Skip to main content

Miglior estrattore di succo – Offerte e prezzi dei migliori (2018)

Le nostre abitudini alimentari stanno vi via cambiando. Via a tutto ciò che è confezionato e artefatto. Negli ultimi tempi si sta prediligendo, infatti, un’alimentazione più sana ed equilibrata. Dunque si agli alimenti biologici preferendo in particolar modo frutta e verdura. Ecco il perchè della nostra guida al miglior estrattore di succo.

È proprio in questa ottica che stanno cambiando anche i tipi di acquisti di noi italiani. Alcuni elettrodomestici si stanno imponendo prepotentemente nel nostro mercato.

  • Tra questi l’estrattore di succo, piccolo elettrodomestico che sta popolando sempre più le case degli italiani. Esso sta mettendo sempre di più da parte le centrifughe che, sembrano ormai passate di moda.

Detto anche slow juicer, l’estrattore è arrivato nel nostro paese relativamente tardi rispetto al suo esordio negli Stati Uniti già a partire dagli anni ’50 e ’60.

Ma cosa fa con precisione questo piccolo elettrodomestico? L’estrattore di succo è in grado di estrarre a freddo succo da frutta e verdura.

  • Attraverso un filtro, l’estrattore schiaccia frutta e verdura, elimina le parti fibrose e restituisce quanto più succo possibile. Tanti i tipi di frutta e verdura che possono essere sottoposti a questo processo, anche la frutta secca come mandorle e noci.

Miglior estrattore di succo – Perché usare l’estrattore?

Per un’alimentazione sana e nutriente, frutta e verdura non possono mancare perché ricchi di principi micronutrienti indispensabili al nostro organismo. Ricchi di vitamine, sali minerali, oligoelementi, acqua biologica ecc, questi alimenti danno il massimo di loro stessi se assunti a crudo.

La cottura infatti può eliminare gran parte degli elementi nutritivi appena detti. E allora perché perdere questa occasione? Perché perdere la possibilità di assimilare velocemente i principi nutrienti di frutta e verdura? Proprio per questo motivo si è diffusa, in Italia e nel mondo, la sana abitudine di assumere succhi di frutta e verdura a crudo.

  • Prediligere i succhi a freddo fatti in casa rispetto a quelli commerciali che contengono conservanti e alte concentrazioni di zucchero aiuta l’organismo.

I succhi a freddo non solo offrono grandi quantità di micronutrienti, ma sono più digeribili, danno più energia, facilitano la perdita di peso e la disintossicazione del sangue. Dunque un vero toccasana per il nostro organismo.

Ecco perché l’estrattore di succo sta riscuotendo così tanto successo piazzandosi tra i piccoli elettrodomestici più venduti.

Estrattore o centrifuga? Le differenze

Come anticipato negli ultimi tempi le centrifughe sono state messe da parte dall’estrattore. Ma cosa  cambia tra un succo fatto con l’estrattore e uno fatto con una centrifuga?

Ce lo spiega in modo semplice e chiaro uno studio giapponese della Techno Science Japan che ha comparato i due succhi. Il risultato è chiaro: l’estrattore riesce a tirare fuori da frutta e verdura più vitamine e micronutrienti rispetto alla centrifuga.

  • Ma ci sono differenze anche sulle quantità: l’estrattore estrae circa il 20-30% di succo in più rispetto alla centrifuga. Grande risparmio dunque sulla quantità di frutta da comprare con una resa migliore.

Altro fattore è quello dell’ossidazione. I succhi prodotti dalle centrifughe si ossidano più velocemente e per questo vanno bevuti appena fatti e non si possono conservare. Quelli fatti invece con l’ estrattore possono essere conservati fino a 48 ore in un recipiente chiuso in frigorifero.

  • Il succo prodotto con l’ estrattore, inoltre, è più omogeneo: mantiene il colore e l’odore intatto, fresco e gradevole come appena fatto. I succhi centrifugati invece si separano immediatamente creando degli strati nel bicchiere.

Tenendo a mente tutto ciò quali sono i parametri da tenere a mente nella scelta dell’estrattore? Vediamo insieme.

Miglior estrattore di succo – Come scegliere: i consigli

La prima cosa da sapere nel momento in cui si decide di comprare un estrattore di frutta è che, nonostante il successo ottenuto, è un elettrodomestico costoso.

Tanta è la concorrenza tra le varie marche che ne propongono vari modelli per varie fasce di prezzo, ma se vorrete fare un buon acquisto, con un apparecchio che rispetti tutte le normative, mettete in conto di non poter spendere meno di 150 euro.

  • Questa la soglia base da dove partire per orientare i vostri acquisti, salendo via via di prezzo per modelli più sofisticati e professionali che costano diverse centinaia di euro.

Come e quale scegliere? Tanti sono i parametri da tenere in considerazione:

  • Estrattore di succo verticale ed orizzontale. La prima scelta da fare è sulla tipologia dell’elettrodomestico. In commercio esistono due tipologie di estrattore di succo a freddo:
    • quelli di tipo verticale, si sviluppano in altezza e oggi sono quelli più diffusi. Perché? Facili da pulire ed utilizzare e soprattutto perché occupano meno spazio.
    • quelli orizzontali, sono più ingombranti e hanno una forma simile a quelli degli spremiagrumi ma hanno le stesse funzionalità dei verticali.
  • Le funzionalità. Sostanzialmente gli estrattori di frutta funzionano tutti allo stesso modo. Ci sono, però, alcuni modelli che hanno delle funzionalità specifiche rispetto ad altri.
    • Ad esempio alcuni sono in grado di estrarre il succo dalla frutta congelata; altri sono capaci di schiacciare anche la frutta dura come quella secca; altri ancora restituiscono ottimi sorbetti.

Questa diverse funzionalità dipendono da due fattori: dalla potenza del motore e dai materiali con cui le componenti dell’estrattore di succo sono costruite.

  • Potenza del motore. La potenza del motore e la velocità di rotazione è un fattore molto importante per l’acquisto di un estrattore. Secondo alcune marche produttrici più la velocità di rotazione è inferiore migliore è la qualità del succo estratto.
    • La lentezza di rotazione che si aggira intorno ai 40 giri al minuto caratterizza gli estrattori di succo più costosi e ricercati sul mercato attualmente.
    • Un fattore che sembra interessare sempre più le grandi case produttrici che puntano su una maggiore qualità del prodotto che stanno sempre più mettendo da parte i modelli che hanno una velocità di rotazione di 80 giri al minuto.

 

Miglior estrattore di succo –  Da 600 a 500 euro

  • Hurom HH-WBE11

Miglior Estrattore di succo - Hurom HH-WBE11

Come anticipato la Hurom è la marca degli estrattori per eccellenza che si posizione sempre un gradino sopra le altre. L’abbiamo scelta infatti come la migliore in assoluto.

In particolare abbiamo scelto il modello HH-WBE11 di seconda generazione, evoluzione del Modello HH (HU-700) vincitore del Red Dot design 2013, come il migliore tra gli estrattori di frutta che troviamo oggi sul mercato.

Se cercata un ottimo elettrodomestico per preparare succhi, frullati a volontà, cercate qualità ed esperienza senza badare a spese con Hurom HH-WBE11 farete la scelta giusta. Vediamo insieme perché.

 

CARATTERISTICHE. Partiamo col precisare che questo è un modello di tipo verticale e che quindi si sviluppa in altezza, facendo risparmiare molto spazio in cucina.

  • Un prodotto abbastanza maneggevole, non molto pesante e per questo facile da spostare.
  • Abbastanza stabile grazie ai piedini antiscivolo posti sotto la macchina che assicurano la fermezza sul piano di lavoro mentre la macchina è in azione.

Ma guardiamo le specifiche che fanno di questo elettrodomestico un top di gamma.

MOTORE. Una resa impeccabile per un elettrodomestico che sembra essere instancabile. Il motore da 150 watt, è di nuovo fattura e assicura una velocità inferiore rispetto ai primi modelli.

  • Assicura una buona resistenza anche dopo un utilizzo prolungato. Potrete usarlo tranquillamente anche per 20-30 minuti consecutivi e non ci saranno problemi.

Hurom è sempre un passo avanti agli altri ed è la marca ben conosciuta per saper portare per prima  le innovazioni sul mercato. Bene lo ha fatto anche con la bassa velocità proprio attraverso gli estrattori di seconda generazione di cui HH-WBE11 ne è l’esempio migliore.

Questo modello presenta una nuova coclea che effettua l’estrazione del succo a basse velocità.

  • 40 giri al minuto assicurano un succo migliore ed in maggiore quantità, preservando e mantenendo inalterate le proprietà organolettiche della frutta e della verdura.

Insomma frutta e verdura vengono schiacciati più lentamente ma avrete un succo certamente migliore, omogeneo e delicato.

ACCESSORI. Questi i punti di forza di questo nuovo ed ultramoderno elettrodomestico. Ma diamo un’occhiata anche agli accessori in dotazione.

  • Novità di questo modello una leva posta sulla brocca che serve a controllare e regolare la quantità di polpa che andrà nel bicchiere.
  • A questo si unisce il tappo salvagoccia che evita perdite di liquidi ed insieme alla leva fa si che ognuno possa “personalizzare” il proprio succo decidendo la quantità di fibra da inserire.

La casa madre fornisce, inoltre, anche due tipologie di filtri in grado di realizzare due consistenze di succhi diversi.

  • Uno a maglie strette per chi ama i succhi più liquidi, l’altro a maglie larghe per chi preferisce i succhi più densi. Inclusi nel kit oltre l’utensile per spingere giù frutta e verdura e due spazzolini per la pulizia del filtro e della coclea.

Attenzione, poi, ad effettuare con accortezza la pulizia della macchina, in modo delicato e minuzioso. Una manutenzione che non risulta affatto difficile in quanto tutti i componenti dell’estrattore sono facilmente estraibili e lavabili in lavastoviglie.

PARERE. Questo estrattore di succo, dunque è un vero campione nella preparazione di succhi, frullati e bevande a base di frutta e verdura.

  • Compatto, di ottima finitura e di ultima generazione prepara per voi composti che mantengono inalterate le proprietà di frutta e verdura per bevande sane ed equilibrate.
  • Una resa dunque impeccabile ad un prezzo certamente giusto per la qualità dell’offerta e del marchio che è leader nel settore.

Se cercate la perfezione Hurom HH-WBE11 è l’estrattore giusto.

Miglior estrattore di succo –  Da 300 a 200 euro

  • Philips HR1882/31

Miglior Estrattore di succo - Philips HR188231Cercate un buon estrattore di succo ma non volete spendere grandi cifre? Bene allora questa è la proposta che fa per voi! Philips HR1882/31 si pone sul mercato come una delle miglior alternative ai marchi leader di questo settore che hanno, però, la pecca di avere dei prezzi a cui non tutti possono accedere.

Degne prestazioni, buoni materiali e motore performante lo rendono tra i modelli di estrattori di succo con il miglior rapporto qualità prezzo.

Vediamo insieme quali sono le caratteristiche e le funzionalità che contraddistinguono questo modello della Philips che appartiene all’Avance Collection.

 

CARATTERISTICHE. Anche questo è un estrattore di tipo verticale, poco ingombrante e semplice da pulire. Peso e dimensioni contenuti lo rendono molto maneggevole.

  • Design molto accattivante tra contrasti di colori che colpiscono l’occhio. Il nero lucido, un delicato grigio madreperla e la trasparenza della caraffa lo rendono molto elegante.

MOTORE. Il motore da 200 watt è abbastanza potente ma silenzioso, nonostante la sua velocità di rotazione è di 60 giri al minuto. Un valore che si inserisce benissimo nella “diatriba” tra estrattori moderni con 40 giri al minuto e quindi lenti, rispetto a quelli leggermente più obsoleti dagli 80 giri al minuto.

  • Un motore robusto che è in grado di funzionare ininterrottamente per ben 30 min senza nessun problema di surriscaldamento.

Innovativa la tecnologia Gentle Squeezing che non prevede l’utilizzo di lame in metallo per cui il succo viene separato dalla polpa spremendolo. Un processo dunque che avviene in modo più delicato.

ACCESSORI. Ma veniamo alla componenti. Beccuccio e tappo antigoccia, un accessorio molto pratico che evita che il succo goccioli mentre viene versato. Si evita così di sporcare le superfici e di evitare che si facciano sprechi inutili.

  • Caraffa molto capiente, da 1,5 litri che può anche essere tolta.
  • Tra gli altri accessori un bicchiere per la polpa, uno spazzolino per pulire i filtri, due filtri uno a maglia larghe e l’altro a maglie più strette.
  • Inoltre anche un ricettario che vi dà utili suggerimenti per preparare frullati e succhi. Tutti i componenti di Philips HR1882/31 sono stati realizzati per essere praticamente lavati in lavastoviglie.

PARERE. Philips HR1882/31 è davvero un buon prodotto garantito da un marchio storico degli elettrodomestici. ad un prezzo medio riesce ad offrire all’utente una macchina che non ha nulla da invidiare a quelle molto costose delle marche leader.

  • La lentezza di rotazione è media quindi la qualità dei succhi è ottima. E allora cosa aggiungere? Consigliatissimo!

Miglior estrattore di succo –  Da 200 euro in giù

  • RGV 110600

Miglior Estrattore di succo - RGV 110600Tra i miglior estrattore di succo, RGV 110600 è un prodotto economico, adatto a chi magari acquista per la prima volta questo tipo di elettrodomestico.

RGV 110600 nonostante il suo costo contenuto si mostra di discreta qualità. Un prodotto sicuramente consigliato per fare esperienza con gli estrattori ad uso casalingo.

CARATTERISTICHE. Come gli altri recensiti fin ora anche questo modello è un estrattore di tipo verticale: comodo da tenere in cucina perché poco ingombrante e semplice da pulire.

Allo stesso tempo se lo spazio che avete a disposizione è davvero contenuto e siete costretti a riporlo dopo l’utilizzo non ci sarà problema.

  • Peso e dimensioni contenute lo rendono facile da spostare. L’estrattore risulta essere anche abbastanza stabile grazie ai piedini a ventosa che anche durante le vibrazioni lo tengono salgo alla piano di lavoro.

La facilità la si ritrova anche nell’uso complessivo dell’elettrodomestico che non presenta articolari difficoltà e nel suo assemblaggio. Anche il livello di rumorosità è accettabile

Nonostante economicità del prodotto i materiali rispondono bene ad un utilizzo quotidiano. Certo non sono eccezionali e di prima qualità ma nemmeno scadenti.

  • La maggior parte dei componenti è in plastica nel rispetto delle normative sulla commercializzazione di plastica ad uso alimentare.

MOTORE. Il motore è di 400 watt, molto performante con una velocità di rotazione di 60 giri al minuto, ideale per produrre succhi di buona qualità, un valore importante che si pone sullo stesso livello dei prodotti dal costo più elevato. Attenzione però a come usarlo.

  • L’estrattore non può rimanere acceso per lungo tempo. Non lasciatelo in azione per più di 3 minuti altrimenti il motore si surriscalda. Un tempo molto basso rispetto agli estrattore di superiore livello che possono essere usati in modo continuativo per 30 minuti.

L’estrattore RGV 110600 riesce a lavorare sia alimenti duri che molli, ma certo soprattutto per quelli duri le prestazioni non sono delle migliori.

  • Con la frutta morbida invece i risultati sono nella media, il sapore del succo è buono e lo scarto non è eccessivo. Piccoli problemi invece con la verdura, soprattutto quella a foglie, che tende ad incastrarsi nella coclea. Dunque attenzione a spezzettarla prima di inserirla nella macchina.

ACCESSORI. Diamo un’occhiata ora agli accessori. In dotazione il recipiente per il succo con capienza di 1 litro e quello per la polpa, uno spazzolino per la pulizia della macchina, un filtro ed un comodo ricettario, elemento non molto diffuso nemmeno nei modelli molto costosi.

  • L’unico filtro potrebbe creare il problema di non poter scegliere la consistenza del succo se più liquido o più denso. Ma questo non deve sorprendere affatto in quanto in nessun modello di estrattore economico è in dotazione il doppio filtro. Non possiamo quindi considerarla una discriminante negativa.

PARERE. RGV 110600 un prodotto economico e che funziona bene, molto meglio di altri suoi concorrenti. Consigliato a chi non vuole spendere un patrimonio ma vuole un elettrodomestico funzionale e pratico da pulire.

 

Miglior estrattore di succo – Le principali marche 

Dicevamo che il mercato degli estrattori sta interessando alla grande un vasto pubblico e di questo le grandi marche ne sono ben che felici. Si tratta però di una guerra all’ultimo sangue, a chi riesce a spuntarla di più in un mercato nuovo ma davvero molto competitivo.

Le marche storiche e note, come Philips o Ariston, si trovano a competere con altri marchi che specializzati in altri settori di elettrodomestici propongono comunque anche vari modelli di estrattori.

  • Tra questi la RGV, marchio italiano famoso per le affettatrici;
  • Panasonic, H Koenig e molte altre.
  • Tra tutte però non possiamo non citare la marca madre per eccellenza che ha lanciato l’estrattore di succo a freddo in Europa, Hurom. La marca americana non temi rivali: propone una qualità al di sopra delle altre marche per una spesa certamente più alta.

Conclusione

Hai già trovato il tuo miglior estrattore di succo? Se non sai quale scegliere oppure sei indeciso sul modello da scegliere, scrivici qui sotto nei commenti! Nel più breve tempo possibile, il team di Coseperlacasa ti risponderà!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *