Skip to main content

Migliore pentola a pressione: prezzi, recensioni e consigli (2018)

Stai cercando la migliore pentola a pressione? Innanzitutto che cos’è? La pentola a pressione è un accessorio che ormai nelle nostre case non può mancare, un valore aggiunto per nostre cucine già ricche di macchinari ed elettrodomestici che facilitano la nostra vita.

Perché oggigiorno sono molte, moltissime le donne che lavorano ed è difficile, con il tempo libero limitato che si ha a disposizione, dare vita a pasti genuini e sani. S

  • arebbe molto più semplice preparare bruschette o insalate, o affidarsi a cibi precotti o a domicilio, ma vuoi mettere la soddisfazione di preparare una succulenta cenetta con le proprie mani? Magari ottimizzando i tempi, proprio con l’aiuto della pentola a pressione.

Questo comodo e, con ogni probabilità, indispensabile elettrodomestico prepara abilmente qualsiasi tipo di pietanza: dalla carne agli stufati, passando per le verdure ed il pesce. Anche se si ha a disposizione un tempo limitato, la cucina risulterà gustosa e sana, grazie all’utilizzo del vapore.

  • Utensile piuttosto diffuso negli anni ’60 e ’70, ora sta tornando a far capolino nelle nostre case, grazie anche agli ulteriori passi in avanti in termini di materiali e sicurezza. In virtù di ciò, vi proponiamo questa guida scorrevole ed esaustiva, al fine di rendere più consapevole il vostro acquisto.

Tra i tanti, tantissimi modelli in commercio, non è raro che si possa buttare i soldini in un apparecchio non adatto alle nostre esigenze. Di seguito, quindi, alcuni consigli indispensabili.

 

Migliore pentola a pressione: cos’è e come si usa

Come già accennato, si tratta di uno strumento molto utile in casa, soprattutto per chi ha molti impegni e sempre meno tempo da dedicare alla cucina. Essa, infatti, permette di realizzare varie tipologie di cotture,  in modo sano e veloce.

A differenza delle comuni pentole, la pentola a pressione è caratterizzata dallo sfruttamento di pressione che si crea proprio al suo interno e che permette la cottura dei cibi. In sostanza, il cibo non viene bollito, ma cotto al vapore. Tecnica di cottura che, come sapete, garantisce di mantenere intatte le proprietà nutrizionali degli alimenti.

  • In termini pratici, occorre inserire all’interno dell’apparecchio dell’acqua e, una volta posizionata sul fornello con relativo coperchio ermetico, essa arriverà ad una temperatura di 110/120° garantendo una cottura ottimale.

Parlando di sicurezza, proprio sul coperchio vi sono due valvole:

  • la valvola di sicurezza fa sì che la pentola non si possa aprire finché la pressione interna non si sia abbassata al fine di evitare scottature;
  • la valvola di cottura, invece, permette la fuoriuscita di vapore in eccesso, alzandosi automaticamente, al fine di evitare che l’apparecchio scoppi per il troppo calore.

 

Migliore pentola a pressione: quali tipi di cotture è possibile fare?

Ne sono diverse, ecco, infatti, che viene fuori la versatilità di questo prodotto! Elenchiamone alcune:

  • Brasato: dorando prima i filetti, poi sfumandoli con brodo o vino
  • Stufato: che possono essere di carne, di pesce o di verdura
  • Bollito: anche in questo caso, sia di carne che di verdura
  • Arrosto: specialmente di carne
  • Cottura a vapore tradizionale o a bagnomaria

Gli alimenti che maggiormente vengono trattati con la pentola a pressione sono: carne, pesce, verdure, frutta, legumi, patate e riso.

 

Migliore pentola a pressione: come scegliere

Prima di passare alla selezione vera e propria delle pentole a pressione attualmente sul mercato, vorrei dilungarmi in una panoramica generale al fine di valutare quale siano i parametri essenziali da tenere in considerazione per un eventuale acquisto.

  • FUNZIONI. Probabilmente è la prima discriminante nella scelta di una pentola a pressione. Come abbiamo già detto, di tipologie ce ne sono diverse, forse fin troppe, tanto da rendere confusionale un’ipotetica scelta. Tante, sono, infatti le funzioni che rendono questo apparecchio più o meno tecnologico. Noi abbiamo voluto dividerle in 4 diverse tipologie:
    • pentole tradizionali: sono le classiche, che non hanno funzioni particolari. Le basic, se vogliamo utilizzare un linguaggio moderno. Nonostante sia basica, appunto, permette la cottura dei cibi in tutte le modalità precedentemente descritte. E’ dotata di coperchio ermetico e doppia valvola.
    • pentole elettriche: sono una via di mezzo tra le slow cooker e le pentole a pressione con display (delle quali ci occuperemo nel prossimo punto). Ovviamente questo attrezzo necessita di essere attaccato ad una presa di corrente per funzionare adeguatamente.
    • pentole con display: sono le pentole a pressione più moderne, dotate di questo display sul davanti, grazie al quale è possibile personalizzare la cottura o seguire delle ricette prestabilite. Queste tipologie di apparecchi, solitamente, sono accompagnati anche da opuscoli e ricettari per dar libero sfogo alla vostra fantasia e creatività.
    • pentole ad induzioni: sono quelle di ultima generazione, che necessitano di un piano ad induzione per funzionare. Possono anche avere il display.
  • CAPIENZA. Naturalmente tra le discriminanti immediate che determinano l’acquisto o meno di un prodotto vi è la capacità, o la capienza. I prodotti più piccoli in termini di dimensioni sono naturalmente quelli che hanno una capacità ridotta, rispetto a quelle pentole molto capienti. Quindi vien da sé che, se avete una famiglia numerosa, dovete per forza di cose scartare la prima opzione.
    • Le pentole a pressione dal punto di vista della capienza si dividono in due grandi gruppi:
      • quelle che vanno dai 3 ai 5 litri (le piccole)
      • quelle che vanno da 7 a 12 litri (le più capienti). Queste sono particolarmente indicate per famiglie composte da 4 persone, mentre la prima per single o famiglie fino a 3 componenti.
  • MANUTENZIONE E AVVERTENZE. Dovendo reggere temperature molto alte, queste pentole sono costruite con materiali piuttosto resistenti. Le pentole tradizionali sono realizzate in acciaio inox ed esse posso essere lavate tranquillamente in lavastoviglie.
    • Le pentole più moderne, invece, ad esempio quelle che hanno il display, sono realizzate solitamente con doppio materiale: acciaio inox all’esterno e materiale antiaderente all’interno. Se dotate di due parti, quindi una estraibile, possono essere messe anch’esse in lavastoviglie.
    • Per quanto riguarda la paura infondata di veder letteralmente scoppiare la pentola sul gas di casa, dobbiamo affermare che ormai questi macchinari sono assolutamente sicuri, anche grazie alle due valvole di cui parlavamo sopra.

Dopo questo breve elenco di caratteristiche da tenere in considerazione per l’acquisto della migliore pentola a pressione, vediamo insieme quali sono i modelli da tenere in considerazione.

Migliore pentola a pressione – La più capiente

Seb Clipso P4411406

Migliore pentola a pressione - Seb Clipso P4411406Il costo di certo non è indifferente (più di 200 euro), ma questa pentola a pressione è una delle più capienti in commercio: ben 10 litri.

E’ bene comunque specificare che l’azienda produttrice ne fornisce 4 diverse capacità: 4.5 litri, 6 litri, 8 litri oppure 10 litri.

La particolarità di questa pentola a pressione sta nei diversi metodi di cottura che si possono utilizzare: ben 3. A seconda di quale si decide di usare, il tempo di cottura può diminuire o aumentare.

Oltre a questo la vera comodità sta nel timer; questo permette di programmare la pentola pressione.

Vediamo infine, in dettaglio, la scheda tecnica di questa pentola a pressione:

  • Brand: Seb
  • Capacità: ne esistono diverse
  • Peso articolo: 4,6 Kg
  • Dimensioni prodotto: 39 x 30 x 28 cm
  • Materiale: acciaio inossidabile

 

Migliore pentola a pressione – Rapporto qualità/prezzo

Lagostina Clipsò

Migliore pentola a pressione - Lagostina Clipsò

Questo modello ha una capienza di 6 litri ed offre diverse modalità di cottura a seconda della quantità di vapore che si decide di utilizzare.

Questa pentola a pressione permette di risparmiare fino a ben 35% di tempo e il 20% di energia rispetto ad una tradizionale pentola a pressione.

Ottimi i materiali con il quale questa pentola a pressione è stata costruita: il corpo in acciaio inox 18/10 e il fondo impilato a tre strati acciaio-alluminio-acciaio, adatto anche all’induzione.

Anche questo modello è dotato di un apposito timer:  è sufficiente decidere il tempo di cottura ed una volta che la pentola entra in pressione, il conto alla rovescia parte automaticamente. Quando la pentola avrà terminato la cottura, sarà emesso un apposito suono.

Vediamo infine un riassunto, nella scheda tecnica:

  • Marchio: Lagostina
  • Colore: Blu
  • Peso articolo 2,62 Kg
  • Dimensioni prodotto 36 x 24 x 21 cm
  • Capacità 6 litri
  • Materiale Acciaio Inossidabile
  • Lavabile in lavastoviglie

 

Migliore pentola a pressione – Per tutte le esigenze

WMF Perfect Pro: piccola e utile

Migliore pentola a pressione - WMF Perfect ProProdotta in Germania, è dotata di due pentole a pressione: una con capacità pari a 3 litri, l’altra con una capienza di 6,5 litri.

Realizzate entrambe con acciaio inox antigraffio marcato Cromargan, sono l’ideale per famiglie piccole – medie e grandi.

Niente più sprechi grazie alla graduazione posta all’interno delle pentole per permettere un dosaggio preciso sia di liquidi che di solidi.

Ben 22 cm di coperchio e manico adattabili su tutto il set; fondo spesso adatto ad ogni tipo di cottura: fornelli classici a fiamma, a induzione, in vetroceramica ed elettrici.

Il coperchio e le pentole sono lavabili in lavastoviglie, il manico solo sotto acqua corrente.

Vediamo insieme in dettaglio la scheda tecnica:

  • Pentola a pressione 4,5 l con coperchio, padella a pressione 3 l senza coperchio
  • Materiale: acciaio INOX 18/10
  • Fondo adatto a tutti i piani cottura, anche quelli a induzione
  • 3 anni di garanzia
  • diametro: 22 cm

 

Migliore pentola a pressione – La più economica

Tefal Secure 5 Neo

Migliore pentola a pressione - Tefal Secure 5 NeoTra i brand più apprezzati del momento, Tefan ormai è sinonimo di garanzia ed affidabilità. Ovviamente questa pentola a pressione non fa eccezione e si è imposta sul mercato accaparrandosi una fetta congrua di consumatori.

Gli ottimi qualità, l’acciaio super resistente e il fondo spesso che permette una distribuzione uniforme del calore sono i suoi cavalli di battaglia.

Ma non è tutto: permette la cucina su due livelli, essendo dotata di cestello interno. Regolabile è il fastidioso fischio del vapore, ma non solo: la pentola è dotata di due manici. Il primo, più lungo, ideale per aperture e chiusure facilitate, e il secondo più corto per gli spostamenti sulla tavola.

Da sottolineare la capienza: ben 6 litri di capacità! Ottima per chi ha una famiglia numerosa o ama ospitare commensali a casa propria. Ecco la scheda tecnica in dettaglio:

  • Capienza: ne esistono diverse, 4-6-8 litri
  • Materiale: acciaio inox
  • Timer: no

E’ una semplice pentola a pressione, per chi non è esigente e chiede poche funzionalità. Comunque consigliatissima.

 

 

Conclusione

Spero con questo excursus sulla migliore pentola a pressione e sui modelli più gettonati del momento di avervi indirizzato verso un acquisto più consapevole. Nel caso abbiate bisogno di maggiori informazioni, il nostro team di esperti sarà ben felice di rispondere alle vostre domande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *