Skip to main content
Miglior condizionatore portatile

Miglior condizionatore portatile – Opinioni e prezzi (guida 2018)

Ecco a voi la guida al miglior condizionatore portatile, sempre aggiornata con offerte, recensioni e link alle offerte migliori. Che cosa troverai in questa lunghissima guida?

Tutte le risposte alle domande più frequenti, tra cui: quali sono le migliori marche, qual è il condizionatore portatile più silenzioso, come decidere il modello più adatto alle proprie esigenze, qual è il condizionatore portatile più conveniente e tante altre nella guida più completa che ci possa essere.

I condizionatori portatili esistono ormai da moltissimi anni e sono spesso considerati dei sostituti ai tradizionali condizionatori (cioè quelli affissi al muro), ma non tutti conoscono dimensioni ed utilità di questo elettrodomestico. Il principale vantaggio di un condizionatore portatile è proprio l’assenza delle spese di installazione infatti, basta semplicemente inserire la presa dell’energia elettrica!

 

Miglior condizionatore portatile –  La Guida Completa

Come ogni guida di “Coseperlacasa.com”, rispondiamo a tutte le domande ed approfondiamo le caratteristiche di ciascun modello. E non solo: infatti, in questo articolo troverai molto altro:

  • Perchè sceglierne uno?
  • Cosa considerare per l’acquisto?
  • Quante tipologie esistono?
  • Miglior condizionatore portatile – Fascia di prezzo:
    • 200-300 euro
    • 300-500 euro
    • 600 euro in su
  • Prezzi e offerte
  • Quali sono le migliori marche?
  • Condizionatore portatile senza tubo
  • Condizionatore portatile deumidificatore

 

Perchè scegliere un condizionatore portatile?

Scegliere un condizionatore portatile oppure un condizionatore tradizionale? I motivi per scegliere il primo sono molti, soprattutto a partire dal prezzo e dalle spese di installazione; inoltre:

  • è comodo: già dalla dicitura “portatile” si intuisce che questa tipologia di condizionatore può essere per esempio trasportato ovunque: da una casa all’altra o da una stanza all’altra.
    • L’unica cosa necessaria è che il condizionatore deve essere posizionato vicino ad una finestra, infatti l’unità esterna (cioè il tubo grazie al quale aspira l’aria calda o fredda) viene posta al di fuori. Infine, tutti i modelli dispongono di alcune rotelle per agevolare lo spostamento del condizionatore portatile.
  • l’unità interna non deve essere fissata al muro: come detto in precedenza, a differenza dei condizionatori tradizionali quelli portatili non devono essere fissati al muro. Infatti grazie alle comode rotelle può essere trasportato ovunque.
  • non richiede l’installazione dell’unità esterna: un condizionatore fisso necessita di un’unità esterna, spesso molto ingombrante; è necessario inoltre un balcone in grado di ospitarlo. In molti luoghi, per esempio appartamenti o attici, l’unica soluzione è di certo un condizionatore portatile.
  • è economico: con 200-300 euro si può acquistare un condizionatore portatile dalle ottime prestazioni; invece per un condizionatore fisso il prezzo sale decisamente. Infatti bisogna per quest’ultimi bisogna anche considerare le spese di installazione.

 

Cosa considerare per l’acquisto di un condizionatore portatile?

Nella nostra guida al miglior condizionatore portatile vediamo anche quali sono le variabili da considerare per l’acquisto; in particolare:

  • Consumo: l’energia elettrica si sa, costa sempre di più; l’unico rimedio per risparmiare sulla bolletta è di certo acquistare elettrodomestici in grado di consumare il meno possibile.
    • L’unico indicatore che può dirci se un condizionatore portatile consuma molto oppure no è l’efficienza energetica; si tratta di un valore espresso in una scala che va dalla A  alla G.
    • Se un elettrodomestico ha una classe di efficienza energetica pari ad A significa che il consumo di energia è molto ridotto rispetto ad un condizionatore con classe B.
    • Negli anni però, le case produttrici hanno creato elettrodomestici con diciture diverse come per esempio: A+, A++, A+++, A++ (-20%); la scala perciò si è sempre più allungata.
  • Tecnologia Inverter: strettamente connesso al tema del consumo, c’è anche la cosiddetta “tecnologia inverter”. Cioè un condizionatore che dispone di un “motore inverter” è in grado di gestire in maniera più equilibrata il raffreddamento.
    • Infatti a differenza dei normali condizionatori, una volta raggiunta la temperatura impostata il motore cala la sua potenza (in modo lento) così da tenere costante la temperatura dell’ambiente.
    • Un condizionatore che non è dotato di questa tecnologia funziona in modo molto più “meccanico”. Il motore va a tutta potenza raggiungendo la temperatura di riferimento; una volta raggiunta, il condizionatore si spegne del tutto e non in modo graduale. Da qui si capisce che la temperatura farà fatica ad essere mantenuta costante per molto tempo e di conseguenza il motore si riaccenderà (chiedendo maggiore energia e quindi consumando di più) in breve tempo.
    • Il vantaggio della tecnologia inverter è netta, il consumo energetico è minore di circa il 30%, rispetto ad un condizionatore “tradizionale”.
  • Rumorosità: è un tema da tenere in considerazione soprattutto se il condizionatore viene posto in ambienti particolari: per esempio nelle camere. Non solo però, infatti potrebbe risultare assai fastidioso avere un condizionatore molto rumoroso in salotto oppure in una piccola stanza.
    • Come nel caso dei consumi, a supporto ci vengono le specifiche tecniche di ciascun modello; infatti in esse devono venire specificati i decibel (db), cioè l’unità di misura del suono.
    • Più il valore è basso e più il condizionatore sarà silenzioso. La rumorosità della maggior parte dei condizionatori è tra i 40 e 50 db, anche se esistono modelli più silenziosi.
    • Esistono infine, numerose tecnologie in grado di ridurre il rumore: per esempio la funzione Sleep; questa permette di abbassare il rumore del motore per consentire un sonno più piacevole.
  • Dimensioni: ne esistono dei più svariati, piccoli, medi o grande. Il tutto dipende dalle tue esigenze del luogo dove volete posizionare il condizionatore portatile. Bisogna inoltre considerare dove collocare l’unità esterna: per esempio un balcone; le dimensioni della maggior parte dei condizionatori si aggira intorno ad un’altezza di circa 75 cm.
  • Potenza Refrigerante: si misura con una particolare unità di misura: il BTU; più il valore è alto, maggiore è la potenza refrigerante del condizionatore. La maggior parte dei condizionatori hanno una potenza che va dai 6.000 ai 12.000 (ma anche 18.000) BTU.
  • Funzionalità: non tutte le funzionalità sono necessarie, ma molte sì; spesso però la presenza o meno di esse determina un costo maggiore o minore del condizionatore. Ecco le principali funzioni un condizionatore portatile può avere:
    • Timer: ormai quasi tutti i modelli dispongono di questa funzionalità; il funzionamento è molto semplice: permette di indicare la temperatura desiderata ed in particolare l’orario di avvio/spegnimento del condizionatore.
    • Sleep: come già descritto in precedenza attivando questa funzionalità è possibile ridurre la rumorosità del condizionatore; è molto importante soprattutto durante le ore notturne.
    • Ventilazione: in molte occasioni può essere sufficiente attivare la funzione “ventilazione”, cioè il condizionatore immette/espelle aria, senza raffreddarla.
    • Deumidificazione/umidificazione: in estate l’umidità è estremamente fastidiosa; ecco la funzione “deumidificatore” è particolarmente utile. L’unità di misura che determina la capacità di deumidificazione è “l/h“; più alto è il valore, maggiore è la capacità di deumidificare.

 

Quante tipologie di condizionatori esistono?

Quante tipologie esistono?

  • Simile ad un classico ventilatore. In questo caso parliamo, infatti, di un dispositivo che differisce dai condizionatori tradizionali proprio perché è caratterizzato da un metodo di funzionamento e creazione dell’aria diverso. Vediamo di cosa si tratta:
    • Il raffreddamento dell’ambiente avviene tramite un sistema di ventilazione che sfrutta l’acqua contenuta nel serbatoio che deve essere mantenuta sempre fredda tramite il ghiaccio che di tanto in tanto vi va inserito. Il serbatoio interno può contenere fino a 4 litri di acqua raffreddata appunto con il ghiaccio. In alternativa, però, è anche possibile utilizzare delle cartucce ad hoc che contribuiscono ad abbassare notevolmente la temperatura.
    • La quantità di acqua che riempie il serbatoio riesce ad avere una autonomia di refrigerazione di circa tre ore. Per garantire una freschezza continua è bene però ricaricare il serbatoio ogni ora in modo tale da non far variare molto la temperatura raggiunta e mantenerla sempre costante. In questo modo l’aria soffiata dall’apparecchio risulterà fresca dando un dolce sollievo nelle giornate più calde. In questo tipo di dispositivo manca quindi il classico motore che assorbe l’aria calda e la restituisce fredda nell’ambiente.
  • Condizionatore Tradizionale: in questa tipologia di condizionatori portatili, esiste una pompa di calore e/o una pompa per il raffreddamento dell’aria.
    • Non sarà quindi necessaria nessuna ricarica dell’acqua, come nella tipologia descritta sopra; infatti funziona come un condizionatore split (cioè quelli applicati al muro), quindi per il raffreddamento dell’aria utilizza le proprietà di un gas refrigerante. Infine come tutti i condizionatori portatili, dispone di un tubo che deve essere necessariamente posizionato all’esterno.

 

Miglior condizionatore portatile – Fascia di prezzo 200-300 euro

Ravanson KR-1011

Miglior condizionatore portatile - Ravanson KR-1011CARATTERISTICHE. Se state cercando un dispositivo economico, utile e funzionale questo fa al caso vostro. La Ravanson propone un prodotto con buone caratteristiche tecniche in grado di conciliare raffreddamento, umificazione e depurazione aria, il tutto ad un prezzo di vendita vantaggioso e che si impone sul mercato con grande successo.

FUNZIONAMENTO. Attenzione però perché stiamo parlando di un prodotto che rappresenta una sorta di evoluzione del classico ventilatore, quindi qualora decideste di acquistarlo siate consapevoli di ciò, senza aspettarvi prestazioni simili a quelle di un condizionatore tradizionale.

Questo è un apparecchio utile per chi vuole rinfrescare ambienti non troppo grandi senza spendere cifre elevate. Il motore infatti ha una potenza di 65W.

Come anticipato questo climatizzatore portatile, nella sua semplicità, riesce ad svolge anche la funzione di purificatore dell’aria e di umidificatore, dando la possibilità agli utenti di avere in casa tre dispositivi al prezzo di uno.

DESIGN. Il design non è molto curato ma dato il prezzo concorrenziale il dispositivo è adatto a chi preferisce la funzionalità all’estetica. In cambio però è molto maneggevole e si riesce a spostare con facilità: permette quindi di poter usufruire del dispositivo in qualunque stanza si desideri;

  • in cucina o in salotto durante il giorno e in camera da letto la sera per rinfrescare l’ambiente prima di andare a dormire.

OPINIONE. Il principale svantaggio è sicuramente quello della continua alimentazione dell’acqua e della sua temperatura.

  • Dunque la sua capacità rinfrescante è di sicuro meno eccellente rispetto ai tradizionali condizionatori e richiede una presenza continua in casa e una conseguente “assistenza”, quindi può risultare un tantino scomodo durante la notte.
  • Ad ogni modo questo apparecchio è senza dubbio una soluzione economica, funzionale e che permette di risparmiare senza incidere in modo eccessivo sui consumi energetici.

 

Argoclima Relax Climatizzatore Portatile

Miglior Condizionatore Portatile - Argoclima Relax

CARATTERISTICHE. Nella guida al miglior condizionatore portatile, introduciamo anche questo ArgoClima; si tratta del MODELLO PIU’ VENDUTO su Amazon.it; moltissimi clienti sono rimasti soddisfatti di questo acquisto.

PREGI. Possiede un design semplice, lineare, con finiture di color bianco. Il design è completato da ruote multi direzionali e da alette regolabili in orizzontale e verticale.

  • In particolare viene apprezzata la silenziosità durante il funzionamento ed anche l’assenza di vibrazioni della scocca. In generale la rumorosità di attesta attorno ai valori di 50 db.

FUNZIONALITA’. Dispone di un display, esso è in grado di segnalare un malfunzionamento del climatizzatore; inoltre grazie ad un timer digitale è possibile programmare dell’accensione.

  • Da notare anche la presenza della funzione “Sleep”, per diminuire la rumorosità durante il funzionamento.

Infine, nella confezione è incluso anche un telecomando per “comandare” a distanza il climatizzatore portatile. In generale si tratta di un modello con un ottimo rapporto qualità/prezzo, infatti il prezzo è al di sotto dei 300 euro.

 

Miglior condizionatore portatile – Fascia di prezzo 300-500 euro

 

Olimpia Splendid DolceClimaEco

Miglior condizionatore portatile - Olimpia Splendid DolceClimaEcoCARATTERISTICHE. Un prodotto che ha un costo medio ma che non ha nulla da invidiare a quei dispositivi che portano il nome di un grande marchio e sono più costosi.

Il risparmio energetico è sicuramente il punto di forza di questo condizionatore portatile.

DolceClimaEco della Olimpia Splendid è un prodotto parecchio valido perché riesce a dare un risparmio del 12% rispetto alla normale climatizzazione.

PREGI. Molto potente nella sua azione refrigerante: la diffusione dell’aria, infatti, avviene tramite un sistema tecnologicamente molto avanzato che riesce ad emettere una quantità di aria maggiore rispetto al solito. Così, in breve tempo, nell’ambiente si diffonde un raffreddamento uniforme anche alle minime velocità.

  • Il tutto in perfetto silenzio, senza essere troppo fastidioso né di giorno che di notte. Questo permette quindi di tenerlo acceso anche quando si è seduti comodamente sul divano a guardare la tv o durante il sonno anche a brevi distanze.

Altro vantaggio, secondo gli utenti che lo usano, quello di non dover mai scaricare l’acqua di condensa che viene comodamente riutilizzata dal dispositivo per raffreddare.

  • Ma questo condizionatore è anche in grado di fungere da deumidificatore nel momento di bisogno, pensato per una duplice funzione soprattutto per quelle giornate estive colme di umidità.

DESIGN. Questo dispositivo ha un assetto solido e compatto, senza rinunciare però ad un giusto design: semplice ma delicato senza eccedere nella forma e nei colori. Possiede un piccolo display incorporato che permette di programmare l’accensione e lo spegnimento.

 

Klarstein Metrobreeze 9 NYC

Miglior condizionatore portatile - Klarstein Metrobreeze 9 NYCCARATTERISTICHE. Condizionatore in grado di rispondere a tre funzioni diverse e per questo utilizzabile durante tutto l’anno. Se quindi cercate un dispositivo che vi faciliti la vita senza ricorrere a varie apparecchiature questo modello della Klarstein fa proprio al caso vostro.

Con 1080 Watt di potenza e una classe energetica A+, Metrobreeze 9 NYC dispone di diverse funzionalità: raffreddamento, ventilazione e deumidificazione d’estate e riscaldamento d’inverno. Questa è sicuramente una caratteristica che difficilmente si trova sul mercato.

Il pannello di controllo, infatti, permette di regolare il dispositivo in base alle vostre esigenze, spaziando dai 17° a 30°C., emettendo sempre aria pulita: fresca durante la calura estiva, più calda contro l’aria secca dei giorni invernali.

PREGI. Ventilatore e deumidificatore sono, infatti, integrati e all’occorrenza si può scegliere manualmente quale funzionalità si desidera oppure per un ambiente che mantenga sempre la stessa temperatura basta impostare quella desiderata e il dispositivo farà tutto da solo.

  • Grazie al sensore di rilevamento della temperatura interna Metrobreeze 9 New York City si attiva nel momento in cui la temperatura ambientale è al di sopra del livello desiderato mantenendo la vostra casa con una condizione termica sempre costante.

DESIGN. Dal design veramente molto semplice, si presenta in color nero quindi molto adatto a chi ha degli ambienti domestici improntati su colori importanti. È molto compatto ed occupa poco spazio, è quindi adatto anche ad ambienti piccoli. È fornito di display a LED e timer di 24 ore.

 

Miglior condizionatore portatile – Fascia di prezzo da 600 euro 

 

De’Longhi PAC AN112 Silent

Miglior condizionatore portatile - De'Longhi PAC AN112 SilentCARATTERISTICHE. Nella vasta gamma di condizionatori portatili questo è il miglior condizionatore portatile. Il motivo? Il primis perché la sua trasportabilità è abbinata a dimensioni estremamente compatte, ad un ottimo design e a un funzionamento eccellente.

Avrete quindi a disposizione un elettrodomestico pratico, funzionale e che non gusta all’occhio, anzi che si incastra benissimo con l’arredo della vostra casa.

PREGI. Il vantaggio principale è sicuramente quello di avere una capacità di raffreddamento piuttosto veloce così che il vostro ambiente avrà ben presto delle temperature fresche senza eccedere, nel rispetto ecologico e della salute grazie all’utilizzo di un gas refrigerante naturale.

Alla sua potenza rinfrescante si associa anche la capacità di ridurre l’umidità: la tecnologia sviluppata da De’Longhi, infatti, è pensata per un’azione combinata nella riduzione della temperatura e dell’umidità.

RUMOROSITA’. Il  dispositivo agisce con la sua duplice funzione in automatico ma è anche possibile scegliere una sola delle due a seconda delle proprie esigenze.

  • Altra caratteristica di spicco e assolutamente non di poco conto la sua silenziosità. De’Longhi PAC AN112 Silent, proprio come viene già espresso dal nome, è una macchina estremamente silenziosa, sopratutto in modalità sleep, pensata appositamente per la notte.

CONSUMI. La classe energetica del climatizzatore, inoltre, è A+, particolarmente attento quindi al risparmio dei consumi. In più, è molto semplice ed intuitivo da usare: è disposto di un display, di un telecomando con cui è possibile selezionare la modalità di utilizzo ed è inoltre possibile programmare accensione e spegnimento.

 

De’Longhi PAC WE128 Eco Silent

Miglior condizionatore portatile - De’Longhi PAC WE128 Eco Silent

CARATTERISTICHE. Tecnologia efficiente e bassi consumi sono punti forti di questo dispositivo portatile.

Questo Pinguino De’Longhi piace a molti consumatori perché è facile da spostare in casa, possiede una buona capacità refrigerante e soprattutto non porta salassi nella bolletta della corrente elettrica, la cosa più temuta da tutti.

DESIGN. Questo fa si che nei periodi più caldi dell’anno possa essere utilizzato anche in modo continuato senza paura di spendere cifre da capogiri.

A tutto questo si associa il suo design definito elegante e raffinato ma nello stesso tempo accattivante.

Le linee tondeggianti gli permettono di inserirsi al meglio in ambienti diversi come un complemento d’arredo elegante e funzionale. È dotato di un comodo display frontale che permette di impostare facilmente le funzioni desiderate e di un timer regolabile.

PREGI. Un dispositivo intelligente dotato di un doppio sistema refrigerante: l’emissione di sola aria fredda o anche la nebulizzazione dell’acqua.

  • All’occorrenza, il condizionatore portatile funziona anche come deumidificatore: aiuta a ridurre sensibilmente l’umidità soprattutto nelle giornate più torride dell’estate.
  • La De’Longhi, ha pensato ad un elettrodomestico che funziona con un gas molto efficiente, potente ma che rispetta l’ambiente.

Miglior condizionatore portatile – Prezzi e offerte

 

Come abbiamo visto tra i migliori condizionatori portatili, esistono diversi condizionatori con svariate fasce di prezzo: dai 100 fino ai 600 euro. Questa variazione di prezzo giustifica di certo la presenza o meno di prestazioni e funzionalità offerte da ciascun prodotto.

I motivi sono svariati, ma i principali sono: la classe di efficienza energetica, la tipologia di raffreddamento, le funzionalità e la potenza di raffreddamento.

Il consiglio però più importante è di prestare attenzione a tutte le specifiche tecniche del condizionatore; diffidate perciò da elettrodomestici che non riportano le principali diciture obbligatorie.

 

Miglior condizionatore portatile – Quali sono le migliori marche?

 

Esistono veramente molti marchi, ma le principali case produttrici di condizionatori portatili sono:

  • Delonghi: storica azienda italiana produttrice di una moltitudine di piccoli e grandi elettrodomestici. Il modello più conosciuto di questo marchio è la gamma Pinguino; l’affidabilità di Delonghi è dimostrata dal fatto che che sul territorio italiano esistono migliaia di centri di assistenza.
  • Olimpia Splendid: anche questo marchio è italiano (e lo è ancora); da sempre è produttrice di condizionatori sia portatili che non. Fondata nel lontano 1956, Olimpia Splendid può contare su numerosi centri di assistenza presenti quasi ovunque.
  • ArgoClima: come si capisce dal nome, questo marchio è da sempre un produttore di climatizzatori sia portatili che non.

 

Consigli per la temperatura ideale in una stanza

 

Scegliere il miglior condizionatore portatile non è abbastanza, infatti è necessario saper utilizzare al meglio questo elettrodomestico. Infatti un uso troppo eccessivo, può portare ad alcuni danni di salute che si possono facilmente eliminati con alcuni accorgimenti.

Secondo la maggior parte degli studi, la temperatura ideale da mantenere all’interno di una stanza varia:

  • dai 19 ai 22° in inverno, quindi nel caso di riscaldamento della stanza
  • dai 23 ai 26° in estate, quindi per il raffreddamento della stanza.

Ma oltre a questa semplice regola, è giusto tenere conto di altri accorgimenti tra cui:

  • evitare di direzionare verso una particolare zona del corpo (collo, schiena, spalle, faccia) le bocchette del condizionatore.
  • evitare un uso troppo prolungato nel tempo, soprattutto di notte. Impostare perciò l’autospegnimento.
  • evitare di impostare temperature troppo eccessive soprattutto dopo i pasti.

 

Condizionatore portatile senza tubo: esiste?

Nella nostra guida al miglior condizionatore portatile vediamo di rispondere anche ad una domanda frequente.

Forse, il principale difetto di un condizionatore portatile è la necessità di posizionare il tubo all’esterno. Allo stesso tempo però, è giusto considerare che anche un condizionatore fisso necessita di una unità esterna.

Sfatiamo subito il mito: i “condizionatori portatili senza tubo” non esistono. I condizionatori che non dispongono di un tubo non possono essere definiti tali; cioè il loro compito non è di raffreddare, ma la loro funzione è molto simile a quella di un ventilatore.

 

Conclusione

 

Hai letto tutta la guida sul miglior condizionatore portatile ? Non hai trovato il modello che preferisci? Scrivici sotto nei commenti e la nostra redazione, il più presto possibile, ti darà una risposta.

3 thoughts on “Miglior condizionatore portatile – Opinioni e prezzi (guida 2018)

  1. buongiorno.
    se compro un climatizzatore portatile, cioè con le funzioni: raffreddamento, ventilazione, deumidificatore,riscaldamento.
    quando in inverno vorrò usare la funzione riscaldamento, sarò comunque costretto a mettere il tubo fuori?
    grazie
    saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *