utilizzo di una lampada da esterno a LED è fortemente penalizzato dalle condizioni atmosferiche.

Secondo alcuni pareri, infatti, non funziona l’idea di poter garantire alla lampada una ricarica adeguata in luoghi ove la luce solare sia compromessa da precise condizioni atmosferiche.

A conferma di quest’opinione si indica come lo stesso prodotto, se collocato in regioni del Sud Italia (per esempio), aumenti il tempo di illuminazione notturno per aver ricevuto maggior quantità di luce solare diretta.

Diversamente, se collocati in luoghi che si trovano al Nord Italia, il tempo di illuminazione diminuisce a causa delle condizioni atmosferiche spesso uggiose.

  • proseguendo nel riferire i pareri sfavorevoli, si segnala che, secondo alcuni, il quantitativo di luce emessa nella fase notturna non eguaglia in nessun caso l’intensità riscontrata con l’utilizzo dell’illuminazione tradizionale.

Un altro elemento che viene ritenuto a scapito di un’eventuale scelta è dato dall’estetica delle stesse lampade che, secondo alcuni, risulta penalizzante.

Pare superfluo sottolineare che, il fattore prettamente estetico di un qualsiasi oggetto, sia un parametro di valutazione estremamente variabile perché soggetto a preferenze personali.

Abbiamo stabilito di cosa si tratta quando parliamo di lampade solari a LED; quali siano i pro e quali i contro secondo parere di chi ne fa uso, ora conosciamo meglio alcuni modelli fra quelli a nostra disposizione.

Migliori lampade da esterno solari a led

I costi delle lampade dipendono principalmente dalla potenza e dal numero dei led, dal design, dalle dimensioni e da caratteristiche peculiari quali, per esempio, impermeabilità, presenza di sensori di movimento ecc…ecc…

In questa guida partiremo da soluzioni apprezzabili, economiche e testate personalmente, come sempre, per poi aggiungere, gradualmente lampade sempre più costose.

Partiamo con delle lampade da esterno della MPOW veramente sorprendenti per rapporto qualità prezzo.

Luci da esterno Mpow 77 LED solare e con sensore di movimento

Luci da esterno Mpow 77 LED con sensore di movimentoQuesto prodotto ci porta nella fascia di prezzo bassa per la categoria; va segnalato che qui considereremo un singolo articolo, mentre in commercio è possibile reperire le confezioni da due lampade.

La sua caratteristica principale è costituita dal numero di LED montati per ogni lampada: ben 77.

Importante la funzione Luce Debole che sfrutta l’energia di soli 21 LED per una luce soffusa. Non da meno la possibilità di passare immediatamente alla modalità luce piena, con l’impiego di 77 LED in caso di movimento rilevato.

Nel caso in cui la lampada entri in modalità luce piena, rimarrà in funzionamento a pieno regime per circa 15/20 secondi, terminati i quali ritorna in modalità debole.

Ma vediamone le caratteristiche in dettaglio:

Scheda Tecnica

  • Peso dell’articolo: 381 gr.
  • Dimensione dell’articolo: 33.4 x 11.2 x 5.4 cm
  • LED: 77 ( raggiunge i 1000 Lumen)
  • Batteria: 220 mAh
  • Modalità di illuminazione: 3

Conclusione e ulteriori caratteristiche delle luci da esterno MPOW

Luce Solare Mpow 77 LED è un prodotto che, secondo i pareri espressi dagli utenti che lo hanno in uso, incontra perfettamente le esigenze dell’acquirente.

Vediamo nel dettaglio le differenti 3 modalità di illuminazione che concedono di impostare e programmare l’uso della lampada secondo esigenze:

  • modalità Luce Media/Sensore: impostando la nostra lampada in questa modalità avremo la certezza di una ricarica che avverrà in tempi precisi, circa 4/6 ore. E questo sarà esattamente il tempo di illuminazione che avremo dalla nostra lampada una volta in uso.
  • modalità sensore Luce Debole/Sensore: la lampada si accenderà automaticamente al buio impiegando 21 delle sue luci a LED; al rilevamento del minimo movimento dal sensore, la lampada passerà a funzionare a pieno regime, come abbiamo visto, ricorrendo all’utilizzo di tutti i 77 LED disponibili. A movimento cessato, trascorsi circa 20 secondi, la lampada ritorna automaticamente a funzionare a 21 LED.
  • modalità Sensore: la lampada si accenderà impiegando tutti i 77 LED al rilevamento del movimento e resterà in questa modalità per 15 secondi.

Sappiamo come il buon funzionamento di una lampada solare per esterni sia correlato all’esposizione alla luce che riceve. Abbiamo anche sottolineato come, in condizioni atmosferiche precise quali assenza di irradiazione solare diretta, la resa di questi prodotti possa venir intaccata.

Luce Solare Mpow77 risponde a questa peculiarità, tipica di ogni lampada, aumentando le dimensioni del pannello e incrementando il numero dei LED fino a 77 per lampada.

In questo modo raggiunge i 1000 Lumen, ovvero un risultato decisamente superiore alla media reperibile in commercio.

Va segnalato che abbiamo considerato il singolo articolo ma, come spesso accade per la praticità del consumatore, si posso acquistare lotti contenenti più articoli.

Luposwiten 2000 LM Lampade Solari Led 

Luposwiten 2000 LM Lampade Solari LedCon questo prodotto ci troviamo nella fascia alta dei prezzi della categoria.

Va sottolineato che le lampade a energia solare Luposwiten 2000 LM Lampade Solari Led  vengono vendute in coppia per ogni confezione: ne acquisterete quindi due.

Questo prodotto è adatto ad un fissaggio a parete e nella confezione troverai tutto quello che serve per effettuare l’installazione.

Un modello davvero ottimo con una grande luminosità ed un rilevamento del movimento che arriva anche fino a 26 piedi, quindi è ottimo anche per vialetti e giardini.

Caratteristiche tecniche

  • Peso dell’articolo: 472 gr
  • Dimensioni dell’articolo: 26,2 x 13,2 x 6,9 cm
  • Potenza pannello solare: 4,8 volt
  • Frequenza impermeabile: IP65
  • Angolo del sensore di rilevamento: 125°
  • Distanza di rilevamento: 10-16 piedi
  • Livello di illuminazione: 2000 lumen
  • Batteria: al Litio 2400mAh

Le lampade a energia solare Luposwiten 2000 LM Lampade Solari Led offrono anche una ricarica rapida efficiente grazie ai pannelli solari e garantiscono una durabilità di minimo 5 anni.

Concludendo circa le Luposwiten 2000 LM Lampade Solari Led

Le dimensioni di Luposwiten 2000 LM Lampade Solari Led risultano conformi alla media dei prodotti analoghi, questo grazie alle dimensioni dei pannelli e alla batteria montante in grado aumentarne la performance.

Senza dubbio si tratta di lampade solari ad uso esterno che rispondono alle esigenze di chi pensa ad un acquisto in questo senso.

Per le loro caratteristiche si sposano perfettamente per un uso da esterno in qualsiasi giardino privato.

Luce Solare LED Esterno iPosible

Luce Solare LED Esterno iPosibleEntriamo ora nella fascia medio/alta dei prezzi per categoria e troviamo questo prodotto per l’illuminazione da esterni: Luce Solare LED Esterno iPosible.

Questa confezione di acquisto prevede un gruppo costituito da 4 lampade, tutte dotate della miglioria qualità del pannello in silicio policristallino.

Infatti, l’angolo di illuminazione è rappresentato da ben 100 LED nel pannello centrale.

Questo conferisce una potenza di illuminazione davvero rilevante, raggiungendo i 1000 lumen.

Le Luce Solare LED Esterno iPosible a 1000LM restano in modalità standby durante le ore diurne, durante le ore buie invece,se impostante nella Modalità Sensore, esse si attiveranno al rilevamento di un qualsiasi movimento.

Questa utilissima funzione implica che le lampade si attivino, appunto, quando rilevano un movimento anche minimo all’interno di un raggio d’azione che, in questo caso, è pari a 120°.

Precisamente rileva un movimento fino a 5 mt, cessato il quale tornano in modalità dimmerata dopo circa 20 secondi di assenza di movimenti.

Il prodotto che stiamo considerando offre anche la possibilità di scegliere diverse modalità ed intensità della luce.

Scheda tecnica

Dimensione del collo: 13x 9,5x 7,8cm (4 articoli nella confezione)

Pannello Solare: 1 W 1000 LM

Batteria : al Litio 1800mAh

LED: 100

LUX: 1000 LM

Impermeabilità: IP65

Conclusioni e ulteriori dettagli

Luce Solare LED Esterno iPosible è un prodotto che può venir fissato alle pareti esterne: le viti per il fissaggio sono incluse nella confezione e procedere al posizionamento su parete è semplicissimo, non richiede nessun ulteriore strumento o cablaggio.

La modalità di illuminazione che presenta questo prodotto da esterno si divide in 3 tipologie:

  1. la luce può restare in funzione per tutta la sua durata, quindi dalle 8 alle 10 ore
  2. la luce funziona in modo dimmerato ma aumenta l’intensità al movimento rilevato
  3. la luce non è in funziona ma si accende raggiungendo il livello massimo al rilevamento di un minimo movimento

Basterà scegliere la modalità con la quale intendiamo sfruttare le sue caratteristiche.

Conclusioni sulle lampade solari per uso esterno a LED

In questa guida abbiamo conosciuto più da vicino alcuni modelli di lampade solari, caratteristiche che, per quanto apparentemente simili fra loro, in realtà sottolineano le differenze da un prodotto dall’altro.

E molti sono i fattori dei quali possiamo tener conto per la nostra scelta, dal numero di LED montati alle dimensioni del pannello, passando attraverso quegli optional come il telecomando che rendono ancora più semplice l’utilizzo di una lampada solare.

Possiamo trovare modelli “basici” che sarà sufficiente posizionare lungo un percorso da illuminare o fissarli alla parete che vogliamo messa in luce.

Che ci si rivolga ad un negozio specializzato o si effettuino ricerche nel web,si possono trovare modelli che differiscono nella forma stessa.

O, ancora, prodotti venduti in lotti che comprendono più di un articolo, è il caso di due fra i tre modelli presentati in questa guida.

Tutte le lampade solari adatte all’applicazione su pareti vengono venute con le relative viti; alcuni prodotti, inoltre, hanno in dotazione anche il cavo USB per effettuare una ricarica intervenendo personalmente.

Possiamo riassumere così dicendo: se si decide di acquistare una lampada solare per uso esterno a LED, è sufficiente porre la dovuta attenzione al luogo preciso ove la posizionerete.

A fare la differenza è l’intensità della luce irradiata, e sarà quindi necessario evitare di posizionarle in prossimità di zone buie o in punti dove, per una qualsiasi ragione, venga meno l’esposizione ottimale. Per il resto… fanno tutto da sole e non consumano nulla.

Miglior bollitore elettrico: recensioni e prezzi (2019)

Siete alle prese con la scelta del miglior bollitore elettrico? Questa è la guida che fa al vostro caso! Il bollitore elettrico è un must per chi ama thè e tisane, per chi segue delle diete depurative e, perché no, anche per le neomamme per riscaldare latte e prime pappe.

Esso, infatti, è un apparecchio che facilita la vostra vita facendovi ottenere l’acqua calda o bollente nel minor tempo possibile. Tre sono le operazioni da fare:

  • attaccare il cavo alla presa di corrente,
  • inserire l’acqua
  • premere un pulsante

Ecco che in poco tempo potrete gustare le vostre tisane preferite alla temperatura perfetta! Il liquido, infatti, viene riscaldato grazie ad una resistenza elettrica e, quando arriva a bollore, l’apparecchio in questione si spegne autonomamente.

Insomma, se si opta per una macchina da caffè perché non pensare anche ad un apparecchio per tutte le altre bevande calde?

Sul mercato sono disponibili diversi modelli, con capacità, materiale e potenza differenti. A queste differenze, naturalmente, si aggiunge anche il prezzo. Ecco perché è buona norma soffermarsi su una guida scritta ad hoc al fine di scegliere il migliore bollitore elettrico!

Miglior bollitore elettrico: quali funzioni sono importanti?

FUNZIONI. Anche se apparentemente il bollitore elettrico è uno strumento semplice ed universale, non si può non prendere in considerazione le varie funzioni che lo caratterizzano. Ma quali sono le mansioni che questo attrezzo della tecnologia può vantare? Scopriamolo insieme.

  • Programmi già impostati: non c’è nulla di meglio che premere un pulsante e lasciare che l’apparecchio faccia il resto. Ebbene, ve ne sono sul mercato diversi che hanno questa fantastica opzione, ma quasi esclusivamente top di gamma. La temperatura automatica varia dai 40 ai 100 gradi generalmente.
  • Keep Warm: ovvero il mantenimento al caldo. L’ideale per chi ha bambini piccoli che fanno capricci o combinano pasticci nei momenti meno adatti! Se il vostro bimbo piange a singhiozzo e l’acqua per la tisana è pronta, nessuna paura: questa funzione permetterà di mantenere la temperatura dell’acqua pressoché costante per un certo periodo di tempo successivo all’ebollizione.
  • Indicatore d’acqua: i più parsimoniosi ringrazieranno, e il nostro pianeta anche. Per evitare sprechi, l’indicatore del livello dell’acqua vi aiuterà ad ottenere il numero di tazze prestabilito, senza dover ogni volta buttare l’acqua rimanente nel lavandino.
  • Spegnimento automatico: tutto quello che è robotizzato ci piace! Vuoi per la mancanza di tempo, vuoi per i vuoti di memoria o la poca praticità nell’utilizzo, avere una bazzecola che si spenga una volta raggiunta la temperatura desiderata o nel momento in cui il bollitore venga sollevato dalla sua base costituisce indubbiamente un punto a favore per i prodotti dotati di questa capacità.
  • Coperchio a molla: l’ideale per aprirlo premendo semplicemente un pulsante e per avere una maggiore facilità di utilizzo specialmente durante la pulizia..
  • Spie luminose e sistemi di sicurezza: la tecnologia in genere è ricca di spie luminose colorate, e i bollitori in questo campo non sono da meno! Per quanto riguarda la sicurezza, in particolare sempre più modelli offrono la possibilità di avere dei manici dotati di isolamento termico o l’impossibilità di utilizzo nel caso non ci sia acqua al suo interno. Tecnologia sì, ma con la testa!

CAPACITA’.  Sicuramente è uno dei fattori sui quali si concentra la scelta di un modello o di un altro. La capacità non è altro che la quantità di liquido che è possibile inserire all’interno del bollitore; ed è piuttosto scontato che in commercio vi siano  diverse grandezze di serbatoi.

Basti pensare che c’è chi li utilizza per preparare un thè o un caffè americano o chi ne fa uso in cucina per preparare un piatto di pasta. Tre sono le tipologia di bollitori se prendiamo in esame la capacità di ognuno di essi:

  • da 1,2 litri: sono indicati per chi ha una famiglia numerosa o vuole utilizzare l’apparecchio anche per portare a bollore l’acqua per la pasta in minor tempo. Si può arrivare anche a 1,7 litri di acqua, che corrispondono a circa 6/7 tazze di tisana.
  • da 500 ml a 1,2 litri: sono considerati medi, e anch’essi vengono utilizzati per preparare ricchi piatti. In termini di tazze di tisana o thè, sono l’ideale per una famiglia di 4/5 persone.
  • fino a 500 ml: sono quelli da viaggio, ottimi in campeggio o se si hanno bambini piccoli. E’ possibile preparare bevande calde per due o tre persone al massimo.

MATERIALI E DESIGN. Naturalmente altro fattore da tener in considerazione è l’aspetto estetico. Perché è sì importante che l’attrezzo sia sicuro, pratico e veloce, ma altresì esso deve abbinarsi all’arredamento della propria casa o del proprio ufficio e soddisfare il gusto del fruitore.

  • Tra forme classiche e particolari, luci a led, base rotante e i vari colori disponibili avrete solo l’imbarazzo della scelta! Per quanto riguarda i materiali, ovviamente alla robustezza e all’utilizzo di certi materiali piuttosto che altri corrisponde ovviamente un prezzo diverso.
  • Va da sé che che gli apparecchi in plastica hanno una resistenza ma anche un costo inferiore rispetto a quelli in acciaio.

Miglior bollitore elettrico: consumi, marca e prezzi

CONSUMI.  Per ultimo, ma non ultimo come si suol dire, la bolletta dell’elettricità. O meglio, la scelta della potenza del bollitore e di quanto questa incidere nei consumi.

  • La potenza si esprime in Watt e ad un voltaggio basso corrisponde anche un consumo più basso, ma una lentezza dell’apparecchio. I top di gamma vanno dai 2000  W ai 2500 W.

MARCA. Quando si acquista un qualsiasi oggetto tecnologico ed elettronico si pensa sempre alla marca. Naturalmente essa fa la differenza, anche di prezzo. Io non me la sento di indirizzarvi ad un acquisto di marchi famosi, ma è bene precisare che affidarsi a nomi conosciuti, e magari leader di questo ambiente, è comunque una garanzia. Sia in termini di efficienza che di presenza e risoluzione di presunte problematiche relative al post vendita.

PREZZI. Parlando in termici economici, i prezzi variano notevolmente. Si pensi che i bollitori partono dai 10/20 euro e si arriva anche ai 100 euro e più. Sostanzialmente ad un prezzo alto corrispondono caratteristiche, materiali e peculiarità differenti. Ma non è sempre così.

  • Bisogna quindi, in primo luogo, verificare le proprie esigenze d’uso (se l’apparecchio vi serve per riscaldare il latte al neonato, potete tranquillamente fare a meno di luci a led o altre funzioni particolari e super tecnologiche, a beneficio del prezzo) e di conseguenza il budget a disposizione.

Miglior Bollitore Elettrico – Il migliore in assoluto

Tristar WK-1323

Miglior Bollitore Elettrico - Tristar WK-1323E’ semplicemente geniale: permette di essere trasportato ovunque poiché utilizzabile senza fili. E non è tutto: ha la resistenza collocata all’interno proprio per evitare scottature e per far sì che si arrivi a temperatura nel minor tempo possibile e, se l’acqua arriva a bollore, l’apparecchio si spegne automaticamente.

Ma c’è di più: la rotazione a 360 gradi vi garantisce velocità e incastro perfetto in qualsiasi punto e, grazie alla sua intelligenza, il Tristar WK-1323 non entra i funzione se non rileva la presenza del liquido al suo interno.

La struttura portante è in acciaio inox ed è totalmente estraibile, quindi è possibile riempire le tazze direttamente sul tavolino senza rischiare di scottarsi. 1200 ml è la capacità e quindi soddisfa pienamente una famiglia composta da 4/5 persone.

Probabilmente l’unico contro è dato dalla difficoltà di pulizia, in quanto la forma del bollitore non favorisce l’eliminazione del calcare che si deposita sul fondo della caraffa.

Nonostante questo, il Tristar WK-1323 è un ottimo prodotto dotato di un rapporto qualità/prezzo da far invidia alle marche famose presenti sul mercato. Un ottimo regalo per amici e parenti, ma soprattutto per se stessi.

Miglior Bollitore Elettrico – La migliore scoperta

Russell Hobbs 20190-70

Miglior Bollitore Elettrico - Russell Hobbs 20190-70Probabilmente il miglior bollitore elettrico del nuovo anno. E’ un apparecchio di alto livello, con caratteristiche ineguagliabili per gli altri produttori della medesima fascia di prezzo.

E’ possibile scegliere se riscaldare una, due o tre tazze di acqua, evitando sprechi, e ottenendo un risparmio energetico del 66% grazie alla sua capacità di autoregolazione della potenza al fine di riscaldare i liquidi.

1 litro la sua capacità, per poter soddisfare tranquillamente l’esigenza di un’intera famiglia che vedrà pronta la sua tazza di the in soli 50 secondi!

Anche in questo caso, purtroppo, la perfetta pulizia dell’aggeggio è resa difficoltosa dalla forma e dalla presenza di tubicini all’interno del boccale.

Miglior Bollitore Elettrico – Rapporto qualità/prezzo

Black & Decker DC75 – QS

Miglior Bollitore Elettrico - BLACK+DECKER DC75-QSUna marca, una garanzia. Da anni ormai onnipresente sul mercato, la Black & Decker offre una vasta gamma di prodotti a prezzi concorrenziali e dalle alte potenzialità. Come in questo caso, ed infatti non è certo una coincidenza se hanno piazzato sul mercato il bollitore più venduto.

E’ di grandi dimensioni (capacità 1.7 litri) ma è comunque facile da trasportare in auto o in borsa e garantisce una ebollizione rapida e comodità d’utilizzo.

Anche in questo caso la resistenza è ben nascosta all’interno del prodotto, così da evitare possibili bruciature ma anche la possibilità di formazioni di calcare sulla serpentina. Velocità, igiene e praticità sono le chiavi del successo di questo bollitore!

Bollitore elettrico Sici

Bollitore elettrico SiciUn altro modello dall’ottimo rapporto qualità prezzo che sicuramente non deluderà nessuna aspettativa.

Stiamo parlando del Bollitore elettrico Sici che fa della sua base riscaldante automatica la sua vera forza.

Un bollitore molto capiente visto che può contenere fino a 1,8 litri. Una quantità più che sufficiente anche per una famiglia di 5 persone senza ombra di dubbio.

La caratteristiche principale è la presenza di un riscaldatore nascosto di 1500 W che riscalda il liquido in soli 3-5 minuti di orologio.

Può funzionare sia con il cavo che senza cavo, la scelta è completamente libera in base alle esigenze e praticità del momento.

Design super moderno ed elegante, perfetto quindi da tenere anche in bella esposizione sul banco della cucina.

Il tutto è in acciaio inox inossidabile per una durabilità nel tempo davvero eccellente.

Miglior Bollitore Elettrico – Il più costoso

CuisinArt CPK17E

Miglior Bollitore Elettrico - CuisinArt CPK17EQuando il prezzo è sinonimo di qualità, è proprio il caso di dirlo! Con una capienza di 1,7 litri di acqua, offre la possibilità di soddisfare le esigenze di un’intera famiglia e magari anche di invitare i vicini per la tisana delle 17! Infatti ben 6 sono le tazze di thé garantite, nonché la possibilità di cuocere un bel primo piatto.

Costituito in acciaio inox, è dotato di base girevole a 360 gradi e di filtro anticalcare. Tra le altre funzioni ricordiamo:

  • programmi preimpostati automatici
  • indicatore del livello dell’acqua
  • spegnimento automatico più segnale sonoro riconoscibile
  • apertura facile e programma di sicurezza
  • schermo LCD e luci LED

Non vi abbiamo ancora convinto? Ecco un altro punto a suo favore: 2300 W per ottenere l’ebollizione in pochissimo tempo senza discapito dei consumi. L’unico neo è il prezzo, ma per la perfezione è il minimo!

Conclusioni

In questa guida al miglior bollitore elettrico ho tentato di racchiudere le caratteristiche essenziali da tener presente per l’acquisto di un bollitore elettrico e i vari esempi di prodotti altamente validi e attualmente presenti sul mercato.

Per qualsiasi dubbio, domanda o incertezza potete contattarci nel form in basso; riceverete una risposta nel più breve tempo possibile.

Miglior robot da cucina – Offerte, prezzi e consigli (classifica 2019)

Ami la cucina e cerchi un valido aiuto? Ecco i miglior robot da cucina, l’elettrodomestico che fa certamente al caso tuo.

I robot facilitano e migliorano il modo di cucinare: riducono il tempo e ci danno una mano nelle ricette più ardue; molte sono le funzionalità e gli accessori in dotazione che semplificano la vita in cucina.

I robot da cucina sono entrati nei trend degli acquisti negli ultimi anni ma in realtà esistono sul mercato da oltre 50 anni. Con il tempo però sono diventati sempre più accessibili entrando in maniera sempre più preponderante nelle case degli italiani, insieme al miglior frullatore.

In commercio ne esistono diversi modelli e scegliere quello più adatto alle proprie esigenze non è affatto facile. Tante le marche, le caratteristiche, le funzionalità, le esclusività e ovviamente le fasce di prezzo.

Miglior Robot da Cucina: impastatrice vs robot

Prima di muoversi nel grande universo della scelta bisogna capire la differenza tra robot da cucina tradizionale ed impastatrice. Spesso infatti, queste due tipologie di elettrodomestici vengono confuse e scambiate tra loro. In realtà differiscono non solo per gli accessori inclusi ma soprattutto per la funzione principale.

  • L’impastatrice, come lo stesso nome ci ricorda, è una macchina che serve prettamente per impastare. Preparare impasti come quello dei dolci, del pane, della pasta e della pizza è certamente meno impegnativo e più veloce. Che sia un movimento rotatorio o planetario, l’impastatrice è un valido aiuto per mescolare, amalgamare ed impastare tutti gli ingredienti in modo semplice e veloce.
  • Il robot da cucina è un elettrodomestico multiuso che riesce a conciliare più funzioni grazie agli accessori che vi sono in dotazione. I robot da cucina possono affettare e tritare, fungere da frullatori, centrifughe e spremiagrumi.
    • Questi tipi di robot hanno solitamente anche la pala per impastare, ma di certo non è la funzione principale e quindi non riescono a lavorare impasti duri e abbondanti come per esempio quello del pane.

Si capisce bene, dunque, come entrambi i modelli siano in sostanza degli ibridi per via dei molti accessori che permettono a queste macchine moderne di fare un po’ tutto, lasciando più spazio alla funzione principale.

Ora che le idee sono più chiare sulle funzionalità bisogna capire quali siano le proprie esigenze e perché si voglia acquistare un robot da cucina. Solo così si farà la scelta giusta in base ai vostri reali bisogni, perciò:

  • qual è il motivo principale per cui volete affrontare questa spesa?
    • amate preparare dolci, preparazioni salate, la pasta ed il bene? Allora la soluzione giusta per voi è l’impastatrice.
    • le vostre necessità sono quelle di tritare, grattugiare e affettare gli ingredienti? Allora sarà meglio orientarsi nella scelta di un robot da cucina.

Miglior robot da cucina – Che cosa considerare per l’acquisto?

Esistono moltissimi parametri per decidere l’acquisto del miglior robot da cucina, vediamone alcuni:

  • Accessori. Gli accessori meritano uno studio particolare nel momento in cui si voglia capire quale modello e quale marca scegliere. Tenere in considerazione anche i materiali degli accessori: preferire sempre l’acciaio inox che facilita il lavaggio. Gli accessori vengono aggiunti al corpo macchina aumentando le funzionalità e le possibilità di uso del robot.
    • Ci sono alcuni accessori standard che sono già inclusi nel prezzo mentre altri, quelli aggiuntivi, possono essere acquistati separatamente ed in un secondo momento.
    • Per i robot da cucina troviamo solitamente incluso nel kit il frullatore ed il tritatutto.
    • Possono essere acquistati a parte, spremiagrumi e tritacarne, e tutti gli accessori per la pasta.
  • Capienza. Molto importante è la capienza del robot da cucina, soprattutto se la vostra scelta cade sull’impastatrice. Perché? A differenza del robot dove gli ingredienti possono essere tritati poco alla volta, per gli impasti di pane, pizza e dolci è necessario miscelarli tutti insieme per avere un impasto omogeneo, il più amalgamato possibile.
    • Le impastatrici hanno una capienza variabile: da quelle più piccole e contenute che va dai 500 grammi ai 2,5 kg, ideali per chi vive da solo a quelle molto capienti che ospitano impasti fino a 4,6 kg.
    • Ci sono poi alcuni modelli professionali, come quelli della per le torte, KitchenAid e della Kenwood che si presentano con ciotole che sfiorano i 7 litri.

Quali sono le migliori marche?

Scegliere il miglior robot da cucina, significa anche scegliere la giusta marca. Nel caso dei robot da cucina e delle impastatrici la scelta è ardua. Ne esiste davvero una larga gamma, tutte tra le marche storiche che da sempre si sono occupati di cucina.

  • Tra le migliori marche di robot da cucina ed impastatrici segnaliamo la Kenwood che nell’ultimo periodo è diventata il marchio di riferimento per questo tipo di elettrodomestici. A tenerle testa anche KitchemAid e Klarstein. Ma non mancano grandi firme come Ariete, Bosch, Imetec, Braun, Moulinex e Philips.

Tutte queste marche propongono prodotti di qualità che sicuramente non deluderanno le vostre aspettative. Offrono, inoltre, un valido supporto al cliente in caso di guasti e piccoli problemi tecnici.

E quindi a questo punto quale robot da cucina scegliere tra tanti prodotti?

Vediamo insieme quali sono i migliori sul mercato e quelli che maggiormente soddisfano gli utenti. Abbiamo stilato per voi una lista dei prodotti che in base alle proprie caratteristiche e funzionalità sono quelli che vanno più forti nel 2017.

Qui di seguito una lista dei migliori prodotti per prezzo, prestazioni, rapporto qualità prezzo ed un piccolo spazio anche ai top di gamma.

Miglior Robot da Cucina – Da 1000 a 700 euro (TOP)

Kenwood Chef Major serie Titanium KMM040

Miglior Robot da Cucina - KenwoodE’ il miglior robot da cucina! Volete un robot da cucina che sia la PERFEZIONE in persona, senza badare a spese?  La risposta è una sola: Kenwood Chef Major serie Titanium KMM040.

Se amate cucinare e lo fate molto spesso questa macchina vi darà il modo per esprimere al meglio la vostra passione. Chef Timer è un prodotto unico e completo.

Un elettrodomestico di fascia alta che assicura dei risultati imbattibili. Lo strumento adatto sia per i professionisti del settore che per gli appassionati di cucina.

Tutti concordi nel valutare questo prodotto come top di gamma. Strumento indispensabile ed infallibile per preparare sia menù più elaborati che preparazioni casalinghe. Vediamo insieme quali sono le caratteristiche e le funzionalità di questo elettrodomestico multiuso ed ultra moderno.

  • Questo modello della Kenwood è progettato e studiato per un uso quotidiano, quindi tutti i materiali usati sono di altissima finitura e di prima scelta, resistenti e pensati per un sostegno duraturo. Passiamo dall’acciaio inox per gli utensili ed accessori di lavoro da aggiungere al corpo macchina all’alluminio della rivestitura del robot.
  • Un prodotto robusto che non vi deluderà neanche quando è in azione. Un motore nuovo e performante da 1500 W, ha vari divelli di velocità che possono essere regolati.
  • Diamo ora un’occhiata al set di accessori che compongono Kenwood Chef Major KMM040. Qualcosa di strabiliante. Una combinazione di utensili che garantiscono risultati eccellenti su ogni campo.
    • Iniziamo dalle fruste, ce ne sono diverse ed ognuna per una funzione ben precisa: a gancio per gli impasti lievitati; fliexibile e a “L” per mescolare gli ingredienti liquidi; quella per i semi-liquidi.
    • Grande ciotola in acciaio con una capienza di ben 6,7 litri;
    • Miglior Robot da Cucina - Kenwood2frullatore in vetro; gancio miscelatore; l’impastatrice e molti altri.

Attenzione a come li si maneggia perché sono tutti accessori che pesano molto. Si capisce subito che sono di ottima fattura. Il peso, infatti, gioca un ruolo fondamentale: tutta la macchina con il kit sfiora i 10 kg.

  • E questo si riversa anche sul lato pratico delle dimensione. Occorre infatti uno spazio ampio, che magari non tutti possono permettersi.

Molte poi sono le opzioni offerte che ci vengono in aiuto durante l’uso del robot. Si possono inserire tramite display, come la funzione del timer, che consente di spegnere la macchina dopo un certo tempo.

Utilissima anche la funzione di sicurezza, che a braccio alzato toglie la corrente al motore, fermandolo.

Dalla nostra analisi Kenwood con il modello KMM040 supera il nostro esame alla grande. Consigliato senza ombra di dubbio per chi cerca un elettrodomestico moderno e all’avanguardia, che dia un valido aiuto in cucina.

Miglior Robot da Cucina – Da 500 a 300 euro

Kenwood FPM810 Food Processor Multi-pro Sense

Miglior Robot da Cucina - Kenwood FPM810Tra i miglior robot da cucina questo Kenwood vi permette di avere un elettrodomestico buono senza spendere tantissimo.

Ci rifacciamo di nuovo alla Kenwood, questa volta con il modello FPM810 Food Processor Multi-pro Sense. Un valido compromesso per un aiuto in cucina di qualità ad un prezzo di fascia media.

Un prodotto semiprofessionale con prestazioni elevate per una serie di opzioni che rendono questo elettrodomestico molto versatile. A proposito di versatilità andiamo nel dettaglio. Guardiamo in primis gli accessori. Una gamma vasta, tutti inclusi nella confezione, come:

  • Partiamo con lo sbattitore a doppia frusta: pratico e veloce per la preparazione dei dolci, permette di risparmiare tempo rispetto alla frusta singola garantendo risultati migliori anche nell’impasto.
  • Il frullatore in vetro è ottimo, invece, per preparare cibi caldi e freddi anche in successione senza avere problemi di sbalzi termini. Capienza davvero elevata, oltre 1,5 litri, perfetto per grandi quantità di frutta e verdura.
  • Ed infine, ma non per importanza il Food Processor, la punta di diamante di questo robot da cucina. Adeguato sia come impastatrice che per altre preparazioni. Occhio però alle quantità. Non esageriamo e non andiamo oltre i 500/600 g di farina per impasto.
  • Al food processor poi si aggiungono una serie di altri accessori che ampliano ulteriormente la gamma di funzionalità del robot. Una serie di dischi in acciaio inox, 5 per la precisione, che servono per affettare e sminuzzare (sia in modalità fine che grossa), tagliare alla julienne, grattugiare e decorare.
  • E poi ancora lo spremiagrumi, la spatola, la lama impastatrice, un particolare accessorio che è in grado di sminuzzare e tritare.
  • E poi la vera chicca di questo modello della Kenwood, la bilancia di precisione integrata che fa si che tutti gli ingredienti possano essere comodamente pesati nel robot fino ad un massimo 3 kg, con piatto di pesa separato e possibilità di azzerare la tara.

Integrato un esclusivo sistema di lavorazione: il Dual Drive. Due le velocità di rotazione utilizzando lo stesso attacco: alta per frullare, bassa per tagliare e sminuzzare. Motore abbastanza potente di 1000 watt per risultati ottimi.

Ben 8 le velocità di rotazione da poter scegliere. Tramite una manipola posizionata sul corpo motore si può scegliere manualmente la velocità desiderata.

  • Altra funzionalità comoda ed innovativa allo stesso tempo che la Kenwood propone con Food Processor Multi-pro Sense è quella Eco. Se il robot da cucina viene lasciato inattivo per oltre mezz’ora, esso passa automaticamente alla funzione di risparmio energetico garantendo un risparmio del 50%.

Ottimi anche i materiali, tutti garantiti dalla grande esperienza di un marchio di qualità. Corpo motore in alluminio; il gruppo delle lame è in acciaio inox con bordi seghettati per migliorare le performance di taglio; il vaso del frullatore è in vetro ma termoresistente; la ciotola, invece, è costruita con un materiale di ultima generazione che la rende infrangibile, il TritanTM.

  • Tutti materiali di classe, di ottima finitura e ben assemblati tra di loro che fanno pagare al robot lo scacco di essere molto pesante, in tutto ben 12 kg. Pesante dunque da maneggiare e spostare la soluzione migliore è quella di trovare una sistemazione fissa.

Concludendo, una valutazione più che positiva per un prodotto semiprofessionale che si piazza bene sul mercato con un prezzo di fascia media ma che vale assolutamente quanto costa.

Finitura dei materiali,  ottimi risultati garantiti dalle tante funzionalità presenti e da alcune caratteristiche particolari di funzionamento. Tutto questo per dire che come al solito Kenwood non lascia niente al caso.

Bosch MUM58420

robot da cucina Bosch MUM58420Nella guida al miglior robot da cucina, questo modello Bosh è di certo uno dei modelli più potenti; infatti il motore extra-potente dispone di una potenza di ben 1000 watt.

Questo permette tantissime funzionalità, soprattutto per gli impasti che più richiedono potenza.

Ben fatti i materiali, la ciotola di miscelazione ha una capacità di 3,9 l, gradevole anche il design con i colori simil-acciaio e rosso.

Il braccio impastatore è di facile sollevamento: con la semplice pressione di un pulsante si posiziona il braccio multifunzione in 3 posizioni diverse.

Numerosissimi sono anche i gli accessori inclusi, come:  frusta per impasti morbidi con bordi in silicone, frusta per montare con altezza regolabile e gancio per impastare con protezione. Tutti gli accessori possono essere lavati in lavastoviglie, infatti il materiale con il quale sono costruiti è ottimo.

In generale, si tratta di un prodotto con un rapporto qualità/prezzo eccezionale; anche il marchio Bosch è di certo sinonimo di garanzia, soprattutto per la durabilità del prodotto.

Miglior Robot da Cucina – Da 200 euro in giù

Philips HR7778/00

Miglior Robot da Cucina - Philips HR777800Philips HR7778/00 è il miglior robot da cucina che noi vi consigliamo con il miglior rapporto qualità prezzo. Un costo accessibilissimo per un elettrodomestico che è ricco di funzioni ed accessori.

Potente, elegante, facile da usare, una varietà di funzioni grandissima e risultati ottimi. Materiali eccellenti e che durano nel tempo, ottime prestazioni senza richiedere consumi energetici eccessivi. Il tutto ad un prezzo imbattibile sul mercato.

Cosa chiedere di più? Proprio per tutte queste caratteristiche noi lo consideriamo uno tra i migliori, adatto a chi cerca un giusto compromesso tra buone prestazioni e ottimo prezzo.

Ma vediamo nello specifico quali sono le caratteristiche di punta di Philips HR7778/00.

Partiamo con la potenza: 750 watt, non tra le migliori ma in grado di garantire prestazioni che non deludono affatto e con consumi energetici irrisori. A disposizione dell’utente due velocità: ognuna di colore di verso che si abbina alle due funzionalità della macchina, impastare e sminuzzare. Un metodo innovativo ed intuitivo che facilita l’utilizzo del robot.

Ma guardiamo il vero punto di forza di questo prodotto, gli accessori. Una vasta gamma che lo rendono pratico, efficiente e completo ed in grado di azionare ben 28 funzionalità diverse.

  • Due sono i tipi di lama in dotazione: una per triturare e l’altra per impastare.
  • Quattro invece i dischi: quello emulsionante per montare panna ed albumi; uno per triturare; un altro per affettare e sminuzzare ed il quarto per le patatine fritte.
  • A questo si aggiunge un vaso frullatore molto capiente di 1,75 litri; una piccola spatola per miscelare gli ingredienti; un minitritatutto, una vera chicca per un modello così economico; ed infine il food processor di 2 litri.

Insomma un ventaglio di opportunità tutte in un solo elettrodomestico molto compatto ma veramente  funzionale per tutte le preparazioni casalinghe. Da apprezzare soprattutto la versatilità degli strumenti in dotazione, alcuni dei quali (vedi il minitritatutto) non si trovano nemmeno in modelli più costosi e blasonati.

Infine guardiamo il design:

Miglior Robot da Cucina - Philips HR7778000

  • semplice ma molto raffinato.
  • Linee morbide che restituiscono un look curato a contrasto tra il bianco dell’intera macchia ed il nero lucido della base.
  • Un elettrodomestico di ridotte dimensioni e alquanto leggero. Facile dunque da muovere da una parte all’altra della casa. Compatto e maneggevole permette anche di risparmiare spazio.

I materiali sembrano di buona qualità, in particolare le lame sono di acciaio inox.

E allora se cercate un elettrodomestico tutto fare che sia economico e funzionale, con buoni materiali, buone prestazioni e che non sia ingombrante, la vostra scelta non potrà che cadere su Philips HR7778/00.

Kenwood Multipro FPM250

Miglior Robot da Cucina - Kenwood MultiproTra i miglior robot da cucina questo è tra i più economici; ci viene in aiuto la Kenwood con il suo Multipro FPM250. Un prodotto che stupisce davvero.

Il motivo? Un prezzo non contenuto, di più. Al di sotto dei 100 euro ma che offre dei buoni risultati. Certo da questo modello non ci possiamo aspettare risultati alti e spettacolari come per altri modelli della stessa marca dai prezzi stratosferici ma fa bene il suo lavoro.

Se volete un robot da cucina che funziona bene e che vi permette di spendere poco questa è la soluzione per voi. Kenwood Multipro FPM250 stupisce tutti. Risultati al di sopra della media per un robot di questa fascia di prezzo.

Un valido aiuto in cucina per chi ha bisogno di un collaboratore speciale nel preparare piccole ricette casalinghe. Attenzione però! Se cercate un robot che prepari grandi quantità, questo non è il modello giusto!

Vediamo ora quali sono le sue caratteristiche principali che ne fanno un prodotto di tutto rispetto, anche se di fascia bassa. L’apparecchio ha una potenza di 750 Watt, due velocità più la classica “pulse”. Il motore funziona bene ma attenzione a non farlo lavorare troppo, potrebbe surriscaldarsi.

Vasto il kit di accessori in dotazione per poter svolgere ben 22 funzioni diverse.

  • Abbiamo lo  spremiagrumi, il recipiente da 2 litri, il frullatore in vetro da 1,2 litri, la lama impastatrice, lo sbattitore a due fruste in metallo, vari dischi per tagliare verdure e dei formaggi, la ciotola graduata in plastica.
  • Tutti gli accessori si montano e smontano facilmente e possono essere lavati comodamente in lavastoviglie.

Kenwood Multipro FPM250 è un modello fatto di materiali semplici mMiglior Robot da Cucina - Kenwood Multipro1a resistenti e ben assemblati. Metallo e plastica per l’intera struttura, piedini in gomma che ne garantiscono stabilità e sostegno. Modello piccolo ma robusto e resistente.

  • Ottimo per chi non ha un piano di lavoro ampio: il robot si sviluppa verso l’alto, presentandosi con una base stretta , di soli 20 x 20 cm. Oltre ciò è anche molto leggero, quindi pratico per spostarlo.

Unica pecca l’eccessivo rumore. Non è certamente tra i modelli più silenziosi. Dunque se amate il silenzio scordatevi questo modello.

Se invece siete abituati a chiudere un orecchio pur di avere un buon prodotto e Kenwood Multipro FPM250 vi ha convinto fino ad ora andate pure avanti con il vostro acquisto. N

Venga! VG M 3014

Venga! VG M 3014 robot da cucinaEcco un altro modello di robot da cucina economico, ma allo stesso tempo anche versatile e performante.

Si tratta di un marchio forse non molto noto, ma che siamo sicuri si farà presto strada nel mondo degli accessori per la cucina.

Questo Venga! VG M 3014 ha ben 6 velocità tra cui poter scegliere garantendo una grande versatilità ed efficienza.

Tra i tanti accessori vi è anche una ciotola molto capiente visto che è di ben 5 litri, ed è munita di coperchio para spruzzi.

Ma vediamo insieme tutti gli altri accessori inclusi nella confezione:

  • mixer
  • gancio per impasti
  • sbattitore
  • agitatore
  • spatola
  • ciotola in acciaio inossidabile
  • manuale di istruzioni

La domanda ora è d’obbligo: e la potenza?

Questo Venga! VG M 3014 ha un motore di ben 1000 watt che assicura un funzionamento in tutte le sue caratteristiche davvero ottimo.

Conclusione

Hai già trovato il miglior robot da cucina? Non sai ancora quale scegliere? Scrivici nei commenti e nel più breve tempo possibile, il team di Coseperlacasa di risponderà!

Migliori sveglie e radiosveglie

Migliori sveglie e radiosveglie • Guida 2019 •

Ogni mattina svegliarsi per andare a scuola o al lavoro è davvero difficile e quasi tutti ci facciamo aiutare in quest’ardua impresa dalla sveglia.

La sveglia è un oggetto imprescindibile per chiunque, un elemento di arredo ma anche un vero e proprio elettrodomestico che può cambiarci la vita. C’è chi sceglie di usare la sveglia della nonna, chi usa quella tecnologica, chi preferisce svegliarsi con la musica e chi con il classico bip, ma una cosa è certa: nessuno rinuncia alla sveglia.

Scegliere la giusta sveglia però non è semplice come molti di noi pensano,  in commercio ne esistono davvero tantissime, da quelle analogiche a quelle digitali, passando per sveglie bluetooth, radiosveglie e sveglie con proiettore dell’orario, per finire ai modelli più tecnologici con funzioni  avanzate come temperatura, previsioni del tempo, lampada integrata, funzioni di spegnimento automatico.

La sveglia a tutti gli effetti è un orologio che ha la particolarità di emettere un suono che funge da allarme.

Le prime sveglie erano di tipo analogico, quindi costituite da un meccanismo che faceva muovere le lancette all’interno del classico orologio e una lancetta aggiuntiva che segnava l’orario in cui sarebbe dovuto partire l’allarme, erano abbastanza semplici e solitamente funzionavano con una carica manuale.

Ancora oggi si trovano in commercio moltissime di queste sveglie e tantissime sono le persone che decidono di acquistarle, anche se il costo è notevolmente superiore rispetto a quelle digitali.

Le sveglie di nuova generazione, indipendentemente dal modello scelto, sono invece tutte di tipo digitale, quindi con le cifre che compaiono direttamente sul display, e sono solitamente alimentate a corrente o a batteria ma in ogni caso il loro consumo è davvero basso perché utilizzato solo per illuminare i numeri o per spostare i cristalli liquidi. Ad esempio esistono sveglie digitali che con una batteria funzionano anche un anno.

Se avete scelto di acquistare una sveglia analogica, le cose da tenere presente sono poche, queste sveglie sono uniche e nel tempo non si sono modificate, sono un classico e non hanno subito nessun intervento tecnologico. Ma se invece volete optare per qualcosa più economico o fruibile, dovete necessariamente scegliere il digitale e a questo punto vi si aprirà un mondo di modelli e caratteristiche.

Sveglie: che cosa considerare per un buon acquisto?

Quando si deve scegliere un sveglia digitale la cosa migliore è sempre quella di capire che modello è più consono a noi o alla nostra casa ma è bene anche valutare le caratteristiche che deve avere per rispondere a tutte le nostre esigenze.

Il primo aspetto da tener presente è la dimensione, esistono in commercio sveglie di ogni misura, sia per profondità che per altezza. Acquistare una sveglia per la propria camera vuol dire scegliere un oggetto utile ma anche che sia un complemento d’arredo e quindi che stia bene sul comodino.

Secondo aspetto, ma non meno importante, è quello della dimensione dei numeri e dell’illuminazione, se abbiamo ad esempio problemi di vista è bene optare per modelli di sveglie con i numeri illuminati bene, quindi preferibilmente in bianco, e grandi o ancora meglio per un modello con proiettore.

Se invece la luce ci infastidisce, la sveglia che fa per noi è quella a cristalli liquidi che si illuminano solo se serve.

Se amiamo la musica è bene optare per una radiosveglia, magari con lettore mp3 così da poter mettere la propria musica.

Può essere importante inoltre considerare se si preferisce un sveglia a corrente o a batteria, molte persone preferiscono ad esempio le batterie perché in caso ad esempio di privazione della corrente, orologio e sveglia continuano a funzionare.

Infine aspetto non trascurabile è il prezzo, valutiamo il budget che abbiamo, esistono sveglie digitali davvero per ogni portafoglio,  ma soprattutto consideriamo ciò che vogliamo dalla nostra nuova sveglia, ad esempio esistono sveglie con funzioni di collegamento con lo smartphone, radiocontrollate che si sincronizzano con l’orologio atomico, ci sono funzioni di spegnimento automatico o di allarmi diversi nello stesso strumento, se non sappiamo cosa farcene è inutile spendere denaro per qualcosa che si è capaci di usare, meglio optare per qualcosa di più semplice.

Sveglie: migliori tipologie

Per aiutarvi nella vostra scelta abbiamo deciso di selezionare per voi alcune tipologie di sveglie, con un buon rapporto qualità prezzo, che rientrino in quattro grandi gruppi: le sveglie classiche, le radiosveglie per coloro che amano svegliarsi con la musica, le sveglie bluetooth che facilmente si collegano al nostro cellulare e infine quelle con proiettore.

Le prime sono le sveglie sono che fanno il classico bit, ne esistono davvero di bellissime e di design ma ciò che le rende ancora più moderne è la possibilità di programma più di una sveglia, sia per i ritardatari sia per i diversi componenti della famiglia.

La radiosveglia invece è un classico ma nel tempo sono notevolmente migliorati. Ad esempio oggi quasi tutto ci permettono di  utilizzano la musica di una data stazione radio per svegliarci, mentre le prime radiosveglie si accendevano nella prima stazione radio che trovavano. Solitamente sono alimentate a corrente ma il più delle volte c’è anche la possibilità di utilizzarle con una batteria così da permettere alla sveglia di funzionare anche se dovesse venire a mancare la corrente.

Gli ultimi modelli possiedono anche funzioni come lo sleep timer che spegne da radiosveglia dopo un certo periodo di tempo o la funzione radio a tempo pieno che fa utilizzare la sveglia come una vera e propria radio.

Le sveglie bluetooth invece sono un’alternativa alla radiosveglia che permette il collegamento con lo smartphone e quindi la sincronizzazione delle sveglie, l’utilizzo delle musiche presenti sul cellulare come suonerie della sveglia e l’utilizzo del altoparlante della sveglia come altoparlante del telefono.

E per finire abbiamo scelto il modello con proiettore, utilissime per coloro che si svegliano durante la notte e vogliono sapere che ore sono senza accendere la luce. Il proiettore è regolabile e si può orientare sul soffitto come sulla parete e facilmente si può leggere l’orario anche per coloro che vedono poco e hanno bisogno degli occhiali.

Esistono di questi modelli tante varianti, alcune proiettano anche data e temperatura, molte hanno la funzione snooze che permette di farle suonare di nuovo dopo che sono state spente, molti modelli hanno addirittura la possibilità di impostare orari diversi per i vari giorni della settimana o lo spegnimento automatico.

Vediamo insieme nello specifico, poi, le migliori sveglie in commercio.

Migliori sveglie: consigli per gli acquisti

Ecco di seguito alcuni modelli che abbiamo scelto per voi al di sotto dei 40 euro.

Radiosveglia con proiettore dimmerabile Mpow

Radiosveglia con proiettore dimmerabile MpowRadioSveglia digitale con proiettore stupenda esteticamente con un display nero lucido sul quale spiccano i numeri in blu.

Rispetto a tante altre radiosveglie, questa si distingue per eleganza e modernità. Venduta ad un prezzo inferiore ai 30 euro, e quindi più economica di tante sveglie concorrenti, offre tante particolarità interessanti.

Partirei dal display leggermente curvo, molto bello da vedersi e leggibile da qualsiasi angolazione. Esso è un pannello da ben 5″ con tre diverse luminosità preimpostate.

Il proiettore, veramente molto efficace, non riproduce sul muro una luce fastidiosa ma, al contrario, è orientabile (per angolazione e distanza di proiezione) e dimmerabile.

La radio FM permette di memorizzare fino a 15 stazioni ed offre un timer per lo spegnimento programmato in 90, 75, 60, 45, 30, 15, 10 o 5 minuti.

Si possono memorizzare due sveglie così da assecondare i bisogni di una coppia per esempio.

Sul retro della radiosveglia è presente una porta USB per con potenza in uscita 5V 1A ideale per ricaricare qualsiasi dispositivo mobile.

Sveglia Casio DQ-747-8EF

Sveglia Casio DQ 747 8EFCome classica sveglia abbiamo optato per la Casio, un marchio che è una sicurezza in fatto di orologi.

La sveglia DQ-747-8EF è la classica digitale, molto semplice da utilizzare e impostare, è alimentata dalle batterie e ha una suoneria molto facile da sentire perché di volume abbastanza alto.

La sua dimensione è contenuta, cm  9,5 x 7,5, quindi adatta anche a coloro che non hanno molto spazio. Il suo display segnala l’orario, la data e la temperatura, inoltre possiede il tasto illuminazione che permette di accendere il display più intensamente e vedere tutto anche se ci si trova al buio.

I pregi di questa sveglia, oltre al prezzo contenuto, circa 20 euro, sono la possibilità di usarlo in modalità snooze cioè che suona ogni cinque minuti fino a quando non si spegne completamente dal  tasto laterale oppure la modalità suono unico. Il difetto di questa sveglia è senza dubbio la possibilità di selezionare un solo tipo di suono, il classico bip bip.

Philips AJ3400

Sveglia Philips AJ34000La Philips AJ3400 invece è il modello che abbiamo scelto come radiosveglia. Anche questo è un modello dal prezzo molto contenuto  e facilmente impostabile, si può programmare su due differenti suoni per due differenti sveglie e possiede il collegamento in FM/MW.

Lo schermo è abbastanza grande e facile da leggere anche al buio. Le sue dimensioni sono 10,3 x 19,1 x 7 cm, è il peso non è maggiore di 331 grammi.

L’alimentazione è a corrente ma possiede anche le batterie di backup integrate che assicurano che la radiosveglia funzioni anche se dovesse esserci un blackout. Sicuramente i pregi di questa radiosveglia sono lo spegnimento automatico, che permette di decidere per quanto tempo ascoltare la radio prima di andare a letto, dopo di che la radio va in modalità basso consumo, e la funzione snooze che ripete il suono ogni nove minuti. Il difetto per alcuni può essere quello che il volume non si può abbassare più di tanto.

Doupi Altoparlante Touch Bluetooth

Doupi Altoparlante Touch Bluetooth sveglie radiosveglieEcco una sveglia davvero interessante, la Doupi Altoparlante Touch Bluetooth, un’ottima sveglia con orologio davvero precisissimo, formato orario 12/24 e funzioni che nemmeno ti aspetti.

Il pregio di questa sveglia è senza dubbio la sua grande versatilità visto che permette di:

  • leggere l’ora
  • impostare una sveglia
  • ascoltare la musica
  • avere una luce notturna
  • la bellezza estetica della sveglia che rende un complemento d’arredo davvero elegante

Può essere collegata via bluetooth allo smartphone, oppure può essere inserita una mini SD. Ottima anche per chiamate in vivavoce.

Insomma, questo modello è molto più di una semplice sveglia.

Oregon Scientific RM308PX

Oregon Scientific RM308PX sveglie e radiosveglieLa sveglia che abbiamo scelto con proiettore è la Oregon Scientific RM308PX, un’ottima sveglia con orologio radiocontrollato davvero precisissimo, formato orario 12/24 e con doppio allarme anche per due persone e con suono in crescendo, inoltre al classico allarme che suona per due minuti si può aggiungere anche la funzione snooze per altri 8 minuti.

Il proiettore dell’orario si può orientare  verso il soffitto o perso la parete e l’immagine si può girare fino a 180° con la messa a fuoco regolabile.

I pregi di questa sveglia sono senza dubbio la possibilità di visualizzare orario, giorno della settimana, sveglia e fuso orario e la bellezza estetica della sveglia che rende un complemento d’arredo davvero elegante.

Il difetto è indubbiamente il fatto che il proiettore funziona solo quando la sveglia è collegata alla presa di corrente, nel caso si usi con le batterie no.

Conclusioni

Come già abbiamo detto, tantissime sono le sveglie in commercio e tante le funzioni più o meno utili, qui abbiamo fatto per voi una carrellata dei modelli e delle caratteristiche che una sveglia dovrebbe avere e vi abbiamo consigliato quelle che per noi sono i migliori modelli, considerando il prezzo, le funzioni svolte e naturalmente il design.

A questo punto a voi non resta che scegliere la sveglia che fa per voi, quella che più si adatta alla vostra casa e alle vostre abitudini o semplicemente quella che potrà rendere il vostro risveglio e la vostra giornata un po’ più piacevole.

Se non sapete ancora quale scegliere o avete dubbi sui prodotti da noi consigliati non esitate a contattarci; il nostro team è sempre a vostra completa disposizione per qualunque chiarimento o dubbio.